Pepper: il primo robot umanoide che va a scuola

Sviluppato per comprendere e reagire adeguatamente alle emozioni umane, il robot Pepper è il primo nel suo genere a sedersi sui banchi di scuola. L'automa, infatti, frequenterà un liceo della città di Waseda, in Giappone

Non immaginavo di poter essere accettato in una scuola umana”: sono queste le prime parole di Pepper, il primo robot umanoide a prendere parte alle lezioni di un liceo di Wasada, in Giappone.

Sviluppato e realizzato dalla società giapponese SoftBank Robotics, la particolarità di Pepper, unica nel suo genere, è quella di essere dotato di una spiccata empatia. Le sue funzioni, infatti, non prevedono lavori manuali o domestici; al contrario, l'automa è pensato per essere un fedele compagno e amico dell'essere umano. Non a caso, la sua caratteristica principale è quella di essere in grado di riconoscere e recepire i sentimenti umani, rispondendovi adeguatamente. Come è spiegato infatti sul sito web della SoftBank Robotics, Pepper “è il primo robot progettato per vivere con gli esseri umani. Non lava, non cucina e non ha super poteri: è invece abile nella conversazione e nelle interazioni sociali”.

In tal senso, Pepper potrebbe rivelarsi una risorsa per il liceo giapponese di Wasada in cui è stato recentemente iscritto, struttura nel quale seguirà assiduamente lezioni di inglese e di lingua nonostante il suo vasto vocabolario. Stando agli insegnati, infatti, la presenza del robot potrebbe essere uno stimolo propositivo per tutti gli studenti, incoraggiando e stimolando il loro desiderio d'apprendimento.

Una foto pubblicata da notion pr (@notionpr_london) in data: