Arrivano i vigilanti «armati» di bodycam: così la tecnologia può prevenire i crimini

Sicurezza nei cantieri e controllo dei reati: la sperimentazione a Milano

Si chiama «risk management» ed è praticamente la trasformazione tecnologica della sicurezza intesa come sorveglianza e prevenzione di crimini. E per spiegare come l'uso dell'hitech possa aiutare le aziende oggi, ecco una «case history» di Axon, leader globale nelle tecnologie connesse per le forze dell'ordine che attraverso United Risk Management - appunto - svolge servizi di vigilanza in luoghi privati ma di pubblico interesse: cantieri, sedi di multinazionali e centri congresso nei quali sventare crimini come intrusione, furti o danneggiamento di beni mobili e immobili. Tutto questo attraverso apparecchi sofisticati, con una fase di sperimentazione di bodycam utilizzate in aree di cantiere quali ad esempio nelle ex acciaierie Falck (circa 1,5 milioni di metri quadrati a Sesto San Giovanni, provincia di Milano) e in aree private e residenziali già abitate, come City Life, sempre a Milano. Per il primo contesto le bodycam sono risultate - oltre alla prevenzione dei furti - un utile strumento in materia di sicurezza ambientale e per l'incolumità dei lavoratori: sia nella prevenzione, che nella ricostruzione degli eventi attraverso interviste. La registrazione video ha facilitato non solo la spiegazione della dinamica agli ispettori, ma anche l'accertamento di eventuali false dichiarazioni o di ricostruzioni dissimili dai reali accadimenti.

A City Life invece l'utilizzo delle bodycam in aree private e residenziali già abitate hanno aiutato a combattere le forme di degrado urbano, visto che le riprese audio e video aiutano gli operatori a intervenire in caso di comitive fortemente chiassose e a sedare litigi o, addirittura, risse. In praticolare i vigilanti hanno indossato le Axon Body Cam 2 collegata alla piattaforma evidence.com per la gestione dei dati, con la possibilità di un live-recording (immagini e sonoro) anche per garantire la veridicità del loro report finale. Il tutto, ovviamente, garantito dalla privacy prevista per legge, come spiega Tullio Mastrangelo, presidente di United Risk ed ex comandante della polizia locale di Milano: «La presenza di una telecamera sulla divisa dell'operatore è di per sé in grado di svolgere un'azione di dissuasione verso i potenziali criminali. Le Body Cam 2 si rivelano particolarmente utili, soprattutto nei servizi di pattugliamento e controllo di punti sensibili in aree che necessitano di una sorveglianza speciale o in occasioni che presentano elementi di potenziale criticità».