Crisi, monito del Papa: è nata dalla cupidigia

"La radice di tutti i mali, l’unica radice di
tutti i vizi è la cupidigia - ha detto il Pontefice - alla luce della presente crisi economica mondiale
questa analisi rivela tutta la sua attualità"

Città del Vaticano - È la "cupidigia" la "radice di tutti i vizi e di tutti i mali" e sta dietro anche alla "crisi economica mondiale". A sottolinearlo è Papa Benedetto XVI, nel corso dell’udienza generale del mercoledì, in piazza San Pietro, dedicata alla figura di Sant’Ambrogio d’Autpert. Ambrogio denunciava come "la avidità dei ricchi e dei potenti nella società del suo tempo esistesse anche all’interno della anime dei monaci", ha aggiunto il Papa.

"La radice di tutti i mali, l’unica radice di tutti i vizi è la cupidigia - ha spiegato il Pontefice - alla luce della presente crisi economica mondiale questa analisi rivela tutta la sua attualità: vediamo infatti che proprio da questa radice della cupidigia è nata tutta questa crisi". "In un’epoca di forte strumentalizzazione politica della chiesa - ha poi aggiunto Ratzinger - in cui tribalismo e nazionalismo sfiguravano la chiesa; in mezzo a queste difficoltà che conosciamo anche noi, Ambrogio ha saputo scoprire il vero volto della Chiesa nei santi".