Bper fa il pieno con il bond da 250 milioni

Sottoscritto il 99% dell'offerta. L'operazione rientra nelle manovre di rafforzamento patrimoniale della banca cooperativa modenese che utilizzerà i mezzi raccolti per sostenere famiglie e imprese

Tutto esaurito per il prestito obbligazionario della Banca popolare dell'Emilia Romagna, la cooperativa modenese guidata dall'amministratore delegato Fabrizio Viola insieme al presidente Guido Leoni. Il bond, denominato «Bper 4% 2010-2015», è stato sottoscritto al 99,66% ovvero per oltre 247 milioni di euro rispetto a un'offerta complessiva di 250 milioni.
Il prestito, il periodo di offerta si è concluso lo scorso venerdì, rientra nelle manovre di rafforzamento patrimoniale di Bper che a fine 2009 ha anche ceduto Arca Vita a Unipol. Le risorse raccolte serviranno alla banca per continuare a supportare famiglie e imprese, mantenendo al contempo saldo il coefficiente di patrimonializzazione anche nel caso di un inasprimento delle normative di Basilea: a fine settembre 2009 il Core Tier One era prossimo al 7 per cento. Non sarebbero invece in vista operazione straordinarie.
Il successo del bond rappresenta per Popolare Emilia un importante riscontro di fiducia, riconosciuto dal mercato e in particolare dalla propria base sociale. I diritti di opzione non esercitati saranno offerti in Borsa dal 15 al 19 marzo.