Accoglie i migranti in canonica. Pioggia di critiche e don Prodi si dimette

Bufera a Ponte Ronca. Il parroco, nipote dell'ex premier, si dimette. Era stato criticato per aver accolto i migranti in canonica

Ponte Ronca è un paese in provincia di Bologna. Ieri mattina è scoppiato un vero e proprio putiferio in seguito all'annuncio delle dimissioni di un sacerdote. Non un sacerdote qualunque, ma don Matteo Prodi, figlio dell'ex presidente della Provincia di Bologna ed ex eurodeputato Vittorio Prodi nonché nipote dell'ex premier Romano Prodi. Come racconta Qn, ha lasciato la parrocchia che ha guidato per dodici anni dopo una serie di liti, polemiche e scontri. Era, infatti, finito nell'occhio del ciclone dopo aver ospitato alcuni immigrati nella canonica

"Non a tutti è piaciuta o piace la mia vita...". Lo sfogo, don Matteo Prodi, lo affida a Facebook. Una lettera ai fedeli per spiegare il perché della propria scelta. Oggi ufficializzaerà al vescovo Matteo Zuppi quelle dimissioni che ieri mattina ha annunciato al termine della Santa Messa creando non poco scompiglio tra i fedeli in preghiera. "Non mi voglio soffermare sulle cause di questo avvicendamento alla guida della parrocchia - ha scritto don Matteo Prodi sul social network - il vescovo mi disse già molti mesi fa che 10 anni erano abbastanza. La necessità di creare unità pastorali ha dato pure il suo contributo - ha, poi continuato - ma le grandissime difficoltà che ho sperimentato, soprattutto l'ultimo anno, hanno sicuramente accelerato il processo".

Secondo Qn, in realtà, le dimissioni di don Matteo Prodi erano nell'aria da alcuni mesi. Almeno da quando aveva deciso di aprire le porte della canonica a un gruppo di immigrati. Una scelta che gli aveva attirato contro le critiche di molti abitanti di Ponte Ronca. "Non a tutti è piaciuta o piace la mia vita - ha spiegato il nipote dell'ex premier nella lettera - a nessuno, però, era lecito portare in pubbliche piazze valutazioni negative su di me, che hanno fatto male a me, ma soprattutto alla comunità". Quindi ha concluso: "Non sono una persona che coltiva rancori o cerca vendette; mi chiedo solo perché e a che cosa è servito...".

Mappa

Commenti

Trinky

Lun, 25/09/2017 - 09:45

Prodi...un nome, una garanzia! Non bastava Nomisma!

venco

Lun, 25/09/2017 - 09:56

Prete massone come lo zio.

jaguar

Lun, 25/09/2017 - 10:00

Con quel cognome non poteva essere altrimenti, buon sangue non mente.

piazzapulita52

Lun, 25/09/2017 - 10:01

Ha fatto bene a togliersi di torno! Lo avrebbero comunque cacciato i suoi parrocchiani che non vogliono, come il 99% degli italiani, i clandestini vagabondi, parassiti, violenti africani sul sacro suolo della nostra Patria! Come questo individuo anche i traditori della Patria dovranno issare bandiera bianca!!! E intanto in Germania, AfD, è diventato il terzo partito nel paese! Certe volte i fantasmi resuscitano......!!!!!

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Lun, 25/09/2017 - 10:20

Non ha mai pensato questo prete che molti Italiani avrebbero bisogno di quanto ha fatto con stranieri?

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Lun, 25/09/2017 - 11:35

I Prodi? una famiglia di parassiti statali. Il nipote Rosso non poteva essere idiota da meno.

buri

Lun, 25/09/2017 - 11:48

forse il reverendo Prodi avrewbbe potuto ospitare qualche famiglia in grave difficoltà. tipo sfratto, diaoccupazione, malattia grave, ed avrebbe ottenuto un plauso unanime, ha fatto una sceltam ora non si deve sentire giudicato male

VittorioMar

Lun, 25/09/2017 - 11:52

...NON SI FANNO ENTRARE I LUPI NEGLI OVILI!!!

giovanni PERINCIOLO

Lun, 25/09/2017 - 11:56

A occhio e croce direi che ha più dignità di suo zio, il mortadella, lui si é dimesso lo zio continua a rompere!

paolinopierino

Lun, 25/09/2017 - 12:22

Si è dimesso Don Prodi Nipote del mortadella Finalmente tra lutti guerre clandestini che invadono il nostro paese debito pubblico che aumenta ed altre sfighe nazionali alle quali aggiungere il nuovo Santo Padre eretico in cura psichiatrica arriva la BELLISSIMA NOTIZIA UN PRODI SI DIMETTE

Ritratto di gian td5

gian td5

Lun, 25/09/2017 - 12:25

Nomen omen.

justic2015

Lun, 25/09/2017 - 12:37

Avrà beccato un Po di soldini da tutto questo oppure con anima buona li avrà accolti per misericordia fannullone vigliacco.

justic2015

Lun, 25/09/2017 - 12:44

I prodi usualmente fanno solo se ci guadagnano altrimenti al diavolo dimettendosi praticamente si spoglia da prete e va a fare il politico tanto lo zio romano di conoscenze non gli è nemancano.

Albius50

Lun, 25/09/2017 - 12:47

Mi pare che si faccia confusione lui si è dimesso dalla parrocchia quindi trovarne un altra non sarà un problema magari diventa una PROMOZIONE come si usa fare in questa ITALIETTA

Guido_

Lun, 25/09/2017 - 12:53

Le colpe non ricadranno sui vostri figli ma addirittura sui vostri nipoti!

pasquinomaicontento

Lun, 25/09/2017 - 13:00

E' tutta 'na congrega de papponi,padri, madri, zii,è la razza dei magna- magna, che succhia,aspira svanziche mejo de un Djson da 460 talleri e passa la paura, oppure volènno annà sur sicuro,un Samsung urtimo strillo,prego mettersi seduti,per evitare qualche piegamento de ginocchia anomalo,da 920 eurini, manco dovesse aspirà diamanti...ma per quella razza (asp-insp:ira) nomata gesuitica,la summa la troviamo tranquillamente assisa sul soglio che fu di Pietro,mbè, se è la prima volta che succede in miliaia d'anni avrà pure un suo significato, ar Vaticano serviva un Mastro Titta e, oplà eccolo quà,la razza de papponi di cui al primo rigo,esulta,ma sottovoce, e come Romano sibila a bocca semichiusa, come un'aspide pronta a mozzicà...

Libertà75

Lun, 25/09/2017 - 13:32

si ritira chi perde e chi è nel torto

MOSTARDELLIS

Lun, 25/09/2017 - 14:02

Tale zio, tale nipote. Vai a quel paese e pure di corsa.

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 25/09/2017 - 14:24

Imbroglio lo farà cardinale

GabrieleD.97

Lun, 25/09/2017 - 14:29

Il nome dice tutto.

tosco1

Lun, 25/09/2017 - 14:37

Almeno uno ce lo siamo levati dalle scatole.

agosvac

Lun, 25/09/2017 - 14:47

Si è dimesso da parroco, ma resta prete e con gli appoggi politici che ha,....chissà dove riuscirà ad arrivare.

Ritratto di orione1950

orione1950

Lun, 25/09/2017 - 15:25

I mortadella , quando vanno in minoranza, si dimettono!!! Fai del bene prima agli italiani; quelli che aiuti non ne hanno bisogno; semmai aiutali a rientrare a casa proppria.

Marcello.508

Lun, 25/09/2017 - 15:57

Esagerato!!!

FRATERRA

Lun, 25/09/2017 - 16:22

.....ritornerà ritornerà; tale zio tale nipote......

un_infiltrato

Lun, 25/09/2017 - 16:35

Ma erano sicuramente tutti belli e giovani i ragazzi che aveva ospitato don Prodi. Ma che cattiveria.

Cheyenne

Lun, 25/09/2017 - 17:21

una famiglia di mascalzoni

ESILIATO

Lun, 25/09/2017 - 19:04

don Matteo Prodi, figlio dell'ex presidente della Provincia di Bologna ed ex eurodeputato Vittorio Prodi nonché nipote dell'ex premier Romano Prodi...... Un nome che non mente mai......e non dimentichiamo l'infanticidio di Aosta....... BELLA FAMIGLIA........in scampagnata a Gradioli.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 25/09/2017 - 19:39

Eh già, meglio metterli nelle case (popolari e non) degli Italiani e quindi parrocchiani eh?

pier1960

Mar, 26/09/2017 - 06:29

poveretto tanti salamini in canonica a disposizione e poi più nulla

portuense

Mar, 26/09/2017 - 07:23

ospitare a spese degli altri non va bene,

umberto nordio

Mar, 26/09/2017 - 08:49

Una famiglia di " tarati".

umberto nordio

Mar, 26/09/2017 - 08:50

A quando le dimissioni di Franceschino?

il sorpasso

Mar, 26/09/2017 - 09:05

Passerà di grado sicuramente con l'aiuto del Pampero e di Mortadella