27 ore in barella in ospedale: "Mi dicevano: se ti alzi perdi il posto"

Dopo un giorno intero in pronto soccorso ha preferito tornare a casa. Nessuno lo ha visitato

Una situazione surreale quella che è stato costretto a subire un elettricista 27enne di Pontecorvo, comune nel cuore della Ciociaria. Una storia raccontata dal Corriere della Sera e che parla dell'ennesimo caso di fallimento del sistema sanitario nazionale, con il paziente costretto ad aspettare 27 ore in barella al pronto soccorso per essere visitato.

Ventisette ore all'ospedale di Cassino, in provincia di Frosinone, ad attendere analisi e controlli, sentendosi dire: "Non ti alzare da lì, altrimenti non ti resta neanche più quella perché la prende qualcun altro". Ventisette ore inutili, perché dopo avere atteso più di un giorno su quella barella il giovane ha preferito firmare e uscire, senza che nessuno si fermasse da lui.

"Quel ragazzo era in uno stato tale che giustificava un ricovero immediato, invece lo hanno ignorato per tutto quel tempo", dice il sindaco del paese di cui il 27enne è originario al quotidiano di via Solferino. Non è servita neppure una telefonata dal Comune, con i genitori preoccupati per la situazione epatica del ragazzo: "La sua pelle era diventata gialla".

E ora dal Comune chiedono spiegazioni: "Dovranno darmi delle risposte".

Commenti

justic2015

Mar, 05/04/2016 - 10:51

Praticamente era un ciociaro ecco perche` lanno abbandonato sulla barella per 27 ore senza dare alcun servizio fosse stato uno zingaro gli avrebbe menato a qualche funzionario e avrebero dovuto assistirlo in poche ore,tutti bravi dottori e personale schifo.

Duka

Mar, 05/04/2016 - 10:56

E LA SIG.A LORENZIN CHE FA: DORME!!!!!

grazia2202

Mar, 05/04/2016 - 11:12

Ma come si fa a lasciare un paziente in un P.S. x 27 ore. assurdo, nel frattempo quanti medici erano a visitare i finti profughi accolti a braccia aperte dalle onlus vicine ad alfano e renzi

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 05/04/2016 - 11:47

I m. sono ormai una banda di burocrati politicamente corretti al servizio delle coop , dei profughati , degli immingrati e delle metnie diversamente intelligenti ma sicuramente ladre.

Beaufou

Mar, 05/04/2016 - 12:12

E che c'è di strano? Lo dice anche il proverbio: "Chi va losto perde il posto". Che credete, che in Ciociaria i proverbi non valgano? E poi ventisette ore cosa volete che siano, ecchecavolo, cos'è tutta 'sta fretta? Non c'era mica qualche lampadina che bruciava, no, l'elettricista poteva ben aspettare qualche altro giorno, non moriva mica nessuno. Forse lui, ma Ciociaro più, Ciociaro meno, i Ciociari sono tanti, saranno quindicimila solo a Pontecorvo... Amico di Pontecorvo, la prossima volta che va al P.S. carichi la pistola e la sventagli sotto il naso al primo camice bianco che passa: vedrà che la prendono sùbito in carico...A parte il sarcasmo, spero che la cosa si sia risolta per lei senza troppi danni: auguri.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 05/04/2016 - 14:25

Fosse stata una RISORSA BOLDRINIANA si sarebbero mossi in 5 minuti!!!VIVA L'ITAGLIA!!!lol lol Se vedum. PS Ora qualche spiritoso scrivera che anche i Leghisti sono come Di Maio e Gasparri, che NON sanno scrivere, per via di quel ITAGLIA!!!