Si addormenta e rimane chiuso in negozio: l'aiuto è social

Una poltrona per massaggi ha tradito un uomo che, preso sonno mentre provava l'oggetto, è rimasto chiuso in un negozio giapponese: l'aiuto è arrivato dai social

Un colpo di sonno improvviso, seguito da qualche ora di riposo, per poi risvegliarsi chiuso all'interno di un negozio. È quanto accaduto a un cliente di una catena di elettronica in Giappone, comodamente adagiato sopra una poltrona massaggiante. Non la trama di un film e neppure una burla, ma un fatto concreto a riconferma di come la realtà spesso superi anche le sceneggiature più intricate. Un uomo, appassionato di poltrone high-tech, ha voluto testarne concretamente gli effetti benefici per rilassare muscoli e corpo, grazie all'azione vibrante e massaggiante messa in pratica da un meccanismo interno. Comodamente sdraiato su un esemplare, il cliente si è inevitabilmente addormentato per poi ridestarsi a negozio ormai chiuso.

Stupito e frastornato dall'anomala reclusione, ha certato aiuto attraverso Twitter, pubblicando lo scatto della prigionia improvvisata e del centro commerciale completamente deserto. Per fortuna, la sua presenza è stata intercettata dall'allarme antifurto, che ha fatto subito scattare l'intervento della polizia. L'uomo è stato considerato attendibile, dopo un controllo accurato utile a verificarne le generalità, così da escludere un improbabile ruolo da taccheggiatore. Il manager dello store si è profuso in scuse e inchini per l'incredibile evento, colpito e frastornato a sua volta dalla situazione. Non è ancora chiara la dinamica del fatto, ma è molto probabile che il personale del negozio non abbia controllato accuratamente gli spazi espositivi prima di chiudere le serrande.

La richiesta di aiuto del cliente, noto solo con il nick, ha colpito gli utenti del social network del cinguettio, affascinati dall'incredibile storia. Rimanere chiusi all'interno di un centro commerciale, da soli e senza controllo, è il sogno segreto di molte persone, che così potrebbero testare prodotti, cibi e articoli senza fretta. Una vera e propria avventura, che ha reso per un giorno l'ignaro recluso in una piccola star giapponese.