Cina, trappola di cristallo Rogo in un grattacielo A Shangai 45 le vittime

Un incendio scoppiato in un grattacielo di 30 piani a Shangai ha provocato 42 morti e più di 90 feriti. L'edificio si trova in una delle zone più popolose della città. Il bilancio delle vittime non è definitivo

Shangai - Non si arresta il bilancio delle vittime dell'incendio scoppiato in un grattacielo di 30 piani a Shangai. Attualmente sono 42 i morti, più di 90 i feriti. Il rogo si sarebbe sviluppato nelle impalcature che erano state montate intorno all’edificio dove erano in corso dei lavori di ristrutturazione. Proprio grazie a questa circostanza, molte persone sono riuscite a mettersi in salvo, fuggendo dalle finestre.

Soccorsi "I vigili del fuoco hanno impiegato sei ore a domare le fiamme, molte vittime sono probabilmente decedute per soffocamento, non per le ustioni", ha raccontato Daniele Mattioli, fotografo italiano residente a Shanghai che ha assistito alla scena.
Il grattacielo si trova a Jingan, uno dei distretti più popolosi della città e ospita per lo più famiglie di insegnanti, molti dei quali già in pensione. In tutto, vivono nell’edificio 156 famiglie. Si cerca adesso di accertare le cause dell’incendio: un’inchiesta è stata avviata dalle autorità locali. "Sono stati proprio gli operai i protagonisti della scena più straziante: una quindicina di loro sono rimasti intrappolati sul tetto dell’edificio in attesa che l’elicottero potesse avvicinarsi per trarli in salvo", ha aggiunto Mattioli.