Zheng, la bambolina cinese incanta Wimbledon

Dopo aver eliminato la Ivanovic, la piccola tennista approda in semifinale dove domani incontrerà Serena Williams: un peso massimo contro un peso piuma

Evento storico a Wimbledon! Jie Zheng, una cinesina alta 1 metro e 64, numero 133 della classifica mondiale, battendo Nicole Vaidisova testa di serie n.18 per 6-3, 5-7, 6-1, si è qualificata per la semifinale del più celebre torneo del mondo. L'avventura della piccola tennista, che assomiglia a una bambolina di porcellana, è davvero una bella favola anche perché arriva in un momento di confusione totale del tennis femminile, che ci aveva abituati al dominio incontrastato delle sue grandi dive. Nove giorni fa, sul successo della minuscola Zheng, nessuno avrebbe scommesso uno scellino, anche se i libri di tennis riportano che Jie sa giocare il doppio benissimo, difatti si è aggiudicata un titolo del Grande Slam, gli Australian Open. Però attenzione! I risultati di doppio nel tennis dell'era moderna sono ben diversi da quelli di tanti anni fa quando le più brave ancora non lo snobbavano per risparmiare le forze in singolare, un fenomeno che si registra regolarmente in campo maschile. Dunque, dopo una prima settimana di ingiustificate sorprese e grandi tribolazioni tra le signore, siamo arrivati a comporre il quadro delle ultime due giornate di gara. Dopo la caduta delle prime 4 teste di serie, evento che a Wimbledon non si era ancora registrato, a dominare il tabellone sono rimaste le sorelle Williams. Nella parte alta c'è Venus, facile vincitrice nei quarti sulla thailandese Tanasugarn: 6-4, 6-3. Domani Venus affronterà Elena Dementieva, la tennista russa sopravvissuta a un complicato confronto con la connazionale Nadia Petrova. Ci sono voluti tre set per avere la meglio sulla connazionale: 6-1, 6-7, 6-3. Dall'altra parte del draw abbiamo Serena, che ieri ha fatto un sol boccone (6-4, 6-0) della povera Radwanska testa di serie n.14. Nel match «Serenona» ha messo a segno il famoso jeux blanc, così viene definito dai francesi il turno di servizio conquistato con quattro ace. L'ingrato compito di fermare la corsa di Serena verso la conquista del suo terzo trono nel Tempio del tennis spetta a Jie, l'imperturbabile piccola giocatrice dagli occhi a mandorla che ieri, uscendo dal Centrale, ha dichiarato: «Ho l'impressione di vivere un sogno...». È un bel sogno davvero! Ciò che le auguro è che di fronte alla brutale forza della sua immensa avversaria non si trasformi in un orribile incubo. Avremo in campo un peso massimo contro un peso piuma. Può apparire ingiusto! Però le regole del tennis non lo impediscono.