Sesso in stazione a Perugia: interviene la polizia

Una coppia fa sesso in un bagno della stazione: interviene su segnalazione la polizia ferroviaria, che multa e denuncia i focosi, e soprattutto rumorosi, amanti

Sesso nei bagni della stazione: interviene la polizia ferroviaria e viene anche ricoperta di insulti. Accade a Perugia, nella stazione di Fontivegge. Qui, un uomo pare fosse stato intento a espletare i propri bisogni corporali nei bagni pubblici, quando è stato attirato da strani rumori provenienti dai servizi femminili. L'uomo ha subito allertato le forze dell'ordine, probabilmente temendo il peggio, come un malore o un'aggressione.

Ma la polizia ferroviaria si è trovata a fronteggiare ben altro spettacolo: una coppia di amanti, focosa e molto rumorosa, era intenta a consumare un rapporto sessuale nei bagni della stazione. I poliziotti hanno invitato la coppia a ricomporsi, per essere condotti in ufficio per l'identificazione. Ma l'uomo e la donna, evidentemente interrotti sul più bello, hanno risposto con insulti e offese ai poliziotti. Cui non è rimasto altro da fare che multarli e denunciarli.

Sicuramente il reato non ha nulla a che vedere con quelli che si leggono nelle cronache giorno dopo giorno: in fondo, i focosi amanti hanno solo disturbato un po' di timpani. Tuttavia il misfatto è previsto e punito dalla legge, quindi alla polizia non è rimasto che applicare il proprio codice. Con la consapevolezza, probabilmente, che nell'orrore che domina il mondo - con le violenze e gli omicidi - un piccolo reato d'amore sia il meno che possa accadere.