In coma sulle scale, niente soccorsi

Sanremo: un 47enne cade dalle scale del suo palazzo e resta sdraiato a terra per 10 ore nell'indifferenza dei condomini, che scavalcano il corpo e non avvertono nessuno. L'uomo è in fin di vita all'ospedale. Possibile inchiesta per omissione di soccorso

Sanremo - Cade dalle scale. Resta dieci ore sdriaiato a terra: in coma, con la testa immersa in una pozza di sangue. Ma nessuno fa nulla. Dramma dell’indifferenza a Sanremo dove un uomo di 47 anni èaduto dalle scale dello stabile dove abitava ed è rimasto per 10 ore in coma sul pianerottolo senza che i vicini lo soccorressero. È successo in via Corradi, nel centro storico di Sanremo. Secondo una prima ricostruzione, l’incidente sarebbe avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì, ma a dare l’allarme, intorno alle 11 della mattina seguente, è stata l’ex compagna del 47enne che, tornando a casa, ha trovato il corpo di Bruno Fazzini, ex panettiere, riverso a terra, apparentemente privo di vita.

Indifferenza I condomini, invece, pensando che fosse semplicemente ubriaco e stesse dormendo, avrebbero addirittura scavalcato il corpo dell’uomo, per guadagnare l’uscita. Ad avallare questa ipotesi, il ritrovamento, nella pozza di sangue, di un’impronta di una scarpa che, secondo gli inquirenti, apparterrebbe proprio a un vicino di casa. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno trasportato il 47enne all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, dov’è tuttora ricoverato in fin di vita.

Inchiesta Sulla vicenda indaga il commissariato di polizia di Sanremo, che invierà un rapporto dettagliato alla procura della Repubblica. Spetterà invece al magistrato stabilire se ci siano gli estremi per denunciare i condomini per omissione di soccorso.