Autista di autobus di Roma trova un «tesoro» e lo restituisce

Protagonista un conducente già premiato nei mesi scorsi per aver soccorso una donna in stato confusionale. Questa volta l'autista ha trovato una borsa contenente orologi di marca, gioielli e banconote e lo ha consegnato alla polizia di Stato.

Una borsa contenente un vero e proprio «tesoro». É questo il ritrovamento effettuato da un autista dell'Atac, l'azienda del trasporto autoferrotranviario di Roma, che ha subito provveduto a consegnarla alle forze dell'ordine. Un caso di ordinaria onestà di cui si è reso protagonista un conducente già premiato nelle scorse settimane dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, per aver soccorso il giorno di ferragosto una donna in difficoltà. Il fatto è accaduto nel pomeriggio di venerdì 14 ottobre. Roberto C., 33 anni autista Atac dal 2003, era alla guida di un bus della linea 409 diretto all'Arco di Travertino. Appena arrivato al capolinea, alle 16 circa, una passeggera gli ha consegnato una borsa da palestra trovata sul bus e si è allontanata senza lasciare riferimenti.
Dopo quasi due ore, non essendo venuto nessuno a reclamare la borsa, terminato il proprio turno di lavoro, l'autista è andato nella rimessa di Tor Sapienza per redigere la documentazione prevista dalla procedura Atac in caso di ritrovamenti. Una volta aperta la borsa, alla presenza dell'ispettore in servizio, l'autista ha scoperto che questa conteneva un vero e proprio tesoro: 5 orologi di marca, 9 bracciali, 17 anelli, 15 collane, 12 paia di orecchini e un mazzo di circa 15 banconote di varie nazionalità. I due hanno immediatamente contattato la Polizia di Stato perché prendesse in consegna gli oggetti ritrovati. Roberto C. si era già distinto per un'altra «buona azione», quando aveva soccorso una donna in stato confusionale, per cui si era meritato una medaglia consegnata dal sindaco Alemanno durante una cerimonia pubblica alla presenza del management di Atac insieme ad altri due colleghi protagonisti di azioni esemplari.