Anima si rafforza nel risparmio gestito

Ieri la firma per l’acquisto di Dws da Deutsche Bank. Il titolo ai massimi

da Milano

Anima vicina al raddoppio di utili e masse gestite. Come già anticipato sabato dal Giornale, ieri è arrivata la firma. La società di gestione del risparmio del Banco di Desio, che la controlla al 50,9%, ha sottoscritto l’accordo preliminare per l’acquisto di Dws Investment Sgr, ramo di azienda di Deutsche Bank. Il mercato ha festeggiato premiando Anima con un guadagno del 5,3% (a 3,5 euro) e Banco di Desio del 3,1% (a 7,99 euro), entrambe ai massimi storici. Grazie a questo accordo l’sgr guidata da Alberto Foà raddoppierà il portafoglio a oltre 14 miliardi di euro entrando nella classifica delle prime 10 società di gestione in Italia. E «se le masse rimarranno invariate, anche l’utile potrà raddoppiare», ha dichiarato Foà. I margini di Dws infatti saranno in linea con quelli attuali. «Un calcolo comunque ottimista», spiega un analista. Dei 7,3 miliardi portati in dote da Dws, 1,3 miliardi sono raccolti tra investitori istituzionali e probabilmente non verranno confermati. Il prezzo, 1,2% delle masse gestite, sarà difatti misurato solo sull’andamento dei 6 miliardi raccolti tra la clientela privata.
Anima infatti pagherà l’acquisto di Dws in quattro rate. La prima, alla firma definitiva dell’accordo attesa entro giugno 2007, sarà di circa il 15% del totale. Le successive tre verranno corrisposte ad intervalli di 10 mesi e misurate sull’andamento della masse gestite del comparto retail. Se calerà la raccolta di Dws scenderà anche il prezzo. Conti a parte, l’operazione ha una forte valenza strategica. Anima potrà distribuire i suoi fondi attraverso Deutsche Bank che in Italia conta una rete di oltre mille promotori di Finanza & Futuro e 240 sportelli bancari.