Benzina, raffica di rincari per benzina e diesel

Sulla rete italianale compagnie, con l’eccezione di Q8, hanno risposto alla
mossa di Eni aumentando i prezzi consigliati di un centesimo al litro: i prezzi medi sono compresi tra 1,454 e 1,469 euro al litro per la benzina e tra
1,334 e 1,350 euro al litro per il gasolio

Roma - Dopo la mossa di Eni, raffica di rincari sulla rete carburanti mentre continuano a crescere le quotazioni internazionali in particolare della benzina. Identico al market leader l’incremento sui prezzi raccomandati, cioè 1 centesimo su verde e diesel, deciso oggi nell’ordine da Esso, IP, Q8, Tamoil e TotalErg. Immediato l’effetto sul territorio con rialzi generalizzati sui prezzi medi praticati e valori di punta che, al Sud, sono destinati a salire rilevandosi già ora, per alcuni marchi, prezzi ben oltre 1,47 euro/litro per la benzina e 1,35 per il diesel (leggermente al di sotto al Centro). È quanto emerge dal monitoraggio di quotidianoenergia.it effettuato in un campione di stazioni di servizio rappresentativo della situazione nazionale per la rubrica Check-Up Prezzi QE. Nel dettaglio, oggi la media nazionale dei prezzi praticati della benzina (in modalità servito) va dall’1,448 euro/litro degli impianti Esso all’1,468 euro/litro dei p.v. Tamoil passando per 1,455 dell’Eni. Le no-logo sono a 1,376 euro/litro. Per il diesel si passa dall’1,334 euro/litro riscontrato nei p.v. Esso all’1,349 euro/litro rilevato in media negli impianti Tamoil. No-logo a 1,261 euro/litro. Il Gpl, infine, si posiziona tra lo 0,735 euro/litro rilevato nei p.v. Eni allo 0,749 degli impianti Q8 (0,709 euro/l le no-logo).