Dal 3 luglio addio al libretto al portatore: ecco cosa cambia

Addio al libretto al portatore. Come già anticipato da ilGiornale, da domani, 4 luglio sia gli uffici bancari che gli sportelli delle banche non potranno più rilasciarli

Addio al libretto al portatore. Come già anticipato da ilGiornale, da domani, 4 luglio sia gli uffici bancari che gli sportelli delle banche non potranno più rilasciare libretti al portatore. Una storia che si chiude dopo 142 anni e cominciata per volere del minstro delle Finanze, Quintino Sella. Di fatto i libretti saranno elimnati per volere di Bruxelles, ovvero per togliere di mezzo uno strumento molto utile per il riciclaggio del denaro sporco, ma anche per il finanziamento del terrorismo internazionale. Di fatto milioni di italiani saluteranno il classico libretto che viene esibito allo sportello per poi depositare oppure prelevare il denaro. E a questo punto chi ne possiede uno dovrà chiuderlo prima della data della scadenza. Un'altra soluzione è quella di trasformare lo stesso libretto in uno nominativo. Di fatto comunque, per gli anzani si perde uno dei regali più comuni, soprattutto in caso di nascita di nipoti. È probabile che questo tipo di "regalo" possa spostarsi vero le polizze a vita o magari verso un piano di accumolo. Insomma con l'addio al libretto al portatore cambierà anche un po' la società italiana.