Con il batticuore a volte non c’entra solo la passione

Quando uno ha vent’anni, ma forse anche di più, quel tamburo dentro il petto ha un solo nome: batticuore. Eppure anche i ragazzi alle prese con le passioni amorose devono, secondo i medici, fare attenzione a qualche sintomo che il nostro fisico ci suggerisce e che non ha nulla a che fare con le vicende sentimentali. Ecco perché, per tutto il mese di novembre, anche nei cinema delle Liguria scatta l’operazione «A novembre andate al cinema. È un consiglio di cuore», campagna promossa dal cardiologi della società italiana di cardiologia che invitano i giovani a prestare grande attenzione allo spot che verrà trasmesso in molte sale cinematografiche italiane che parlerà di prevenzione under 20.
Uno spot e un sito internet dove navigare www.battitiperiltuocuore.it che spiega a genitori e ragazzi come prendersi cura del cuore, prevenire le malattie cardiovascolari e la morte improvvisa giovanile. La campagna «Battiti per il tuo cuore» tutta dedicata ai giovani - in Liguria si vedrà al Mignon di Chiavari, al Ritz e all’America di Genova - è promossa anche dalla Fondazione Italiana Cuore e Circolazione onlus e parlerà diretta al cuore dei ragazzi.
Scegliere di parlare ai giovani – e ai genitori dei bambini e degli adolescenti- è una strada già percorsa dalla Sic e dalla Fondazione. Lo slogan di quest’anno è «La salute del cuore è anche un gioco da ragazzi»: uno slogan con il quale si vuole sottolineare che la prevenzione deve riguardare anche questa fase della vita e non è solo un termine da associare agli adulti e agli anziani; ma significa anche che nei ragazzi la prevenzione deve essere vissuta con la serenità e la tranquillità di un gioco senza, tuttavia, che questo significhi che è poco importante. Uno stile di vita sano e controlli adeguati prima dell’attività sportiva sono delle semplici regole che tutti i bambini e i ragazzi devono adottare, che non incidono sulla qualità della vita e non richiedono sacrifici. Correre ai ripari e cercare di modificare comportamenti a rischio quando ormai si è adulti e le cattive abitudini sono radicate è molto più difficile. E soprattutto quando i danni ormai provocati al cuore sono irreversibili.
La campagna si svolge anche in Liguria con il Patrocinio del Ministero della Gioventù e nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra Sic- Fondazione e Ministero dell’Istruzione ed è stata resa possibile grazie al contributo di Takeda Italia Farmaceutici.