Dal Colosso di Rodi al tempio di Artemide le «vere» meraviglie

Ecco le le vere sette meraviglie del mondo.
IL COLOSSO DI RODI
Sul porto dell'isola di Rodi, nel mar Egeo, si ergeva una statua chiamata Colosso. Era alta più di venti metri. Un giorno però ci fu un violento terremoto che distrusse completamente il Colosso.
IL TEMPIO DI ARTEMIDE
I Greci costruirono in onore di Artemide, dea della caccia, un tempio di marmo bianco e rilucente d'oro, che era così alto che fu detto «alto come le nuvole», e vi posero la sua statua. Oggi si possono vedere le sue rovine ad Efeso, in Turchia.
LA PIRAMIDE DI CHEOPE
È il mausoleo del Faraone egiziano Cheope. Era alta come le montagne e occupava una superficie pari ad otto campi di calcio. Non si sa come gli egizi abbiano fatto a costruirla: è l'unica delle sette meraviglie che sta ancora in piedi.
IL TEMPIO DI GIOVE
Migliaia di anni fa la gente credeva che un dio chiamato Giove regolasse l'andamento del cielo e del tempo. Allora Fidia, il famoso scultore greco, costruì una statua in suo onore. Fu distrutta nei secoli successivi.
IL FARO DELL'ISOLA DI FARO
Nell'isola di Faro si erigeva un gigantesco faro che, moltissimi anni fa, un terremoto fece crollare nel Mar Mediterraneo. Alla base di questo faro c'era una smisurata fortezza, di trecento stanze, da cui i soldati si difendevano dalle navi nemiche.
I GIARDINI SOSPESI DI BABILONIA
Tanto tempo fa, nella terra di Babilonia, viveva un re chiamato Nabucodonosor. Sposò una bellissima principessa di un'altra terra e la condusse a Babilonia, la capitale del suo regno. Per lei fece costruire dai suoi architetti i giardini più belli del mondo che sembravano sospesi nell’aria.
LA TOMBA DI MAUSOLO
La tomba d'oro e di marmo di un re che si chiamava Mausolo sembrava un grande palazzo. Quando il re morì, la regina ordinò per lui una tomba che doveva essere conosciuta e ammirata in tutto il mondo. Oggi il nome Mausolo resta nel nostro linguaggio nella parola «mausoleo».