Canta nella band neofascistaRichiamato console di Osaka

Mario Vattani, console italiano ad Osaka, è stato richiamato dalla Farnesina dopo essere stato "pizzicato" da un video mentre si esibiva sul palco di Casa Pound

Mario Vattani, console italiano a Osaka, è stato richiamato a Roma. Il console, al centro di un caso mediatico, era stato ripreso in un video - poi pubblicato dai principali siti di informazione, mentre si esibiva con il gruppo di cui è frontman, sul palco di CasaPound, intonando canzoni che inneggiavano alla Repubblica di Salò. 

Fedelissimo del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, Vattani era stato immediatamente deferito alla Commissione di disciplina dal ministro degli Esteri, Giulio Terzi, che aveva promesso pubblicamente di fare chiarezza sulla vicenda. Vattani, che canta, con lo pseudonimo di Katanga, nei Sotto fascia semplice, sotto accusa per i versi di alcune sue canzoni, nelle quali ricorrevano versi come "Alzerò bandiera nera", non è nuovo a prese di posizione molto nette, già leader degli Intolleranza, gruppo dalla forte matrice identitaria. 

Di oggi la notizia che il console è stato richiamato in Italia. Dovrebbe arrivare nella Capitale al più tardi domani, anche se la notizia non è ancora stata confermata dalla farnesina in via ufficiale.