Criticato, il Papa replica a chi condanna l'apertura ai luterani

Francesco verso la Svezia. "Nelle prospettive rigide non c'è possibilità di riforma"

Papa Francesco lo aveva già detto mesi fa, tornando dall'Armenia. "Credo che le intenzioni di Martin Lutero non fossero sbagliate. Era un riformatore". Dichiarazioni, quelle del Santo padre, che non tutti avevano ben digerito, tanto che ora che si approssima quella visita in Svezia che il Vaticano aveva già annunciato, tornano a farsi sentire le voci del dissenso.

"Non si può essere cattolici e settari", risponde ora il Papa a quei cardinali che, alla vigilia del viaggio apostolico, lo criticavano per la scelta di partecipare alla commemorazione dei 500 anni dalla riforma luterana-

Se il prefetto dell'ex Sant'Uffizio, cardinale Gerhard Muller, aveva sostenuto che "per un cattolico non c'è nulla da festeggiare", in un'intervista alla rivista dei gesuiti svedesi Signum, il Pontefice replica parlando dei "meriti" di Lutero e di una sfida spirituale per le Chiese "invecchiate".

In Svezia, Francesco rimarrà un giorno più del previsto. "La mia attesa è quella di riuscire a fare un passo di vicinanza, a essere più vicino ai miei fratelli e alle mie sorelle", dice. E sottolinea quanto sia importante "camminare insieme", per "non restare chiusi in prospettive rigide, perché in queste non c'è possibilità di riforma".

Commenti

Totonno58

Ven, 28/10/2016 - 18:23

Immenso

Ritratto di AntonioDaPadova

AntonioDaPadova

Ven, 28/10/2016 - 18:50

Prima o poi ci sarà l'apertura alla dea Kalì.

Trinky

Ven, 28/10/2016 - 18:55

mano male che è da anni che io il mio 8x1000 lo do ai luterani.....

Ritratto di rapax

Anonimo (non verificato)

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 28/10/2016 - 18:58

A queste cose il papa deve pensare,non alla politica o ai clandestini a meno che ne voglia accogliere qualcuno.

ziobeppe1951

Ven, 28/10/2016 - 19:04

Per non prendere fischi si fa pure luterano...quando torna ridiventa imam

Cheyenne

Ven, 28/10/2016 - 19:18

io sono un agnostico e stimo moltissimo Lutero che in buona parte aveva ragione da vendere. Ma è acqua passata. Il capo della chiesa cosiddetta cattolica DEVE fare il CAPO e non il BUFFONE chiedendo perdono a destra e a manca. Costui ha fatto più danno al cattolicesimo in pochi anni di quanto glia altri papi hanno fatto in millenni.

asalvadore@gmail.com

Ven, 28/10/2016 - 19:21

Non erano o sono logiche settarie, sono state bugie e menzogne di cui ho appreso, durante una interrotta catechesi, da mia madre luterana. Purtroppo il sottobosco cattolico che é pieno di invenzioni e falsitá lo ho ritrovato nel liceo dell'Opus Dei dove era iscritto mio figlio, che ho subito cambiato di scuola. Il papa matto chiama logica settaria cio che ancora oggi é il vento fetido della maledicenza in cui i gesuiti, e lui lo sa meglio di altri, erano maestri.

Ritratto di gino5730

gino5730

Ven, 28/10/2016 - 19:25

Fra tutti i suoi sproloqui ,il Papa ha detto una cosa giusta e condivisibile,la "riabilitazione " di Lutero e della confessione protestante.Da quando regna ha finalmente ammesso che non è cattolico,nemmeno protestante ma segue una religione personalissima

venco

Ven, 28/10/2016 - 19:37

Negativo, questo tizio non sa cosa sia la Chiesa Cattolica e cosa sia la fede cristiana.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 28/10/2016 - 19:52

Se è amico dei muslim, cosa vuoi che siano i luterani? Tutti amici. Ma le loro religioni che dicono della nostra? Peste e corna? i vogliono eliminare? Che buoni che sono loro!

killkoms

Ven, 28/10/2016 - 20:20

sta letteralmente svendendo la cattolicità!

pier1960

Ven, 28/10/2016 - 21:04

la chiesa riconosce i danni che ha prodotto nel corso della sua bimillenaria esistenza. Peccato che lo faccia con 400 anni di ritardo. Nel 2416 ammetterà che aver favorito l'invasione dell'italia non è stata una cosa cristiana

pier1960

Ven, 28/10/2016 - 21:05

franceschiello sempre in giro per il mondo e noi tra clandestini e terremoti...bella la vita del papa

Tarantasio

Ven, 28/10/2016 - 22:10

il papa ospita sempre i suoi cari fratelli in casa d'altri, pretende che vengano loro spalancate porte e finestre e minaccia chi gli dice che essere cristiano non vuol dire lasciarsi distruggere la casa ... lo ha fatto in Italia e adesso pure in Svezia dove, secondo lui, c'è spazio per tantissimi altri fratelli e cugini. Così dopo aver portato divisioni nella chiesa di roma, ora ci prova con quelle protestanti.

nopolcorrect

Ven, 28/10/2016 - 23:13

Don Giuseppe, il parroco del mio paese mi diceva sconfortato: "Ma come, ci avevano insegnato che Lutero era un eretico, scomunicato, e ora lo fanno quasi diventare un Dottore della Chiesa? Boh..."

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 28/10/2016 - 23:21

Ed in questo caso ha perfettamente ragione. Se ci fosse stato un papa diverso, piú tollerante e piú dialogante la chiesa avrebbe accolto le tesi di Lutero. Non dimentichiamoci che il quel periodo la curia romana viveva scandalosamente. La vendita delle indulgenze poi era quanto di piú abberrante potesse esserci. La curia aveva una grande necessitá di fondi per costruire San Pietro e per concedersi i lussi scandalosi nei quali viveva. Come procurarseli se non con le indulgenze carpendo la credulitá popolare. Ma col senno di poi.....

Ritratto di tridentino

tridentino

Ven, 28/10/2016 - 23:25

L'unità della chiesa deve riformarsi attorno alla verità, cioè attorno alla fede cattolica, l'unica vera l'unica fondata da creisto. per l'ennesima volta q

Ritratto di tridentino

tridentino

Ven, 28/10/2016 - 23:34

L'auspicata unità della chiesa può avvenire soltanto attorno alla vera fede.Quella cattolica. La rivoluzione protestante promossa dal frate suicida è stata animata dalla ribellione superba di questo pazzo e dagli interessi dei principi tedeschi.I loro insegnamenti erano e sono eretici. Una unità animata dalla dottrina ecumenica, cioè dal compromesso in materia di fede è una unità falsa poiché fondata sull'errore e non sulla verità. Come disse l'IMMENSO (lui si) Pio XII della Humani Generis (enciclica che condannava tra l'altro l'ecumenismo) l'ecumenismo ci avrebbe uniti tutti si, ma nella rovina.

paolonardi

Ven, 28/10/2016 - 23:36

Questo puo' essere sopportabile; in fondo sono cristiani anche loro e quindi condividono i valori che hanno fatto grande l'occidente. Non e' invece accettabile il leccapiedismo del falso papa verso una religione che predica il ritorno a valori caratteristici del medioevo che abbiamo superato da sei secoli.

Ritratto di tridentino

tridentino

Ven, 28/10/2016 - 23:40

Per la salvezza è necessaria l'appartenenza alla Chiesa cattolica romana apostolica che è UNA e SANTA come lo stesso Bergogno ripete (evidentemente senza crederci)ad ogni messa. Cristo ha fondato una sola chiesa la SUA. Le altre chiese non appartengono a Cristo ma alla superbia degli uomini che si sono staccati da essa. Sfido chiunque a negare che prima di ogni scisma la chiesa era unita sotto la guida del papa e professava la fede cattolica. L'unica unità possibile ci sarà quando gli eretici ripudieranno i loro errori e ritorneranno alla fede cattolica.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Sab, 29/10/2016 - 05:50

Tu non sei il mio papa.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Sab, 29/10/2016 - 05:56

Bergoglio sta sempre a criticare la chiesa, soltanto lui e' perfetto: ecco, solo adesso ho capito.

rossini

Sab, 29/10/2016 - 08:29

E così questo Bergoglio, dopo aver sdoganato l'Islam, ha sdoganato anche Martin Lutero. Ma, a questo punto, che senso ha essere e sentirsi Cattolici? E lui, che dovrebbe essere il successore di Pietro in terra, che ruolo svolge? Quello di Curatore Fallimentare del Cattolicesimo? Si accomodi. Io e tanti altri non lo seguiremo su questa strada, che come tutte quelle lastricata di buone intenzioni, conduce pur sempre all'Inferno. E non lo finanzierò più col mio 8 per 1000.

pier1960

Sab, 29/10/2016 - 09:00

la chiesa cattolica è l'istituzione più chiusa, maschilista, avida di ricchezze e potere del mondo... bello sforzo riconoscere dopo 400 anni i propri errori...peccato che ci sia stata l'inquisizione oltre al resto

billyserrano

Sab, 29/10/2016 - 11:02

Secondo me papa Francesco fa bene ad avvicinare i protestanti, e dovrebbe farlo anche con gli ortodossi. I cristiani devono essere uniti. Non dimentichiamo che Pietro e Paolo litigavano, perchè Paolo voleva diffondere il messaggio cristiano a tutto il mondo, Pietro invece era un tipo chiuso e non era d'accordo, voleva portare la buona novella solo agli ebrei perchè solo loro avevano la legge ed erano circoncisi. Le chiusure non fanno mai bene, al contrario le aperture e la disponibilità a parlarne sono sempre foriere di buone cose.

Ritratto di rosario.francalanza

Anonimo (non verificato)

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 29/10/2016 - 11:44

Si può dialogare, ma rimane il problema del culto dei Santi, delle immagini e del ruolo di intermediazione della Chiesa. Non è cosa da poco. Uno dei due interlocutori deve 'cedere'

pinuccino99

Mer, 02/11/2016 - 10:40

Mi dispiace che fra i lettori del "Giornale" vi siano tante persone che senza aver letto e meditato i testi del Nuovo Testamento, si atteggiano a cattolici fondamentalisti per sentito dire. La chiesa cattolica non è come un partito politico che deve conquistare posizioni di potere o deve difendere la propria ideologia. Il Papa ma anche i Pope ortodossi ed i Vescovi Anglicani o Luterani o Pentecostali ecc DEVONO RISPONDERE A GESU' CRISTO e non ai credenti politicamente corretti e meno male.... Noi tutti dobbiamo rispondere a Gesù Cristo e non al Papa o Pope o Vescovi ecc.ecc. dei nostri comportamenti . Meditate gente, meditate ..