La Bachmann si ritira, Perry va avantie Romney incassa il sostegno di McCain

<p>Fermatasi a un deludente 5% nei primi caucus in Iowa, Michele Bachmann ha deciso di sospendere la corsa per la nomination repubblicana. Lo ha comunicato in una conferenza stampa, dopo che aveva annullato gli impegni elettorali nella Carolina del Sud. Rick Perry, invece, prosegue la corsa. Intanto McCain dal New Hampshire dà il proprio endorsement a Romney</p>

La notizia era nell'aria, dopo il deludente risultato ottenuto in Iowa (6.073 voti, pari al 5%), lo stato dove Michele Bachmann è nata nel 1956. L'energica deputata del Minnesota, paladina del Tea Party, sospende la sua campagna elettorale per la corsa alla Casa Bianca. Il ritiro non sorprende più di tanto, visto che la Bachmann aveva deciso di rinunciare al suo viaggio elettorale nella Carolina del Sud, una delle prossime importanti tappe nella corsa per la Casa Bianca.

"Ho deciso di farmi da parte", ha detto la Bachmann in una conferenza stampa che ha tenuto a West Des Moines. "Non ho rimpianti", ha aggiunto. Poi ha duramente attaccato Obama, accusandolo di "mettere in pericolo la sopravvivenza degli Stati Uniti". La Bachmann ha affermato che quelle di quest’anno potrebbero essere "le ultime elezioni prima di andare a fondo sulla strada del socialismo".

Dopo aver vinto, la scorsa estate in Iowa, l’Ames Straw Poll - da molti considerato una anticipazione attendibile dei caucus - la Bachmann era crollata nelle preferenze degli elettori. Stando al sito RealClearPolitics.com, a livello nazionale la deputata del Minnesota era al 6,2% dei consensi. Il 20 luglio era seconda, dietro Romney, con il 14% delle preferenze.

Perry prosegue la corsa

Il governatore del Texas Rick Perry continua la corsa, nonostante sia arrivato penultimo nel caucus in Iowa. Lo ha fatto sapere su Twitter, dove ha scritto: "South Carolina, stiamo arrivando".  "La prossima tappa della maratona è lo stato di Palmetto", dice ancora il tweet. Perry inoltre ha allegato un'immagine di se stesso, fotografato durante mentre fa jogging vicino a un lago, con indosso pantaloncini da corsa della Texas A&M University e con il pollice alzato.

McCain sostiene Romney

Dopo il successo in Iowa, anche se per soli otto voti, Romney mette a segno un nuovo colpo: l’endorsement, il sostegno, da parte di John McCain, candidato repubblicano alle presidenziali 2008, e rispettato da tutti, anche dai democratici, come eroe della Guerra del Vietnam. "Sono qui per un’unica ragione, e una soltanto", ha annunciato McCain da Manchester, nel New Hampshire, lo Stato dove il 10 gennaio si terranno le primarie, "e cioè garantire che facciamo di Mitt Romney il prossimo presidente degli Stati Uniti d’America".