Cronache
Corona torna in Tribunale: "Spero Dio mi dia la forza di dire le cose giuste"
Politica
Meloni: "Rifletteremo se aderire a 'The Movement' "
Politica
Manovra, Fico: "Necessario mettere liquidità vera nelle tasche degli italiani in difficoltà
Olimpiadi, Toninelli "Torino la scelta migliore, tridente idea caotica"
Se Bersani canta Vasco: "Quella voglia di sinistra tornerà"
Kololli celebra il gol saltando nel fossato

Gli sparano in testa e lui si fa un selfie prima di andare in ospedale

Compton, Stati Uniti. Il rapper californiano Teriq Royal è stato raggiunto alla testa da alcuni proiettili di un fucile d'assalto AK47 mentre faceva benzina in una stazione di servizio. Sapete qual'è stato il suo primo pensiero? No, non quello di andare in ospedale ma bensì di estrarre uno smartphone dalla tasca e farsi un video seflie: "Mi hanno sparato. Sono un vero rapper adesso!" Teriq Royal ha pubblicato sulla sua pagina Facebook anche una radiografia che mostra alcuni frammenti di proiettile rimasti conficcati nel suo cranio e che i medici non sono riusciti a rimuovere...però lui è contento lo stesso!

Commenti
Ritratto di RobyPer

RobyPer

Mer, 14/10/2015 - 14:48

Albert Einstein aveva proprio ragione

Daniel Silva
Fuorigiri