15enne romano suicida: vessato perché omosessuale

Dopo un anno di insulti e provocazioni, anche su Facebook, si è suicidato davanti al fratello minore. Gay Center al governo: "Servono politiche mirate"

Arcigay

Vessato dai compagni di classe, rimproverato da un'insegnante per la sua omosessualità, un quindicenne romano si è tolto la vita, impiccandosi con una sciarpa davanti al fratello minore.

Un anno di risatine, commenti poco gentili da parte dei coetanei. E la professoressa che, a poche ore dalla sua tragica fine, lo rimprovera in aula per avere usato uno smalto per le unghie. In più una pagina facebook, come scrive l'Huffington Post, creata apposta per denigrare il "ragazzo dai pantaloni rosa".

Un brutto caso di intolleranza verso una scelta sessuale diversa, che è culminata nel suicidio del ragazzo. E che ora porterà all'indagine della polizia sui gestori della pagina su Facebook, che potrebbero essere accusati anche di istigazione al suicidio. Sui social avevano pubblicato anche la zona dove viveva il quindicenne. Nonché nome e cognome.

Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center, ieri si è recato nel liceo dove studiava il ragazzo. E ha lanciato un appello ai ministri Francesco Profumo ed Elsa Fornero: "Molti non sanno cosa significhi essere presi in giro per il proprio orientamento sessuale. Servono strategie mirate".

Questa sera una fiaccolata da San Giovanni in Laterano al Liceo Cavour ricorderà il ragazzo. La procura di Roma ha nel frattempo avviato un indagine, dopo la denuncia del Gay center. A esprimere cordoglio per la tragica fine del ragazzo anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno: "La notizia del suicidio di un ragazzo di quindici anni, a quanto risulta, per una sorta di discriminazione omofobica alla quale sarebbe stato sottoposto, è una tragedia per tutti. Lo è per la città, che conta la perdita di un’anima evidentemente troppo sensibile. Lo è per la famiglia del ragazzo, alla quale va la nostra vicinanza. Ma lo è anche per i compagni di scuola e i professori di questo ragazzo, vittima dell’ignoranza, prima ancora che del bullismo".

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 22/11/2012 - 13:31

Più martelleranno con la propaganda omosessuale, più gli imbecilli, se non altro per il rifiuto di qualsiasi forma di coercizione, rifiuteranno in maniera tanto becera gli omosessuali. Gli omosessuali stiano tranquilli e la piantino con gli isterismi e le rivendicazioni inaccettabili (tipo figli e famiglia).

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 22/11/2012 - 13:34

Be andando a scuola con lo smalto rosa ,qualcosa deve pure mandare giu , non tutti sono capaci di rimanere zitti.Da piccolo portavo gli occchiali(grande cosa il lasik)e a scuola tra" poca luce" e "quattrocchi´" GLI SFOTTO erano all ordine del giorno. Ma mai motivo di suicidarmi .Quello che non capisco questi son giovani moderni provocano e poi si suicidano :Ma non e il caso di farne una colpa alla societa, se qualcuno e colpevole lo si vadi a cercare in altre parti.

Valerio64

Gio, 22/11/2012 - 13:54

Concordo appieno con il posti di Ausonio.Perfetto Quindi anche 'sto giornale la smetta di gettonare il mondo "gay"...

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 22/11/2012 - 14:06

Mi spiace per questa giovane vita persa in modo così assurdo.I colpevoli principali sono i gay che, manifestando apertamente e, reclamando a gran voce diritti inesistenti, finiscono per convincere giovani come quel ragazzo che si trova in una società in cui essere gay e dimostrarlo apertamente è comunemente accettato. Le cose, giustamente, ma purtroppo per quel ragazzo, non stanno così. I gay possono essere tranquillamente gay nella nostra società ma non devono provocare il senso comune altrui con aperte manifestazioni di omosessualità, la loro natura la devono mantenere nella loro sfera privata e non renderla pubblica. Molte persone comprensibili o pazienti possono accettare alcuni eccessi ma i giovani sono crudeli, perchè non ancora maturi, nelle loro manifestazioni di disprezzo per qualcosa d'innaturale. Non hanno la stessa pazienza e capacità di sopportazione di chi accetta, entro certi limiti, comportamenti fuori dalla norma. I genitori di quel ragazzo, conoscendo la sua natura, avrebbero dovuto farglielo capire fin dall'inizio a non dimostrarsi pubblicamente, specialmente in mezzo ai suoi coetanei.

Ritratto di Ninaninafvg

Ninaninafvg

Gio, 22/11/2012 - 14:08

Queste cose sono sempre accadute, io ero alle superiori 25 anni fa e un ragazzo effeminato veniva puntualmente preso in giro. Quella volta per fortuna non c'era l'orrore dei social network su cui denigrare (per usare un eufemismo)pubblicamente le persone e fra "sfigati" si faceva gruppo senza dare troppa importanza ai bulli.

enpassant

Gio, 22/11/2012 - 14:15

>> Ausonio, commenti parrechi su questo giornale ma non ho ancora letto qualcosa di sensato o buon gusto. Magari sei talmente defficente di anche comprare sto giornale. Tu dici ai gay 'non rivendicate diritti inacceptabile (da te;)) e cosi no sarette vittime di ostracismo' e io ti dico: no scrivere cazzate e cosi no ti farai trattare da defficienti. Ma come avrai il tuo bolletino nell'urna compta come il mio (anche se non vottiamo nello stesso paese) le tue espressione vanno combatutte. "Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, ed io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare. " Bertold Brecht

Totonno58

Gio, 22/11/2012 - 14:34

Fino a quando in Italia non verrà promulgata una legge contro l'omofobia (come contro la tortura..dobbiamo riconoscere che vantiamo molti record negativi in Europa), dobbiamo solo vergognarci!

Ritratto di mistereaster

mistereaster

Gio, 22/11/2012 - 14:38

quoto a mille stock47 ... magari lo smalto se lo poteva risparmiare..

therock

Gio, 22/11/2012 - 14:58

non riuscite a fermare la vostra intolleranza e la vostra grettezza neanche davanti a un ragazzo di quindici anni suicida...vergognatevi!!!!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 22/11/2012 - 14:58

Diritti inaccettabili ed imposizioni di culture. Entrambi esistenti solo nelle mente bacate.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 22/11/2012 - 14:58

Diritti inaccettabili ed imposizioni di culture. Entrambi esistenti solo nelle mente bacate.

Noel66

Gio, 22/11/2012 - 15:01

Alessandro Magno, Leonardo de Vinci, Michelangelo...potrei continuare con altri nominativi di personaggi straordinari e strordinariamente omosessuali,e mi sembra che abbiano fatto qualcosa di straordinario nella loro esistenza. Ed oggi vorremmo che se ne stessero zitti zitti e nascosti per non farci arrossire. Ma non e' veramente possibile immginare una societa' aperta ad ogni liberta'? Ma chi lo ha detto,a parte la religione in ogni sua forma,che l'omosessualita' non e' normale? Amare una persona,non importa di quale sesso,e' di fatto l'unica differenza tra l'uomo e la bestia. Ammetto che non mi piacciono le manifestazioni tipo il GayPride,esattamente come non mi piacciono le tette fino all'ombelico esibite da molte "matrone" sulle spiaggie,ma non per questo penso che gli omosessuali debbano vivere una vita sottotono e nascosta,questa morale ripugnante la lascio volentieri alla Chiesa,a mio avviso colpevole di ven piu' gravi colpe,nel corso della storia. Sono etero e voglio trasmettere tutta la mia solidarieta' alla famiglia del povero giovane,morto suicida con la dola colpa di non volersi nascondere.

chiara 2

Gio, 22/11/2012 - 15:14

che schifo certi commenti sulla pelle di un ragazino. che poi sono gli stessi INTOLLERANTI che trovano giusto negare che esista violenza di carattere sessista verso le donne. fate un po' i conti con che razza di trogloditi abbiamo a che fare

claudio faleri

Gio, 22/11/2012 - 15:14

questo è pane per la sinistra........ma si tratta solo di rispetto ed educazione, a scuola tutti sonostati presi ingiro per qualcosa, smettano però di fare della retorica sugli invertiti, chi crede ale tirate della sinistra, cade nel giochino costruito ad arte per aumentare i voti a loro non interessa degli invertiti ma neppure di chi lavora, sono il peggio del peggio, chi usa il cervello capisce che oggi le ideologie sono finite viviamo in una società tecnologica, è importante avere il denaro per vivere decorosamente,

claudio faleri

Gio, 22/11/2012 - 15:14

questo è pane per la sinistra........ma si tratta solo di rispetto ed educazione, a scuola tutti sonostati presi ingiro per qualcosa, smettano però di fare della retorica sugli invertiti, chi crede ale tirate della sinistra, cade nel giochino costruito ad arte per aumentare i voti a loro non interessa degli invertiti ma neppure di chi lavora, sono il peggio del peggio, chi usa il cervello capisce che oggi le ideologie sono finite viviamo in una società tecnologica, è importante avere il denaro per vivere decorosamente,

BlackMen

Gio, 22/11/2012 - 15:25

Ancor più dei commenti da "integralisti islamici" che si leggono mi spaventa il giornalista, laureato, che scrive: "Un brutto caso di intolleranza verso una SCELTA sessuale diversa". Non si può nel 2012, in un paese civile, ancora sostenere che l'omosessualità sia una scelta. E' inaccettabile!

enpassant

Gio, 22/11/2012 - 15:43

claudio faleri >> se pensi che l'ipod ipad inan ti rendono (e magari le scarpe Prada e mutande CK) ti rendono felice, allora esprimendoti meglio, sei volgare come Ausonio. In Europa manca cultura, civiltà nel senso di saper vivere insieme, ti parlo di cultura che non acquisice a scuola ma trovi spesso frequentado paesani toscani o napoletani di quartieri spagnoli. Cultura e umanità delle quale mi sembri privo. Povero T.

The_Dark_Inside

Gio, 22/11/2012 - 16:02

Diciamo le cose come stanno: non è stato vessato perchè omosessuale, ma perchè la sua omosessualità la ostenteva sfacciatamente e gratuitamente con smalti e simili. Ora, il bullismo va condannato sempre e comunque, ma una cosa è non essere costretti a nascondere la propria omosessualità nell'ambito di una storia con un compagno -se due si vogliono bene, perchè non tenersi per mano in pubblico?- un conto è una ostentazione gratuita e fine a sè stessa delle proprie preferenze. Allora, perchè dovrebbe intervenire lo Stato con leggi speciali pro-gay quando l'interessato era perfettamente in grado di evitare risatine e molestie semplicemente evitando di truccarsi come una femminuccia? Comunque, condoglianze ai genitori.

Fz

Gio, 22/11/2012 - 16:07

@mistereaster sei veramente da denuncia. Scrivi ad un 15enne che "magari lo smalto se lo poteva risparmiare".. Ma sei impazzito? Ho veramente paura di individui come te, Ausonio, Valerio64 e stock47.. avere a che fare con bigotti come voi mi spaventa.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 22/11/2012 - 16:17

non lasciamo soli questi giovani che hanno bisogno di aiuto. l'omossessualita' e' una malattia che non deve essere avallata da meschini organizzazioni. Al tempo stesso non dobbiamo deridere ed isolare il soggetto (soprattutto il giovane che puo' essere recuperato) poiche' tutti noi abbiamo il dovere di aiutare l'uomo o la donna che si sono smarriti. Societa' ipocrita la nostra che affibbia agli omossessuali la definizione di ''gay'' (gaio) quando al contrario, i sintomi tipici della malattia stessa sono depressione e mancanza di autostima. Il fatto di vederli allegri e svagati, ci dovrebbe far meditare sul fatto che sono in realta' esseri umani csofferent e bisognosi di cure.

maxmello

Gio, 22/11/2012 - 16:25

Rimango, e difficilmente uso questa parola, basito da alcuni commenti che nel XXI secolo qualcuno ha ancora il coraggio di fare. Che menti grezze ed aride posso partorire pensieri cinici come i vostri? E voi vi ritenete gli alfieri della libertà?A questo punto quando una ragazzina viene violentata, per voi mettendosi una minigonna, se la è andata cercando? Visto che questo ragionamento fa il paio con i vostri commenti per lo smalto sulle unghie che metteva quella povera creatura, immagino di si. Come possiamo prendercela con i politici che abbiamo, quando i loro elettori sono persone incapaci di concepire un pensiero gentile e di vicinanza anche di fronte ad una tragedia come questa arrivando a giustificare e comprendere l'ingiustificabile e l'incomprensibile per l'incapacità ideologica di tollerare tutto ciò che è diverso? Il vostro pregiudizio e la vostra intolleranza sono agghiaccianti.

marco87

Gio, 22/11/2012 - 16:30

questo ragazzino si è suicidato per colpa dei compagni, di quell'insegnante, e di tutte quelle persone come chi ha scritto certi commenti quì sopra, siete voi la causa di queste cose, vergognatevi veramente, cosa ha fatto di male questo ragazzo? si è messo lo smalto? e questo vi disturba? vi disturba che abbia usato il suo corpo come a lui sembrava giusto fare? a voi cosa cambia? cosa vi porta a deriderlo e a giudicarlo? ha lui dei problemi che decide cosa fare di se stesso? ognuno al mondo è libero di fare ciò che vuole di se stesso, basta che non vada a ledere gli altri! a me sembra questa la linea da seguire, voi scrivendo questi commenti state ledendo tutti gli omosessuali come me, state ledendo la memoria di questo bambino, state ledendo i suoi genitori, anche se poi vi parate il culo dicendo condoglianze ai genitori. dimostrate di essere uomini, di non avere paura di chi è diverso da voi, e lo farete solo accettandoli, qualsiasi gesto di discriminazione è segno di paura da parte vostra, quindi per una volta fate gli uomini.... abbiate il coraggio di accettare le differenze... il mondo è fatto di diversità, è per questo che è così così bello!

Noel66

Gio, 22/11/2012 - 16:30

Blackman,tu scrivi di civilta. La nostra civilta',se ne abbiamo una,ha radici profonde,si puo' dire che l'alba sia stata l'antica Grecia,appunto denominata "culla della civilta'". Sappiamo per certo che a quei tempi l'amore era un sentimento nobile,non importava a chi era riposto,filosofi,matematici,poeti e guerrieri avevano amanti dello stesso sesso,e tutto era in armonia. Non c'erano cattolici,islamici,nazisti e comunisti. Non e' forse questo il nocciolo della questione? Queste dottrine hanno fatto,e continuano a fare,danni alle nostre menti. Chi ne e' libero,vive libero. Tutti gli altri appaltano la loro capacita' di giudizio. Amen

The_Dark_Inside

Gio, 22/11/2012 - 16:34

P.S. Mi sembra di ricordare che Michelangelo sia ricordato per la cappella che ha dipinto, non per quella che "gradiva". E quindi o mi dimostrate che Michelangelo ha avuto in appalto il lavoro solo perchè ha concesso le proprie terga al Papa, per cui se non fosse stato gay oggi non vedremmo l'opera, oppure è meglo smetterla di invocare i grandi del passato per cercare una legittimazione all'omosessualità, che invece con la "genialità" non ha nulla a che fare. Saluti.

chiara 2

Gio, 22/11/2012 - 16:52

Marco87...se vieni qui a cercare menti ragionanti su questi argomenti, stai fresco. Comunque ti quoto in pieno.

Ritratto di mistereaster

mistereaster

Gio, 22/11/2012 - 16:53

CARO FZ , IO NON SCRIVO AD UN 15 ENNE, scrivo in un blog pieno anche di coglioni come te che mi denuncia perchè ho detto che un ragazzo con le unghie smaltate magari si cerca gli sfottò giustamente ricevuti dai suoi compagni di classe.. ci fai o ci sei?? ti vesti da donna??? aaaaaaaaahh ho capito

vince50

Gio, 22/11/2012 - 16:54

Si però non facciamo discorsi complicati e volando troppo in alto.Che il ragazzo fosse gay sara stato un problema personale,ma mettere lo smalto e i pantaloni rosa eccche..zo,avrebbe dovuto sapere oppure essere consigliato che così facento si sarebbe esposto in modo ridicolo.Essere gay è una questione privata e che se ne frega,ma lo si può esserlo senza fare sceneggiate da vomito.

GianniGianni

Gio, 22/11/2012 - 17:18

Gli omofobi saranno contenti, vero? Aveva solo 15 anni e non faceva nulla di male e del male a nessuno. Meritava tutto questo per lo smalto e i pantaloni rosa?

Stefano Carlo A...

Gio, 22/11/2012 - 17:21

vince54.... essere gay è una questione privata..e essere etero invece è cosa pubblica?

Ritratto di StefOmega

StefOmega

Gio, 22/11/2012 - 17:23

Un messaggio rivolto a chi se la prende con il ragazzino: è di gente come voi che bisogna avere orrore e schifo, non degli omosessuali. Voi non avete la minima idea di cosa voglia dire essere vessati e sfottuti da tutti, quando si è così giovani. E vi assicuro che l'orientamento sessuale c'entra ben poco. Io avevo in classe i tipici bulletti che mi sfottevano perché andavo bene a scuola, e di tanto in tanto si rivolgevano a me anche con un gratuito "frocio". Io rispondevo a tono e le mie compagne di classe, alcune delle quali mie "alleate", ridevano, ma vi assicuro che a casa, ho pianto più di una volta. In camera mia, per evitare che mi vedessero i miei genitori, e dover così dare delle spiegazioni. Finchè al mondo esisterà gente schifosa come voi, che giustificherà gli aguzzini e colpevolizzerà le vittime, vivremo tutti in un mondo di merda, e che voi contibuite a mantenere tale.

Valerio64

Gio, 22/11/2012 - 17:24

Fz,non sai quello che dici:è questa cultura che aborro- che distrugge le persone facendogli passare per normale un inclinazione che non lo è.Aborro pure quelli che si scandalizzano e prendono di mira vessando le debolezze altrui come certi compagni hanno fatto con lui-,ma detto questo il problema rimane.Non si vedono ancora le conseguenze della negazione della differenza sessuale,ma andando avanti cos' assisteremo a crisi identitarie gravi,al diffondersi di problemi mentali.Questo è il punto che non vogliamo riconoscere.E il ragazzo è una VITTIMA. Mi fa orrore il modo come questi temi sono affrontati, buttati lì,COME QUESTO ARTICOLO e come da tempo fanno incessantemente gli organi di informazione,in pasta a facili commenti,senza analizzare il vero stato delle cose. Questo è il senso del mio intervento .Perchè, per quel che posso, io pregherò da adesso per l'anima di questo ragazzo che non c'è piu'! Lo faccia anche lei ,fatelo tutti voi perchè possa essere per mezzo della Misericordia di Cristo, riscattato...

lucasavona

Gio, 22/11/2012 - 17:25

Più leggo i commenti e più rabbrividisco nel vedere l'ignoranza di tanta gente!!! Leggo di "(...) Gettonare il mondo gay (...)", "(...) I genitori di quel ragazzo, conoscendo la sua natura, avrebbero dovuto farglielo capire fin dall'inizio a non dimostrarsi pubblicamente, specialmente in mezzo ai suoi coetanei.", "(...) lo smalto se lo poteva risparmiare (...)" o addirittura chi tira fuori la politica "(...) cade nel giochino costruito ad arte per aumentare i voti a loro non interessa degli invertiti [la sinistra, n.d.r.] (...)". Cari ragazzi: bravi!!! Nelle vostre parole si vede tanta apertura mentale, comprensione e metodo di ragionamento! Un conto è essere sfottuto per gli occhiali, per qualche chilo in più e per gli strafalcioni che si possono dire a scuola, un altro è che venga addirittura aperta una pagina facebook che lo prenda in giro! E qui è da decidere chi sia più deficente tra chi ha aperto la pagina e chi ha aderito! Purtroppo siamo in Italia e tutti devono dimostrare la propria mascolinità prendendo di mira il ragazzino di turno diverso dalla "norma". Tutti capaci ad insultare "il finocchietto", perchè l'ignoranza fa gruppo si sa!! Quello che mi fa rabbrividire sono anche gli insegnanti, che invece di contrastare con forza ed energia certi atteggiamenti, se ne stanno da parte impassibili! Siamo nel 2012 e veramente è una cosa raccapricciante sapere di certi fatti accaduti e, ancor più, leggere commenti di persone qui sotto che non hanno nulla a che fare con l'intelletto umano. Vergognatevi ragazzi, perchè la stessa cosa potrebbe accadere a vostro fratello, a vostra sorella, cugino e (anche se spero che non succeda mai a una persona ignorante come voi di riprodurvi) a vostro figlio!

Valerio64

Gio, 22/11/2012 - 17:34

Chiara2 si spieghi. Perchè è facile dar dei trogloditi a...Bisogna andare alla radice del problema perchè quel ragazzino-come tanti- sicuramente voleva capirlo e risolverlo anche se ancora non sapeva come (scelta sessuale a 15 anni fa ridere non trova?). Si legga il libro Luca Di Tolve,ex gay, capirà .Cordialità

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 22/11/2012 - 17:37

Ma non prendiamoci per i fondelli... Qua l'omosessualità non c'entra un bel niente, se uno se ne va in giro con lo smalto ed i pantaloni rosa è normale che venga preso in giro indipendentemente dall'orientamento sessuale. Se non la pensate così, recatevi a lavoro conciati a quel modo, poi vedete che commenti vi fanno i colleghi.

FrancescoEstela

Gio, 22/11/2012 - 17:40

OGNUNO DEVE SENTIRSI LIBERO DI VIVERE LA PROPRIA VITA COME VUOLE E SEMPRE RISPETTANDO LA LIBERTA' ALTRUI. E PER FAVORE....L'OMOSESSUALITA' NON E' UNA MALATTIA.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 22/11/2012 - 18:00

Maxmello Gio, 22/11/2012 - 16:25 esibirsi è cosa diversa dall’accettare l’omosessualità altrui non esibita pubblicamente. Tu scrivi di ragazzina che si mette la minigonna e trovi incredibile che qualcuno possa pensare di violentarla, ma credi che tutti gli uomini siano capaci di contenere i propri impulsi sessuali se qualcuno li eccita esibendosi? Una volta mentre ero fermo in strada mi è capitato di vedere una ragazzina prosperosa di 16 o 17 anni che indossava solo una camicetta trasparente senza niente sotto, in pratica un nude look. Nonostante che fossi una persona matura e con i miei impulsi sessuali sotto controllo mi sono eccitato lo stesso, volente o nolente. Quella ragazzina, con il suo modo di vestire, stava aggredendo gli impulsi sessuali del genere maschile e svergognando le donne che la vedevano, non era modo di comportarsi, quello, in pubblico. Maggiormente la cosa vale per gli omosessuali in pubblico. Qui non si tratta di diritti sulla persona o di mancanza di rispetto verso costoro, ma l’andare a cercarsele di proposito le rogne e, per di più, mancando di rispetto e infastidendo il comune senso del pudore altrui e dei comportamenti civili all’interno di una collettività.

Valerio64

Gio, 22/11/2012 - 18:00

lucasavona,si calmi e rilegga il mio post delle 17.25. E l'apertura mentale non è l'elisir di tutti i mali se lo ricordi. Certe aperture possono rivelarsi dannose-e io posso confermarglielo avendo conosciuto persone che,pur vivendo questo tipo di relazioni,erano insoddisfatte e ne sono uscite con un percorso terapeutico- soprattutto con i piu' deboli-come in questo caso un ragazzino- ed è questo il senso della mia frase da lei citata ,in spregio del modo di come e quanto male sono affrontati questi temi, poi alla mercè di commenti insulsi.saluti

max90

Gio, 22/11/2012 - 18:11

Alcune considerazioni espresse dai commenti sono francamente aberranti, siamo di fronte ad una vita che si è spezzata, non solo per il bullismo (c'è chi addirittura, arriva a giustificarlo, come se fosse un atteggiamento giustificabile), che riguarda non solo i gay ma le minoranze in generale, ma per una società retrograda, lontana dai principi di uguaglianza sanciti dalla costituzione e dalle più importanti carte dei diritti fondamentali, europee ed internazionali. Una società ANCORA profondamente influenzata dalla Chiesa Cattolica, in cui si parla di non naturalità, di peccato, sodomia, immoralità. Cosa dire poi dei vari "frocio" e "ricchione"? Epiteti di questo tipo purtroppo non sono confinati nelle scuole e nella tipica cattiveria dei giovani, ma sono parole espresse da alcuni nostri politici più o meno recentemente. E' questo che porta all'emarginazione e alla frustrazione, non il semplice bullismo tra i banchi di scuola, ma il non sentirsi accettati e rispettati dalla società e dalle istituzioni. E la cosa peggiore è che molti commenti qui sotto riflettono proprio il tipico e prevedibile atteggiamento italiota, anche di fronte ad una tragedia!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 22/11/2012 - 18:31

Ad ogni modo, nella pagina di facebook non lo sfottevano per l'omosessualità o per come si vestiva, ma per la grafia: CIT: "Purtroppo pretese di firmare il cartellone e gli fu concesso (grave errore) ma come di sua consuetudine lo fece con una calligrafia talmente di merda che si leggeva, per l’appunto QNDRIA IPERRACATINA." http://www.giornalettismo.com/archives/617769/la-pagina-facebook-che-sfotte-il-ragazzo-dai-pantaloni-rosa/ I problemi erano altrove.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 22/11/2012 - 18:32

Vorrei sapere chi pro o contro l essergay che non abbia problemi , non dico solo sessuali, finanziari, politici, familiari etct.Qui si sta commentando un adolescente che ,in ogni epoca e capitato lo stesso,non ha avuto le palle per affrontare la vita.AOOOOOOOOOOOOOOOOOO qua nescuno e fesso. Non si puo sempre piangersi addosso. Quindi con cinismo posso solo dire chi e causa del suo mal..... Io nelle favelas dirio de janeiro mi tolgo l orologio , anelli e casi vari.Lo stesso quando sono a Napoli. A buon intenditor..

Aristotele78

Gio, 22/11/2012 - 18:37

Per logica, sono perlopiù eterosessuali quelli che procreano e danno vita agli omosessuali. E sempre per logica, sono gli eterosessuali quelli che procreano ed educano persone irrispettose di altre persone e del loro modo di vivere. Quindi per logica, sono gli eterosessuali quelli a cui va tutto il mio doppio biasimo per fatti del genere, che sia o meno una questione di omosessualità.

GUGLIELMO.DONATONE

Gio, 22/11/2012 - 18:39

FrancescoEstela* L'omosessualità non è una malattia, non è una scelta, non è un'inclinazione, non è.......Ma per favore, vuole dirmi lei che cos'è? La ringrazio e saluto in attesa di leggerla.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 22/11/2012 - 18:51

"Gianni Alemanno: "... è una tragedia per tutti. Lo è per la città, che conta la perdita di un’anima evidentemente troppo sensibile. Lo è per la famiglia del ragazzo, alla quale va la nostra vicinanza. Ma lo è anche per i compagni di scuola e i professori di questo ragazzo,... "". Ma il sig. sindaco ha letto l'articolo dove dice che "Vessato dai compagni di classe, rimproverato da un'insegnante per la sua omosessualità, un quindicenne romano si è tolto la vita, impiccandosi con una sciarpa davanti al fratello minore"? E, dunque, come può il fatto essere sentito come tragedia da siffatti compagni di classe e da siffatti professori?

GUGLIELMO.DONATONE

Gio, 22/11/2012 - 18:56

Sono notevolmente avanti con gli anni e posso dire senza tema di smentita che gli omosessuali ci sono sempre stati, ma non ho mai sentito che qualcuno si fosse suicidato per questo. Soltanto da quando alcuni personaggi hanno deciso di rivelare questa loro "situazione", da quando ne hanno fatto motivo di "orgoglio" facendo del proselitismo ed esibendosi coram populo in assai discutibili manifestazioni che troppo di frequente si verificano "incidenti" di ogni tipo. Se venisse accolto il suggerimento di tornare ad una conduzione di vita più discreta, senza inutili lamentele e vittimismi, si potrebbe certamente tornare in mondo nel quale ognuno viveva tranquillamente la propria sessualità senza che periodicamente emergessero problemi del tutto assurdi e inaccettabili.

federica carelli

Gio, 22/11/2012 - 19:08

voi che scrivete queste autentiche cavolate dovreste solo vergognarvi . Direste le stesse cose se vostro figlio si fosse suicidato solo perchè impossibilitato a essere se stesso. Finchè ci sarà gente come voi in questo mondo, non andremo da nessuna parte . Dico questo perchè sono una donna, perchè sono un'attivista, perchè vedo tutti i giorni con i miei occhi la sofferenza dei miei amici omosessuali , il bisogno di confidarsi con qualcuno e perchè, a differenza vostra ,ho una sensibilità e una coscienza che non vi apparterà mai

federica carelli

Gio, 22/11/2012 - 19:12

ah, dimenticavo :auguro a coi ignoranti e deficiente, nonchè fascisti, le peggiori sofferenze . Solo cosi smetterete di scrivere stronzate, o coglioni ignoranti

Ritratto di xulxul

xulxul

Gio, 22/11/2012 - 19:13

Episodio grave. Inqualificabile. Ma anche la lobby gaia si faccia un serio esame di coscienza su un'altra vittima sacrificata alla "causa". Ancora: il preside e gli insegnanti dov'erano quando un ragazzo si abbiglia in quella maniera manifestando un profondo disagio esistenziale? Perchè, poi, non si è fatto denuncia alla polizia postale per oscurare l'ignobile pagina facebook? Una preghiera per questo povero ragazzo. Molto fragile psicologicamente. Ma è l'età conflittuale dell'adolescenza, dove con una sana educazione valoriale e con una presenza matura dei genitori e degli educatori, avrebbe potuto superare la fase omosessuale e di crisi di identità che caratterizza quella stagione della vita. Ma questo non toglie che l'omosessualità sia un problema serio. Curabile, per fortuna.

davidebravo

Gio, 22/11/2012 - 19:17

Ma davvero vi fanno così paura gli omosessuali? Tanto da etichettarli come malati, da imporgli di non farsi "troppo notare", da preferire che non esistano? Fatevi un esamino di coscienza, magari ipotizzando che, un giorno, vi nasca un figlio omosessuale, e che le vostre cinghiate non riusciranno a fargli cambiare idea.

chiara 2

Gio, 22/11/2012 - 19:28

Valerio64...certamente. Non è facile dare dei trogloditi, intanto, perchè a me personalmente fa' male vedere quante persone giustifichino atti di bullismo che hanno, comunque la si ponga, portato un ragazzino al suicidio. In seconda battuta, Lei ed io possiamo leggere tutto ciò che ci pare ma la verità è che un minimo senso di civiltà (ed in questo tanti italiani sono rimasti al Medioevo), per evitare di fare certi commenti beceri sulla morte di una creatura. Se poi a Lei sembra morale e sano un atteggiamento del genere, bene, io vivo in un altro mondo. Buon proseguimento di serata a Lei.

giovi bl

Gio, 22/11/2012 - 19:38

Che pena questi commenti bigotti!!! Neanche un bricciolo di pieta!!!possibile che davanti alla morte di un ragazzino le persone non pensino che questo non debba piu accadere!!l educazione verso il prossimo vale solo per chi fa paura?possibile che meriti piu rispetto un assassino o un ladro,di un ragazzo di 15 anni?Ma i nostri figli siamo sicuri di educarli bene?Nel 2012 e possibile pensare che ogni persona possa esprimersi, nel rispetto degli altri,come meglio crede?E un grande delitto smaltarsi le unghie? Mi raccomando,domani tutti qui a difendere i ladri di destra e i ladri di sinistra!!!( a seconda della parte politica)

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 22/11/2012 - 19:38

chi di noi non è mai stato preso in giro da piccolo? Mica ci siamo suicidati. Non intendo giustificare gli schernitori... ma siamo ragionevoli, non possiamo neanche creare uno stato di psicopolizia sempre pronto a incriminare qualsiasi cosa.

outer space

Gio, 22/11/2012 - 19:42

Okay, volete farmi incazzare evidentemente, e mostrarmi ancora una volta l’inciviltà che l’Italia ha, alla faccia della cultura Latina, alla faccia di tutto. Ma bravi! Una persona si suicida, e state ancora a giudicarla, comportamento maturassimo (chiarisco che è una frase sarcastica, non tutti, qui, potrebbero capire), scommetto che siete tutti grandi saggi stiliti (sapete cos’è uno stilita, vero?) Il bullismo va condannato a priori, come il cyber bullismo. Non è giusto che qualcuno venga deriso, sia per una malformazione fisica, sia per problemi economici, sia per lutti in famiglia, sia il proprio modo di porsi o la propria scarsa capacità di apprendimento. Stiamo parlando di un’età delicata, da cui la maggior parte di voi sembra lontana anni luci - e non per raziocinio e saggezza, mi duole informarvi di ciò, alcuni di voi sembrano di vedute limitate, con menti ottuse, e sappiate che non è offesa, ma come il mio cinismo/realismo mi impone di dire, una semplice costatazione. L’omosessualità NON È UNA MALATTIA, gli studi hanno dimostrato che è un fatto naturale, che induce alcune persone ad un diverso orientamento sessuale; la natura ha un suo perché. Hanno dimostrato che ad esempio in una famiglia, se il figlio è gay, sua sorella sarà più ‘fertile’. Capacità di sopravvivenza, alba dei tempi. Capito? L’omofobia è una malattia; è la paura di chi è diverso da noi. E sì, sono un’etero e mi batto fieramente per i diritti degli omosessuali, anche perché si possano sposare ed avere figli, perché non è detto che è meglio che questi bambini marciscano negli orfanotrofi, no? Altro esempio: Obama – il presidente degli USA, uno degli Stati più potenti al Mondo, non so se avete presente di chi parlo e della posizione geografica della Nazione – ha ricevuto una lettera di una bambina con genitori omosessuali, ha detto di essere continuamente presa in giro per questo. E sapete cos’ha detto quell’uomo fantastico? Non importa quello che dicono, non importa cosa pensa la gente, non importa chi sono i tuoi genitori o quanti ne hai, l’importante è che ti amino e si amino. E poi questi figli di eterosessuali sono tutta questa bravura/comprensione/genialità/sensibilità? Non mi pare. E mi fa schifo vedere un ragazzo e una ragazza baciarsi in pubblico, quello è indecente. Se dovete fare qualcosa, ci sono i motel, miei cari etero. Perché invece se due omosessuali lo fanno tutti a schifarsi? Coerenza, portami via! Altra cosa: ognuno è libero di vestirsi come gli pare. Se mi metto una minigonna non ti sto uccidendo, mi sto mettendo una minigonna, punto. Voleva vestirsi di rosa perché gli piaceva? Libero di farlo, assolutamente! Sinceramente non mi fa schifo, mi fanno più schifo i ragazzi di oggi, che vanno con i pantaloni calati sul culo e a volte anche le mutande (e sapete chi sono gli ‘iniziatori’ di questa moda? Gli OMOSESSUALI nelle carceri americane) e vi assicuro non è un bel vedere, assolutamente, come nemmeno le maglie scollatissime delle ragazze che mettono solo leggins. Loro lo fanno per mostrarsi, per ‘compiacersi’ di visioni che fanno risalire la bile lungo l’esofago, ma li attacchiamo, no? Non mi pare! E, altra cosa per i moralisti: se una ragazza si piace – per sua fortuna – e vuole uscire con minigonna, tacchi e maglietta non è una prostituta, ma una persona felice del suo corpo. La maggior parte delle volte si capisce se uno lo fa per apparire o per se stesso. Ma voi guardate il corpo, non i suoi gesti o gli occhi della persona. Altro punto per smalto e trucco: la stessa cosa. Sono un uomo, omosessuale/etero/bisex? Voglio truccarmi? Affare mio. I trucchi me li compro, non derubo nessuno. Sono una donna, voglio andare struccata, indifferente del mio aspetto? Ancora affare mio. Non ti piace ciò che vedi? Girati e non guardare senza giudicare, perché non è detto che tu sia Mister/Miss Mondo. E anche se lo fossi, per avvicinarmi alla religione, Gesù disse che chi non aveva peccati poteva scagliare la prima pietra. Siamo umani, sbagliamo, nessuno può, nemmeno Gesù l’ha fatto, quindi non credo che voi siate migliori. No, che gli altri offendo/giudicano non vi dà il permesso di farlo. Altrimenti, come qualcuno vi avrà già detto, ‘se il tuo amico si butta al pozzo che fai, lo segui?’. Non mi pare il caso. La cosa del truccarsi da ‘femminuccia’ di @The_Dark_Side fa capire che i più che commentano negativamente sono omofobici e maschilisti, se non misogini (WOW, complimenti vivissimi, scommetto che avete tutti un pass per la fiera italiana del ‘ Giudica anche tu l’anima del tuo prossimo’). Dire femminuccia dimostra come la parità dei sessi non ci sia. Se sono un maschiaccio sono una figa, ma se sono un ragazzo che si trucca sono una femminuccia. Le donne partoriscono, le donne il più delle volte mandano avanti la famiglia, le donne hanno dato il sostegno ai più grandi uomini della terra, le donne hanno una sensibilità che deriva da secoli all’ombra degli altri, le donne hanno comandato armate, all’alba dei tempi erano loro a regnare e sono state loro a inventare la birra. Sgarbi ha detto che è stata l’abitudine delle donne egizie di truccarsi a spingere i primi pittori. Quindi oggi non ci sarebbero grandi opere d’arte. Quindi, io mi e ci ringrazio a nome dell’umanità. E poi aggiungo ‘femminuccia’ erano le vostri madri, le vostre nonne, le vostre sorelle, le vostre mogli, le vostre amanti e le vostre figlie. Non vi sentite offesi se le chiamo femminucce? Poi dite femminuccia a donne come la regina Elisabetta (dai, così la sua guardia reale avrà ottimi motivi per praticare qualche tortura) o a Lucrezia Borgia, a Michelle Obama, a Virginia Woolf, a Giovanna D’Arco, alle partigiane, a vostra madre, che lo so che ci tenete, così capite che parole dispregiativa è. E spero seriamente che @marco piccardi scherzi, altrimenti devo veramente preoccuparmi della sanità mentale di voialtri! Sinceramente, per ricalcare la religione ed essere comprensibile in un Paese rovinato dalla Chiesa – Harry Potter da bandire? Please, Benedict, guardati ‘Supernatural’ e riparliamone! – penso che tutti siano stati creati da Dio, anche gli omosessuali: loro saranno premiati per essere stati loro stessi, voi … non so in che cerchio vi metterei, se fossi in Dante (piccolo chiarimento: sapete che i cerchi sono le divisioni dell’Inferno nella Divina Commedia, sì? Dubito che Dante fosse a favore dei gay, ma viveva nel Medioevo, non gliene faccio una colpa… ma a voi sì. Uomini moderni, cosa vi aspettate dalle generazioni future se vi rinchiudete nelle vostre menti chiuse come nel Medioevo si chiudevano nei castelli?) E sapete cosa vogliono dimostrare quando vi dicono che grandi pensatori, condottieri e uomini del passato sono stati omosessuali? Che non devono stare zitti, che sono parte attiva della società, che non sono minorati mentali come qualcun altro (ogni riferimento non è puramente casuale). Perché io non sono razzista, omofoba o altro. Sono solo razzista con chi la pensa così. Mi spiace. Non vi tollero. Non vi tollero affatto, e non m’importa se non mi tollerate anche voi, sappiate, non me ne frega proprio nulla, non vi sopporto come un’orticaria fastidiosa. Spero ci sia una medicina per ‘curarvi’, perché all’età della pietra erano più evoluti voi. Mi fate incazzare e devo stare male per l’idiozia altrui, come se non avessi problemi. E non posso che starci male, perché qui non c’è nemmeno l’ipocrisia di tutti nel ricordare il morto come perfetto. Si attacca e basta. Sono d’accordissimo con @Noel66 Sensibilizzatevi, leggetevi ‘Memorie di una Geisha’, ‘La Signora delle Camelia’, non parlano di omosessualità, ma sinceramente danno emozioni uniche, magari capite che non c’è solo ciò che appare, ma qualcosa oltre. Una mente. Una sensibilità. Spero che l’acquisterete, perché non tutti saranno disposti a sottostare a voi e alle vostre opinioni, ci potrebbero essere persone che vi risponderanno per le rime, e vorrei essere lì a battere loro le mani.

gi.lit

Gio, 22/11/2012 - 19:45

Fra ragazzi c'è spesso tanta cattiveria e tanto sfottimento per qualunque cosa. Non sorprende quindi che un giovane che ostenti la propria omosessualità possa rischiare di essere preso in giro dai compagni,a volte anche con una certa crudeltà. Ma ci sono ragazzini che si tolgono la vita sol perché bocciati o perché hanno litigato con la fidanzatina o perché vengono presi in giro per cose banali come l'insuccesso nello sport o per un difetto fisico o altre sciocchezze. Che vogliamo farci? E' la natura umana. Certo, gli adulti - insegnanti compresi - dovrebbero indurre i ragazzi ad un maggior rispetto reciproco, ma per favore smettiamola di fare demagogia mischiando questa tragedia alla politica sol perché questo povero ragazzo era omosessuale. .

gi.lit

Gio, 22/11/2012 - 19:45

Fra ragazzi c'è spesso tanta cattiveria e tanto sfottimento per qualunque cosa. Non sorprende quindi che un giovane che ostenti la propria omosessualità possa rischiare di essere preso in giro dai compagni,a volte anche con una certa crudeltà. Ma ci sono ragazzini che si tolgono la vita sol perché bocciati o perché hanno litigato con la fidanzatina o perché vengono presi in giro per cose banali come l'insuccesso nello sport o per un difetto fisico o altre sciocchezze. Che vogliamo farci? E' la natura umana. Certo, gli adulti - insegnanti compresi - dovrebbero indurre i ragazzi ad un maggior rispetto reciproco, ma per favore smettiamola di fare demagogia mischiando questa tragedia alla politica sol perché questo povero ragazzo era omosessuale. .

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 22/11/2012 - 19:46

Nell' antica Grecia l' omosessualità era accettata senza problemi. Però non avreste mai visto Parmenide fare carnevalate sconce tipo gay pride o rivendicare ABUSIVE E VIOLENTE PRETESE EGOISTICHE come l' adozione di bambini. I bambini meritano un padre e una madre. Così ha voluto la Natura e così dice il buonsenso. Chi sulla pelle dei bambini, che ricordo non sono giocattoli, vuole imporre sue pretese egoistiche non merita rispetto.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 22/11/2012 - 19:48

Chi si mette smalto e pantaloni rosa deve pur accettare il fatto di esser guardato quanto meno con curiosità e perplessità. Del resto se non volesse questo probabilmente non lo farebbe neanche. Cerchiamo di essere realisti per favore.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 22/11/2012 - 19:49

Noel66 Leonardo da Vinci non era omosessuale. Ma a prescindere.... non mi risulta che i grandi nel passato gli omosessuali cercassero di imporre egoistiche e stupide pretese come l' adozione di bambini, matrimoni o inscenassero squallidi gaypride. Se vuole fare paragoni, li faccia fino in fondo. Quanto meno per onestà

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 22/11/2012 - 19:51

@marco87 Hai ragione, sono delle bestie, me compreso che non riesce a far di più che rispondere a simili commenti fatti da animali che grugniscono e belano alternativamente. @Reinhard tu dici che è normale che venga preso in giro? certo da un anormale come te non ci si può aspettare altro. Vigliacchi e pezzenti intellettualmente

Inu-Yasha

Gio, 22/11/2012 - 19:53

Mi sto cominciando a scocciare della svolta PRO-GAY che sta prendendo il Giornale. Passi l'umana e cristiana pietà per una giovane vita che si spegne (cmq 'sto tizio farlo davanti al fratello.....), ma da qui a marciare con la bandiera arcobaleno CE NE CORRE.

Nomoto

Gio, 22/11/2012 - 19:57

A cominciare dal giornalista che definisce "scelta" ciò che scelta non é, ma é comprensibile dovendo tenersi buoni tutti i vermi che qui fanno certi commenti... Vergognatevi di esistere!

zmiro84

Gio, 22/11/2012 - 20:03

1) chi afferma che l'omosessualità è contro natura è un ignorante dato che è noto ormai da tempo come fenomenomeno largamente diffuso in numerosissime specie; 2) l'argomento del "dovrebbero viver l'omosessualità nella sfera privata" è da retrivi comunisti contro la libertà; 3) chi afferma che è una malattia da curare vedi il punto 1

zmiro84

Gio, 22/11/2012 - 20:07

#Valerio 64: "scelta sessuale a 15 anni fa ridere non trova?" fa ridere piuttosto l'ignoranza enorme sui tempi dello sviluppo

Walter78

Gio, 22/11/2012 - 20:23

Leggo i commenti di alcuni "scienziati" e spero vivamente si tratti di buontemponi che, non sapendo come passare il pomeriggio, commentano un articolo con frasi che starebbero bene su un manuale della Santa Inquisizione o nel regolamento di un campo di concentramento nazista... Se così non fosse il fatto che questa gente abbia il diritto di voto e possa decidere, in massa, chi debba governare anche me un po' il vomito me lo fa venire...

godot1334

Gio, 22/11/2012 - 20:53

ipocriti schifosi e retrogradi che fate camminare questo schifo di paese al contrario in fatto di diritti ! Il rosa è e rimarrà il + bel colore, nonostante i vostri cervelli mononeuronici ! Non incolpo voi animali, ma quelle cagne delle vostre madri che non hanno saputo nemmeno insegnarvi il rispetto ! Morite..........

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 22/11/2012 - 21:15

@FrancescoEstela No, non lo è, ma è un malato pericoloso chi lo pensa e un delinquente chi lo scrive e lo dice

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 22/11/2012 - 21:31

@luigipiso: magari nel mondo fatato dove vivi tu sarà normale non prestare attenzione a come uno si veste.

Claudio 73

Gio, 22/11/2012 - 22:42

I retrogadi sono esistiti sempre, infatti fino a non molti anni fa era considerato sconveniente che un nero ed un bianco si frequentassero... Parimenti c'era chi, sentendosi giustificato, affermava che essere negri, potesse essere accettabile, a patto che non pretendessero "assurdi" diritti come votare, o addirittura sedersi in uno stesso autobus coi bianchi!

Claudio 73

Gio, 22/11/2012 - 23:09

Per Ausonio: 1) Non ti risulta che nell'antica Grecia esistessero esibizioni sconce: le Olimpiadi gli atleti le facevano nudi. 2) Gli uomini si baciavano in pubblico (preparati: anche le donne, e CON LA LINGUA! e nessuno si sentiva offeso). 3) I bambini invece si davano in adozione! Precisamente ai PAIDOTRIBES (non lo scrivo in caratteri greci cosi possono capire tutti). 4) le lesbiche occupavano posizioni di rispetto. Il fatto che ad Ausonio non risultino determinate cose, non significa necessariamente che non esistessero... Brutta bestia l'ignoranza... Ai vaneggiamenti dei varii Ausonio, sostituite gay con negro, ed otterrete pensieri dei razzisti bianchi della peggior specie.

Marcello.Oltolina

Ven, 23/11/2012 - 00:26

Se corrisponde al vero il rimprovero pubblico dell'insegnante scolastico del ragazzo, mi auguro che venga immediatamente interdetto all'insegnamento.

Saverio G

Ven, 23/11/2012 - 02:00

Mi sono iscritto al sito di un quotidiano che reputo, nell'attuale condizione, spazzatura, solo per poter esprimere il mio disgusto nel leggere il tono di taluni commenti. Roba che nemmeno del Medioevo, tanto peggio - se devo tener fede ai numeri apposti ai nomi come date di nascite - in quanto provenienti da persone di 20-35 anni. Ma non vi vergognate? 15 anni! Dite che è normale a 15 anni essere presi in giro, tutti lo siamo stati: ma tutti abbiamo cercato di evitarlo il più possibile, miei cari idioti. Questo ragazzo, invece, ha avuto il CORAGGIO di essere sé stesso: quanti di noi avrebbero avuto la stessa forza? Vi riempite la bocca di giudizi, ma sparate solo cavolate, palesemente non pensate. Sapete qual è l'unico errore che ha commesso questo 15enne? Credere di vivere in un paese progredito e libero. Perdonatelo, era solo un adolescente idealista. Non voleva credere, invece, che esistevano scimmie troglodite come voi. Tornate nelle gabbie dei vostri zoo. Vergognatevi, e meditate.

Nadia Vouch

Ven, 23/11/2012 - 04:19

Intanto, vorrei che tornasse il vecchio sistema del "massimo tot caratteri" per esprimere i commenti. E' pesante leggere commenti lunghi dieci volte gli articoli. E' pesante commentare la fine così malamente attuata da questa creatura. Quante parole lo ferirono. Quanti non se ne accorsero o le sottovalutarono. Non si può morire con il desiderio di potersi, semplicemente, laccare le unghie, o vestire con colori sgargianti. Non si può, morire così, nel desiderio di un abbraccio. L'abbraccio tardivo, che come posso, ti lascio qui, con le mie inutili parole, piccolo angelo.

wanting

Ven, 23/11/2012 - 07:05

Sono un omosessuale di 50 anni e credo di conoscere bene il problema visto che gay non lo sono certo diventato. La faccenda di questo ragazzino mi ha molto rattristato ma credo che qualcosa sia andato storto. C'è qualcosa che egli avrebbe dovuto sapere prima di volere a tutti i costi ostentare le proprie orientazioni. L'Italia non è l'Uganda ma nemmeno il paese idilliaco e tollerante che molti qui vorrebbero che sia. Non lo è e non lo sarà mai come non lo sarà mai il mondo in generale. Il mio consiglio sarebbe quello di tentare sempre di non eccedere. Non mi sono mai piaciuti coloro che nella loro omosessualità tentano di scimmiottare le donne con gesti e movenze, ci si rende ridicoli, ci si espone e non è nemmeno necessario. Secondo me non è così che funziona. Non biasimo i compagni di scuola anche se chi ha costruito la pagina Facebook è davvero uno stronzo e va punito. A scuola si viene sempre sfottuti per una cosa o per l'altra. L'insegnante lei sì invece avrebbe dovuto comportarsi diversamente e aiutare invece di rimproverare. Infine ritengo strano il suicidio di questo ragazzo perché il fatto stesso che si mostrasse in pubblico in abbigliamento poco "macho" dimostra una personalità già forte.

wanting

Ven, 23/11/2012 - 07:21

Non sono d'accordo con Outer Space. E' evidente che egli stia parlando non del pianeta terra. Le cose che racconta deve averle raccolte da un film di fantascienza oppure frutto della sua fantasia. Un conto è volere un mondo perfetto (io ci vivo durante il sonno), un altro conto è fregarsene di quello reale. Certo battersi ber migliorare la "tolleranza" nei confronti delle "minoranze" è cosa buona. I due termini che ho messo tra virgolette dovrebbero già di per se indicare la via alle forme di comportamento generale. Io mi sento fortunato di essere nato nel mondo occidentale, in altre aree del mondo la situazione è molto peggio.

mario.de.franco

Ven, 23/11/2012 - 08:37

Leggo che la procura di Roma ha aperto un facicolo sulle motivazioni che hanno indotto questo povero ragazzo al suicidio. Non posso non fare un parallelismo con gli ultimi tre suicidi avvenuti in qusti giorni in Veneto da parte di tre artigiani. Non si sono suicidati per "piacere", ma perchè anche in questi casi , a parer mio, ci sono state situazioni che sono sfociate nell'insano gesto. La differenza sta solo nel fatto che non si tratta di singoli, ma di ben altro. La magistratura non coglie le stesse motivazioni ?

FrancescoCeC

Ven, 23/11/2012 - 08:44

Incredibile leggendo molti commenti si capisce che per voi la colpa è delle vittime. Sono di destra e mi vergogno di questa destra o meglio della stupidità che perversa in questa destra.

Claudio 73

Ven, 23/11/2012 - 11:58

Dobbiamo, parlo di tutte le persone civili ed aperte, supplire laddove ci sono le mancanze delle istituzioni. Lo Stato non si decide a fare una legge contro l'omofobia? Precediamolo, e attacchiamo sempre qualora ci dovessimo trovare in una situazione di omofobia. La legge morale, quella autentica non quella ipocrita della religione, ci deve obbligare a reagire in difesa di chi viene offeso. Se siamo testimoni di un'aggressione anche solo verbale, contro una persona per le sue caratteristiche, perché nero,omosessuale, mancino, biondo o altro, reagiamo! È facile! Chi offende e non tollera non ha argomenti validi da opporre, agisce per paura ed ignoranza, sempre. Democrazia dal basso, e certe brutture verranno contenute e poste in minoranza! Un omofobo attacca un gay definendolo "invertito" o "contronatura", perchè è ignorante, come si evince dal 100% dei commenti che si leggono, e non si rende conto di essere lui invertito e contronatura. Crede di essere nel giusto, ma noi lo dobbiamo attaccare, per difesa.

Claudio 73

Ven, 23/11/2012 - 12:18

Tempo fa, ad una festa con conoscenti, una persona mi parlava dei gay, in mezzo a diverse altre persone, definendoli invertiti e malati. Io ho sentito, e, facendo mia una geniale trovata vista in un film francese di qualche anno fa, glidomandai: "Ma che intendi per Invertiti? Quegli uomini che vanno a letto con altri uomini?" e lui ridacchiando disse : "Si! Bravo! I froci! Che schifo! Me ne trovassi davanti sarei curioso di vedere che gli farei!". Questa povera persona mi guardava fiero sperando in una mia complicità e approvazione ( ha grande stima del mio parere) e io serafico gli risposi: "Bene, la tua curiosità la puoi soddisfare, ne hai uno davanti, ME!". Io non sono gay, ma mi sono spacciato per tale solo per il piacere e la curiosità di vedere le sue reazioni! Era annientato, non sapeva come controbattere e finalmente ha capito di che razza di ottuso era! Morale: l'omosessualità non è una malattia lo sappiamo tutti, ma l'omofobia lo è! E si può guarirne!

Claudio 73

Ven, 23/11/2012 - 13:31

Ve lo ricordate il film: "Indovina chi viene a cena?" dove una coppia di "perbenisti" americani inorridiva per il fatto che la loro figlia uscisse con un ragazzo nero e addirittura lo voleva sposare? Allora molti stavano dalla parte dei due genitori retrogradi, che oggi invece appaiono come ottusi e antiquati? Bisognerebbe che venisse girato il remake, e al posto di un nero mettere un gay. Calzerebbe a pennello. Gli ottusi, che non sono cattivi, ma semplicemente persone che andrebbero aiutate, farebbero la stessa figuraccia che fanno oggi scrivendo qui, ma con piu ampiavisibilità. Lo so che, fra alti e bassi, l'umanità si evolve in meglio, e fra quarant'anni verrebbero guardati quasi con tenerezza e compassione, ma sarebbe comunque divertente un film cosi no?

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 23/11/2012 - 13:33

Condivido i due commenti fatto da wanting Ven, 23/11/2012 - 07:05 e Ven, 23/11/2012 - 07:21, rispecchiano l’opinione che avevo già espressa. Anche io sono convinto che quel ragazzino non deve essersi suicidato per i motivi che gli si attribuisce, forse si era preso la cotta per qualcuno che l’ha respinto bruscamente. Dissento da wanting solo sull’insegnante, il cui compito è quello di uniformare il comportamento di tutti gli allievi alle regole generali della collettività e non di fare campagne ideologiche particolari. Gli insegnanti, inoltre, attualmente sono sotto tiro sia dai genitori che dalla magistratura, non hanno più i mezzi di coercizione, nemmeno quelli più civili, per correggere la personalità degli alunni; in pratica sono in loro balia e disamorati del compito d’educatori che gli viene impedito d’esercitare.

zaon

Ven, 23/11/2012 - 14:24

@outer space molto bello il tuo post anche se incazz.. e molto belli tutti i post di sostegno in cui le persone motivano le loro idee e non come gli... meglio non "ostentare" il loro orientamento razziale, non vorrei che se ne sentissero offesi. Chissà se al posto di un ragazzino che non conoscevano al suo posto ci fosse stato un loro parente, loro figlio o un caro amico; chissà come avrebbero reagito. MEglio non scoprirlo mai perchè vorrebbe dire che altre persone hanno subito abusi ad opera di bulli. Forse questa gente non lo capisce perchè al suo tempo è stata un bullo e lo è ancora adesso da quello che scrive e si sa i bulli non hanno mai brillato per intelligenza. Detto questo vi consiglio di leggere qualche libro in più e non solo "il giornale" certo potreste trovare qualche autore favorevole alla vostra linea di pensiero ma ne trovere molti e molti altri che non lo sono un pò di sana opposizione allarga la mente e la percezione del mondo. Che poi, siete proprio ipocriti; non ricordo chi ha detto che si è eccitato a guardare una ragazza seminuda, oltre ad essere un porco perchè solo così si definisce un uomo che si eccita in mezzo alla strada senza un minimo di interazione a livello emotivo ( lo dico da ragazzo e gay per giunta!!), quanti di questi valorosi maschi etero si eccitano guardano due ragazze che si baciano? alzato la mano su. Mi scuso per la divagazione, speriamo solo che il gesto di questo ragazzo porti questo paese incatenato dai capricci vaticani a liberarsi dalle catene e a spiccare il volo in tutti i campi anche in quello sociale come un paese del " primo mondo" dovrebbe fare.

paolodom

Ven, 23/11/2012 - 15:02

Grande Marforio. Il tuo italiano è degno di Fantozzi e Filini. Scommetto che anche la tua intelligenza è proporzionale all'italiano che usi

wanting

Ven, 23/11/2012 - 18:22

Marco Piccardi, la tua diagnosi sulla "malattia" mi pare proprio azzeccata. Speravo però che ci dessi anche una terapia indicando tempi di guarigione e aspettativa di vita. A proposito di "smarrito"... sei sicuro di stare bene?

Claudio 73

Ven, 23/11/2012 - 19:03

Per WANTING: se Marco Piccardi ritiene che l'omosessualità sia una malattia, lo possiamo anche lasciare nel suo delirio. Io potrei anche pensare che il raffreddore sia un frutto esotico. Sostiene che un gay non sia gaio perche soffre...ma non si rende conto che se soffre, quando soffre, è per l'emarginazione amcui troppo spesso viene sottoposto. Anche un nero non era troppo felice in Alabama, ma non certo a causa del suo colore, ma a causa delle persexuzione a cui era sottoposto da parte di miserabili razzisti! Lasciamo il povero Piccardi a torcersi nei suoi personalissimi delirii e agli sproloqui di miserabili come lui e altri ella sua specie. Tra 'altro come si chiama il gemello di quell'idiota dell'ex ministro omofobo Giovanardi?