Accordo Alitalia-Etihad, l'ok degli emiri è vicino

Stretta finale per l'ingresso della compagnia di Abu Dhabi nel capitale dell'aerolinea tricolore

Il consiglio di amministrazione di Etihad ha dato disco verde all'operazione Alitalia. Da Palazzo Chigi danno per scontato che la lettera d'intenti sia virtualmente già in viaggio. "Siamo in attesa di una comunicazione formale - ha detto l’ad di Unicredit Federico Ghizzoni - ci sono diverse voci per cui ci sarebbe una decisione positiva ma non abbiamo ricevuto ancora alcuna comunicazione". È probabile che sia lo stesso premier Renzi, dopo mesi di febbrili trattative tra le due compagnie, ad annunciare l'alleanza strategica che segna una svolta per il vettore tricolore.

Secondo fonti vicine a Palazzo Chigi, tra oggi e domani dovrebbe arrivare la lettera con il via libera del Golfo all'operazione. L'ad di Alitalia Gabriele Del Torchio è in continuo contatto con Abu Dhabi per avviare la fase due del percorso che porterà alle nozze vere e proprie. Si tratta del negoziato che partirà dopo l'arrivo della lettera d'intenti e che prevede un sostanzioso preaccordo industriale con i reciproci impegni da rispettare. Entro poche ore si aprirà quindi la fase finale della trattativa, che vedrà Etihad investire 560 milioni di euro per fare di Alitalia una compagnia a 5 stelle in cinque anni, con nuove rotte e destinazioni intercontinentali. Da definire invece nei dettagli la sorte degli esuberi. Etihad ne ha chiesti circa 3mila. Ci sarà un fondo rischi appositamente costituito nella old company oltre a un altro fondo che garantirà Etihad dalle eventuali perdite del 2014.

Commenti

unosolo

Ven, 30/05/2014 - 14:22

ora diteci dove si trovano i soldi per il personale eccedente che verrà spinto fuori dal campo del lavoro, altri prepensionamenti . Ma chi resta a lavorare per il PIL .

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 30/05/2014 - 14:36

Prepariamoci a pagare per la bad company che già il genio imprenditore si è inventato(a nostre spese) anni fa.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 30/05/2014 - 15:47

Comme si bella a cavallo a stu cammello, co binocolo a tracolla , o turbante e il narghilè!

Mario-64

Ven, 30/05/2014 - 16:25

Questa e' la strada giusta per il rilancio di Alitalia ,l'alleanza con gli arabi giova ad entrambi e finalmente si investira' su Fiumicino ;inoltre pare che arriveranno intercontinentali a Malpensa ,altra buona notizia. Gia' si capisce quanto sia stata giusta la decisione di non cedere la compagnia ai francesi ,i nostri primi concorrenti praticamente in tutto.

swiller

Ven, 30/05/2014 - 17:30

Uno schifo senza precedenmti buffoni e ladri.

moshe

Ven, 30/05/2014 - 17:55

Quanti NUOVI ESODATI dell'alitalia, oltre a quelli che stiamo già mantenendo, ci dovremo sobbarcare?

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 30/05/2014 - 18:12

Gli esuberi li pagheremo noi, come sempre. Gli daranno 500 anni di mobilità.

Ritratto di Aurora Aronsson

Aurora Aronsson

Sab, 31/05/2014 - 06:13

Con "AllahItalia" siete tornati alla "Spada dell'Islam" di mussoliniana memoria. Bravi! Sempre associati ai peggiori!