Accoglienza al collasso in Sardegna, i migranti restano in nave

I 1258 migranti portati sul porto di Cagliari dalla Guardia Civile Spagnola resteranno sull'imbarcazione perché i centri d'accoglienza della Sardegna sono strapieni

Il sistema dell’accoglienza dei migranti in Sardegna sta andando al collasso. Stamane è approdata a Cagliari una nave della Guardia civile spagnola che, dopo due giorni di navigazione, ha portato in salvo 1258 migranti provenienti dalle coste della Libia. I centri d’accoglienza dell’Isola sono pieni e la Prefettura non riesce a soddisfare le richiesta di accoglienza che arrivano dalle quattro province, sia dai comuni sia dalle società private.

Per questo motivo, si legge su La Stampa, le operazioni di sbarco sono state rallentate e, probabilmente, passeranno tre giorni prima che i 1258 profughi (68 donne e 232 bambini) della nave Rio Segura scendano dalla nave. Secondo la nuova procedura di identificazione, infatti, i controlli e il fotosegnalamento devono avvenire prima di scendere dall’imbarcazione. Oggi i moli del porto di Cagliari erano occupati e la Protezione civile di Cagliari ha adibito il terminal destinato alle crociere a centro di identificazione per la prima accoglienza.

“Le operazioni potrebbero andare avanti per tre o quattro giorni - spiega il questore Danilo Gagliardi - La struttura rimarrà in funzione finché non riusciremo a identificare tutti, come prevede la nuova direttiva ministeriale”. Nell’attesa i 1258 profughi resteranno a bordo della nave in un porto blindato per decisione del prefetto Giuliana Perrotta. “La situazione sta degenerando - dice Omar Zahed, portavoce della comunità islamica della Sardegna - L’accoglienza è improvvisata, non è possibile che quando i profughi arrivano qui ancora non si sappia dove trasferirli. Purtroppo non riusciremo a fermare il flusso, è ora che ci si organizzi per bene”.

Commenti
Ritratto di drazen

drazen

Gio, 06/10/2016 - 18:14

Anzitutto, perché la nave spagnola non é andata a scaricare in Spagna, invece che venire in Sardegna? Poi, visto che in Italia non c'è più posto, la stessa nave o si porta i migranti in Spagna o li riporta a casa loro.

swiller

Ven, 07/10/2016 - 01:15

drazen concordo in pieno.

Gianluca_Pozzoli

Ven, 07/10/2016 - 09:08

MA PERCHè GLI SPAGNOLI LI SCARICANO QUI?...PERCHè RENZI HA PRESO ACCORDI IN TAL SENSO

mariod6

Ven, 07/10/2016 - 11:48

Gli spagnoli se li portino a casa loro. Ma possibile che tutta la mxxxa del mediterraneo deva essere portata in Italia?? Dove è scritto che chiunque raccatta un clandestino in mare lo deve portare in Italia?? Gli altri paesi europei si arrangino e vadano pure a cercarseli anche in Namibia, ma poi se li tengano a casa loro. Il governicchio di Frottolo, per avere il sostegno dell'Europa alla sua riforma dittatoriale, sarebbe disposto ad accogliere anche i profughi dell'Uganda per compiacerli. Siamo diventati lo zimbello di tutto il mondo; tutti lodano Frottolo per l'accoglienza e poi sghignazzano alle nostre spalle.