Quei 28 chili di marijuana a bordo di un tir

A.V., il giovane conducente salentino, è stato arrestato e si trova ora a disposizione dell'autorità giudiziaria

È stato decisivo un controllo in Calabria, precisamente sull'autostrada A2 all'altezza di Cosenza, effettuato dal personale della polizia stradale. A.V., un 31enne originario della provincia di Lecce, è stato bloccato e arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo, infatti, aveva nascosto nel cassettone del semirimorchio del tir di cui era alla guida un quantitativo considerevole di marijuana. Oltre 28 chilogrammi già essiccati e pronti per essere divisi in dosi da destinare al commercio. I fatti risalgono al tardo pomeriggio di venerdì 6 settembre, quando gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso la sottosezione della Polizia stradale di Cosenza Nord erano impegnati in una routinaria attività di controllo. I poliziotti, ad un posto di blocco, hanno dunque intimato l'alt ad un autoarticolato che percorreva la A2 del Mediterraneo. Da subito sono stati insospettiti dal comportamento anomalo del conducente. Non solo, infatti, mostrava un nervosismo crescente, ma cercava altresì di eludere le domande di rito.

A questo punto i militari hanno deciso di approfondire la situazione e a tal fine hanno accompagnato il giovane salentino presso gli uffici della sottosezione della stradale di Cosenza. Qui egli è stato sottoposto a perquisizione personale, questa poi estesasi al veicolo. All'interno di un cassettone del semirimorchio del mezzo pesante erano nascosti alcuni contenitori di varia capienza, accuratamente sigillati e contenenti 28,100 chilogrammi di marijuana. La sostanza stupefacente, già essiccata e pronta per essere suddivisa in dosi da destinare al commercio, è stata immediatamente sequestrata. Per A.V., restio a collaborare con i poliziotti, sono invece scattate le manette. Ora si trova a disposizione dell'autorità giudiziaria. Proseguono le indagini da parte della Polizia per capire la provenienza del quantitativo di marijuana rinvenuto e anche la sua possibile destinazione.