Carmen Consoli al Carlo Felice canta Elettra e i mille volti dell’amore

Dopo la sua presenza sul palco sanremese, Carmen Consoli salirà domani anche su quello del Teatro Carlo Felice. La cantautrice catanese ha scelto attraverso il suo live di rappresentare una nuova sfida nel suo percorso artistico. Da neppure un mese Carmen sta attraversando l'Italia portando in parallelo due diversi tour, fornendo chiavi interpretative profondamente differenziate al suo nuovo album, Elettra». È ancora un personaggio della mitologia classica ad ispirare il nuovo cd di Carmen Consoli e anche il suo tour teatrale, un concerto con il quale Carmen indaga diversi aspetti del mito greco, da cui ne ritrae personaggi femminili inediti: eroina borghese, pazza sanguinaria, matricida, rivale della sua stessa madre nella descrizione del complesso che porta il suo nome. Un simbolo dal carattere difficile e le potenzialità infinite soprattutto perché dietro di esso è possibile nascondere il vero protagonista dell'intero album: l'amore. Elettra diventa dunque un espediente per interrogarsi sui mille volti dell'amore "materno, filiale, carnale, promiscuo, fedele e spirituale". Anche in questo caso però si tratta di una ricerca che prende in considerazione mille maschere ed altrettanti modi di essere del sentimento. I ruoli e le passioni si rincorrono attraverso le canzoni fino a vestire i panni della vittima, l'assassina, la straniera.
I suoni ed i testi delle canzoni del suo ultimo album sono impregnati dal sentimento dell'immediatezza: la frase musicale procede per illuminazioni basandosi in modo particolare sulla sensibilità delle parole e delle melodie. Una finestra dunque, che si apre sia verso l'interno dell'essere umano alla ricerca della sua storia psicologica ed emotiva, sia all'esterno, verso la nostra società. In questo caso ad avere la meglio sono le figure grottesche ed i paradossi con i quali conviviamo da tempo.