Colori pop e camicie per donne sensuali

Sabato si è celebrata la festa dei nonni, una vera e propria ricorrenza civile istituita con la legge n.159 del 31 luglio 2005 per «celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale». Già presente negli Stati Uniti dal 1978 e in altri paesi come l’Inghilterra, Francia, Canada a partire dagli anni ’90 questa festa ha fornito l’occasione per promuovere momenti di riflessione. La vita più lunga e nuovi ritmi nel ciclo vitale della famiglia, i cambiamenti nella mortalità e nella fertilità indicano, secondo alcune statistiche, che circa tre quarti degli adulti diventeranno nonni e la maggioranza delle persone di mezza età diventano nonni intorno ai 45 anni.
Un antico proverbio biblico dice «La corona dei vecchi sono i nipoti». Nonni e nipoti sono spesso uniti da un vincolo d’amore del tutto particolare. I ricercatori fanno notare che l’obbedienza che i genitori esigono dai figli può creare notevole tensione. I nonni di solito non la devono esigere, per cui possono avere con i nipoti una relazione molto più rilassata. Possono amare i nipoti per il semplice fatto «che sono i loro nipoti». Con i figli erano coinvolti sentimentalmente ogni giorno in tutto quello che facevano. Come nonni si sentono liberi di amare i loro nipoti e di goderseli.
Con l’età aumentano anche la saggezza e le capacità. Avendo imparato dai propri errori, può darsi che i nonni ci sappiano fare coi nipoti più di quanto abbiano fatto coi figli. Va da se che un legame sano e affettuoso fra nonni e nipoti è necessario per il benessere emotivo e la felicità di tutt’e tre le generazioni. I nonni che si immedesimano nel loro ruolo provano un maggior senso di benessere fisico e psichico.
Sono molti i campi in cui i nonni possono rendersi utili. Possono sostenere i figli sposati che si trovano in difficoltà. E possono fare molto anche per i nipoti. Spesso è il nonno a raccontare quegli episodi che fanno conoscere al bambino la storia delle sue famiglie d’origine. Spesso i nonni fungono da fidati consiglieri. E oltre l’80 per cento degli adolescenti considera i nonni dei confidenti e gran parte dei nipoti adulti mantengono contatti regolari con i nonni a cui sono più legati. Un nonno affettuoso può essere particolarmente importante per il bambino che non riceve le debite attenzioni a casa.
Un tempo il ruolo dei nonni era considerato «piacevole ma senza responsabilità». Da uno studio è emerso che il prendersi cura dei nipoti crea notevole stress ai nonni, e l’86 per cento dei 60 nonni intervistati ha riferito che si sente depresso o ansioso per la maggior parte del tempo. Le tensioni sono accentuate dal fatto che alcuni bambini che i nonni «ereditano» sono tra i più bisognosi d’aiuto, i più danneggiati emotivamente e i più arrabbiati della nostra società.
Purtroppo alcuni nonni si lamentano che il loro lavoro di custodi e bambinai sia dato per scontato. Altri ritengono che non li facciano stare abbastanza con i nipoti. Molte volte problemi penosi come questi si possono prevenire se i familiari mostrano amore e rispetto reciproco.
A proposito, visto il ruolo faticoso e determinante dei nonni perché dovremmo onorarli soltanto una volta l’anno?