La Zorzi perde per un punto il Bmw Open

Maria Pia Gennaro

da Roma

Dopo un inseguimento durato sedici buche, la veronese ventiquattrenne Veronica Zorzi si è dovuta arrendere alla numero uno in Europa Iben Tinning che l’ha superata per un solo colpo proprio sul filo di lana. La danese, che ha terminato 17 colpi sotto il par, ha così bissato il successo ottenuto nel nostro Paese nel 2002 e ha conquistato il Bmw Ladies Italian Open, disputato allo Sheraton Golf Parco de’ Medici, a Roma. Per le azzurre si è trattata di una giornata amara perché la giocatrice di Verona non era mai andata così vicina al successo. Ma contemporaneamente è stata una domenica dolce per il terzo posto di Sophie Sandolo, condiviso con Lynette Brooky. Il piazzamento complessivo del team azzurro, le cui componenti sono sempre fra le migliori, è stato completato dal 18° posto di Federica Piovano che la settimana scorsa aveva conquistato la vittoria nell’Austria Ladies Open.
Un successo di squadra che conferma ancora una volta che le azzurre sono in assoluto fra le più forti in Europa. Non solo ma la loro forza è data anche dall’unione di squadra: è bastato vedere la trepida attesa con la quale le sue compagne di squadra l’hanno aspettata alla buca 18 e la reazione allo strepitoso eagle 3 (due colpi sotto il par) che la Zorzi ha realizzato imbucando da settantacinque metri.