La Bigelow costretta a cambiare il finale del film dedicato a Bin Laden

Lo sceneggiatore Marl Boal, sta riscrivendo buona parte del copione del film nel quale la regista premio Oscar racconta il lavoro di una squadra speciale sulle tracce del capo di Al Quaida

La realtà supera la fantasia. E il blitz dei Navy Seals ad Abbottabad, alle porte di karachi, ha dimostrato che gli avvenimenti reali possono essere più «fantasiosi» di una sceneggiatura. Ne sa qualcosa Kathryn Bigelow da tempo impegnata su un progetto riguardante proprio Osama Bin Lade. Il nuovo film del premio Oscar per «The hurt locker» ha infatti dovuto rivedere di corsa i piani di lavoro dopo la morte del mandante dell'attacco alle Torri Gemelle dell'11 settembre 2001.
Per il film su Osama Bin Laden la Bigelow ha già scelto il protagonista. Si tratta dell'attore australiano Joel Edgerton cui vine affidata la parte di un ufficiale di una squadra speciale delle forze armate americane, almeno secondo quanto riporta il «Los Angeles Times». La sua squadra speciale ha per compito proprio quello di dare la caccia al leader di Al Quaida, come è poi successo ai Navy Seals americani.
Intanto lo sceneggiatore Mark Boal (lo stesso usato dalla Bigelow per «The hurt loacker») sta riscrivendo il copione, in un primo tempo incentrato su una missione fallita per catturare Bin Laden, adattandolo agli eventi dei giorni scorsi in Pakistan che hanno portato alla morte del terrorista.