Il tradimento è rosa: ecco tutte le app usate dalle donne per tradire

Sono sempre di più le "app per incontri a corto raggio", "siti di intrattenimento online" e "inserzioni di escort maschili" nate per compiacere donne focose

Sono molte le forme del tradimento femminile 2.0. Come scrive Repubblica, sono nate come funghi "app per incontri a corto raggio", "siti di intrattenimento online" e "inserzioni di escort maschili". Insomma, tradire è bello.

Come riporta Noel Biderman, fondatore di Ashley Madison, l’agenzia web numero uno del pianeta per le relazioni extra-coniugali, a Repubblica: "Abbiamo sdoganato i rapporti inter-razziali, abbiamo sdoganato i rapporti gay, è venuto il momento di sdoganare l’idea che la moglie possa tradire il marito". E prosegue ancora Biderman: "Non lo faccio solo per interesse economico. Lo faccio per cambiare i costumi del nostro tempo e dare pari opportunità alle donne anche in questo campo". I tempi cambiano e le donne vogliono restare al passo della modernità.

Ma non c'è solo Ashley Medison a stimolare le donne di mezzo mondo. Esistono infatti anche Gleeden, "il primo sito extra-coniugale fatto dalle donne per le donne", Bumble, una app telefonica nata da Tiner, "la rivoluzionaria (20 milioni di contatti al giorno) app che consente di selezionare un partner scorrendo una serie di fotografie proposte in base alla localizzazione geografica e in caso di reciproco gradimento avviare una conversazione in chat che spesso conduce a un rapido incontro faccia a faccia (specie se geograficamente ci si trova molto vicini: tipo nello stesso bar)".