Caserta, imbraccia il fucile e ferisce 5 persone

Una lite per futili motivi, poi la sparatoria. A Maddaloni è stato arrestato Antonio Russo,
pregiudicato di 34 anni, per aver sparato all'impazzata dopo una rissa.
Nella sparatoria sono rimaste ferite ben 5 persone. Di queste una è in condizioni gravi, rischia di perdere un occhio

Caserta - Una lite per futili motivi, poi la sparatoria. A Maddaloni (in provincia di Caserta), è stato arrestato Antonio Russo, pregiudicato di 34 anni, per aver sparato all'impazzata dopo una rissa. Nella sparatoria sono rimaste ferite ben cinque persone. Di queste una è in condizioni gravi, rischia di perdere un occhio.

La ricostruzione dei fatti L’uomo ha avuto una lite per motivi banali con due uomini padre e figlio. Russo ha avuto la peggio dopo una scazzottata ma è tornato a casa a San Felice a Cancello nel casertano, ha imbracciato un fucile, è tornato dai due con i quali aveva litigato, che l’hanno accolto con dei bastoni ed ha iniziato a sparare. Russo li ha feriti entrambi ma, nella sua furia ha ferito anche tre passanti. I cinque sono finiti all’ospedale ma anche Russo si è fatto medicare in una clinica a Maddaloni dove successivamente è stato arrestato dagli agenti della Questura di Caserta. Uno dei cinque feriti è in condizioni gravi, rischia di perdere un occhio. Russo è stato rinchiuso nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.