Brumotti in bici dalla Lanterna al Nepal per salire in cima al «Tetto del mondo»

Dall'ombra della Lanterna al Tetto del mondo e dall'Everest ai vicoli dell'angiporto. Il biker Vittorio Brumotti, star di Striscia la notizia, insieme agli assessori Anzalone e Vassallo, ieri a Tursi ha presentato la 24 ore in sella intitolata: «Creuze, troeggi e caruggi». Si tratta una gara amatoriale in bici che si terrà dalle ore 13 di sabato 30 giugno fino alle ore 13 di domenica 1 luglio con partenza in riva al mare, nell'area del Porto antico e con un percorso che si snoderà tra creuze, piazzette e vicoli della città vecchia, ma anche attraverso la cinquecentesca via Garibaldi e piazza De Ferrari. «Adesso sono a Genova - spiega il testimonial ligure della manifestazione - domani torno a Milano e poi in montagna. Mi sto allenando per affrontare la scalata dell'Everest in bicicletta. Il 26 marzo parto per le montagne nepalesi, spero di arrivare sul Tetto del mondo e quindi tornerò in Italia per venire a partecipare alla gara genovese. I ciclisti passeranno per i caruggi. Io passerò sui tetti della città vecchia con uno spettacolare percorso alternativo a quello della gara. Sull'Everest porterò il gagliardetto di Genova».
Creuze, Troeggi e Caruggi è una 24 ore di mountain bike, memorial Andrea Bruzzone, a staffetta, a squadre, non competitiva con un percorso completamente transennato, in piena sicurezza e lungo otto chilometri. Chi si iscrive entro marzo potrà usufruire del prezzo di 40 euro, a maggio 50 e a giugno si dovrà sborsare 60 euro a cranio. Partenza ed arrivo saranno collocati a Calata Mandraccio sotto il Bigo di Renzo Piano. Gli atleti transiteranno quindi sotto le cinque storiche gru di Calata Molo Vecchio, a soli due metri dal mare e si arrampicheranno nei vicoli del centro storico attraverso Sarzano, per arrivare in via Cairoli e circumnavigare su due ruote il cuore di Genova. «È la prima volta che all'ombra della Lanterna viene realizzata una manifestazione del genere - spiegano gli organizzatori dell'associazione sportiva Munta & Chin-a Bike - speriamo di coinvolgere almeno 1500 atleti. Sono previsti spettacoli ed eventi collaterali per un evento che non sarà soltanto sportivo, ma anche turistico e culturale».