Camorra, preso Di Mauro "Paoluccio l'infermiere" Era nascosto a Barcellona

Paolo Di
Mauro, ricercato dal 2005 perché condannato a una pena di 17 anni e 10
mesi, è un boss del clan Contini ed era al numero 3 della lista dei
ricercati più pericolosi
d’Italia. Arrestato anche Luigi Nocerino

Napoli - Due superlatitanti sono stati arrestati a Barcellona. Si tratta di Paolo Di Mauro (58 anni), ritenuto dagli inquirenti l’attuale reggente del clan camorristico Contini - attivo nella zona del Vasto e dell’Arenaccia - e Luigi Mocerino, responsabile per conto del clan del traffico internazionale di droga. L’arresto è avvenuto mentre i due uscivano dallo studio di un avvocato nella città catalana.

Condannato per omicidio Di Mauro è stato condannato con sentenza definitiva per l’omicidio di Francesco Mazzarella, avvenuto nella primavera del 1998 all’ingresso del carcere di Poggioreale, nel corso di una violenta sparatoria tra gli appartenenti alle due organizzazioni criminali. Dovrà espiare la pena di anni 17, mesi 10 e giorni 25 di reclusione, per il reato di associazione camorristica di stampo mafioso e omicidio doloso. Compariva nell'elenco dei trenta latitanti di massima pericolosità facenti parte del "Programma speciale di ricerca". Ed era noto come "Paoluccio 'o infermiere".

Maroni si congratula La lotta alla criminalità organizzata "passa anche attraverso la cattura dei latitanti". Il ministro dell’Interno Roberto Maroni, intervenuto oggi al question time alla Camera, rivolge "pubbliche congratulazioni alla squadra mobile di Napoli, che ha arrestato a Barcellona due pericolosi latitanti".