Benedetto XVI denuncia: "I diritti dell'infanzia violati anche nella Chiesa"

Il Papa torna a condannare gli abusi sui bambini da parte dei preti: "Un comportamento che
la Chiesa non manca e non mancherà di deplorare e di condannare". Dure accuse ai divorzi: "Conseguenze sui figli"

Roma - Alcuni membri della Chiesa hanno violato i diritti dell’infanzia, "un comportamento che la Chiesa non manca e non mancherà di deplorare e condannare". Ricevendo i partecipanti all’assemblea plenaria del Pontificio consiglio per la famiglia, il papa Benedetto XVI ha voluto ricordare che "la tenerezza e l’insegnamento di Gesù hanno sempre costituito un appello pressante a nutrire nei loro confronti profondo rispetto e premura".

La denuncia contro i pedofili "La Chiesa, lungo i secoli, sull’esempio di Cristo - ha detto il Papa commentando il ventesimo anniversario della Convenzione dell’Onu sui diritti dell’infanzia - ha promosso la tutela della dignità e dei diritti dei minori e, in molti modi, si è presa cura di essi". "Purtroppo, in diversi casi - ha aggiunto il Santo Padre - alcuni dei suoi membri, agendo in contrasto con questo impegno, hanno violato tali diritti: un comportamento che la Chiesa non manca e non mancherà di deplorare e di condannare". "Le dure parole di Gesù contro chi scandalizza uno di questi piccoli - ha detto ancora il pontefice - impegnano tutti a non abbassare mai il livello di tale rispetto e amore. Perciò anche la Convenzione sui diritti dell’infanzia è stata accolta con favore dalla Santa Sede, in quanto contiene enunciati positivi circa l’adozione, le cure sanitarie, l’educazione, la tutela dei disabili e la protezione dei piccoli contro la violenza, l’abbandono e lo sfruttamento sessuale e lavorativo".

I danni del divorzio "La separazione e il divorzio «non sono senza conseguenze per i bambini", mentre "sostenere la famiglia e promuovere il suo vero bene" è il "modo migliore" per tutelare i loro diritti. "Un ambiente familiare non sereno, la divisione della coppia dei genitori, e, in particolare, la separazione con il divorzio - ha detto il Papa - non sono senza conseguenze per i bambini, mentre sostenere la famiglia e promuovere il suo vero bene, i suoi diritti, la sua unità e stabilità è il modo migliore per tutelare i diritti e le autentiche esigenze dei minori".