Zoomarine, lo show del mare

Al nastro di partenza a Torvaianica la stagione 2010 di «Zoomarine», il primo parco divertimenti acquatico del centro Italia. Attivo dal 2006, con i suoi 35 ettari di verde, specchi d’acqua per 9 milioni di litri, numerose attrazioni e 300 addetti, lo scorso anno è stato la meta di 400.000 visitatori. Un richiamo dovuto anche a film e fiction di successo girate nel parco. Per quest’anno «Zoomarine», che riapre sabato, offre tre grandi novità: un parco acquatico di 12.000 metri quadrati con due piscine da oltre 3000 posti, scivoli d’acqua e kamikaze, il roller coaster vertigo, una montagna russa con una caduta verticale da 30 metri e il «giro della morte» e lo stadio dei rapaci. Inoltre attrazioni, spettacoli e giochi. Nel parco particolare attenzione è rivolta alla natura e al legame tra uomo e animale. Sono stati piantati oltre 12.000 alberi. A «Zoomarine» sono affidati animali sequestrati o in difficoltà, mentre la clinica veterinaria collabora su oltre 20 progetti di ricerca. Nel 2009, Zoomarine ha ottenuto la prima licenza di parco zoologico in Italia.
«È un’iniziativa estremamente importante - sottolinea Paolo Rubini, direttore generale Enit - per favorire il turismo giovanile in una zona industriale al di fuori dei circuiti tradizionali». Un concetto avvalorato da Enrico De Fusco, sindaco di Pomezia, per il quale «Torvajanica non ce l’avrebbe fatta a rilanciarsi da sola: merito di “Zoomarine” è portare ricchezza al territorio. Un’opportunità per un diverso modello di sviluppo». «Per questo - ha spiegato Nicola Zingaretti, presidente della provincia di Roma - l’impegno dell’ente è di essere, attraverso l’accordo con “Zoomarine”, a sostegno di un’imprenditoria intelligente e innovativa». L’investimento per la realizzazione del parco assomma a 50 milioni di euro, capitale interamente portoghese. «I parchi a tema nel mondo del turismo sono una realtà della cui validità sono totalmente convinto», spiega il vicesindaco Mauro Cutrufo. «Noi vorremmo motivare coloro che già vengono a Roma per il turismo culturale a pernottare due notti in più. Per questo ben vengano le iniziative imprenditoriali dei parchi. La giunta comunale ne ha in programma tre: quello del cinema a Castel Romano, quello Ferrari e quello dell’Impero romano. Per questo ci siamo impegnati a elaborare delle proposte di diversificazione turistica finalizzate a cercare di avvicinarsi il più possibile alle presenze di città come Londra e Parigi».
Il mare è il grande protagonista di «Zoomarine»: il parco ospita spettacoli di delfini, show con leoni marini e foche, uccelli tropicali e tuffatori. L’esperienza interattiva è garantita dal cinema 4D, il ristoro e lo shopping da sei snack bar, dal ristorante «Amazzonia», da 5 negozi a tema e da servizi per bambini. Completano l’offerta un parcheggio per 5000 auto e il servizio navetta da Roma Termini/Eur Palasport.