È accusato di violenza sessuale ma la procura non lo arresta

Un 35enne rumeno è stato fermato dopo la denuncia di una ragazza. Ma la procura decide di denunciarlo a piede libero

È accusato di aver stuprato una ragazza ungherese di 23 anni. Resta a piede libero il presunto responsabile, un 35enne di origini rumene, fermato il giorno dopo dagli agenti della Squadra mobile. I fatti si sarebbero verificati a Oristano due notti fa. La procura ha deciso di non arrestarlo, ma di denunciarlo a piede libero per violenza sessuale, sequestro di persona, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Secondo la ricostruzione la ricostruzione operata dagli investigatori, la ragazza ungherese era in un bar di via Roma in compagnia di un'amica. Nel locale le due ragazze hanno conosciuto il rumeno e, dopo qualche chiacchiera, la presunta vittima ha accettato l'invito a fare un giro in auto con lui.

L'uomo però l'avrebbe condotta con l'inganno in un casolare diroccato nelle campagne di Silì, dove avrebbe abusato di lei. Dopo un paio d'ore la ragazza è riuscita a sfuggirgli e ad andare via e ha telefonato col suo cellulare all'amica che, nel frattempo, preoccupata per lei, aveva già allertato la polizia.

La giovane è stata accompagnata all'ospedale di Oristano, dove i medici hanno accertato la presenza di segni compatibili con la violenza denunciata. Così sono partite le ricerche del 35enne, che è stato rintracciato il giorno dopo dagli agenti della Mobile in un mercatino di Oristano. Il presunto aggressore, alla vista dei poliziotti, ha cercato di fuggire in sella a un motorino ma è stato inseguito e fermato. Condotto in questura, la procura ha ordinato la denuncia a piede libero.

Commenti

Mano-gialla

Mer, 09/09/2015 - 20:44

DUE GIORNI DI GALERA E POI DI NUOVO IN CERCA DELLA PROSSIMA VITTIMA RUMENI RAZZA BASTARDA QUESTA NULLITA' SI MERITA LA CASTRAZIONE CHIMICA O CARNALE SE VIOLENTASSERO SUA SORELLA O SUA MAMMA COSA DIREBBE QUESTO RETTILE UOMO DI MERDA !!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 09/09/2015 - 21:55

NORMALISSIMO, IN ITALIA IN CARCERE VANNO SOLO I NEMICI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE, DEI POLITICO E MAGISTRATI. PENSATE DI ESSERE IN DEMOCRAZIA MA AVETE UN PREMIER NON ELETTO, E VI DICONO CHI VOTARE, PRATICAMENTE VI PRENDONO IN GIRO E VOI TUTTI SIETE CONTENTI E FELICI DI SEMBRARE DEGLI IDIOTI

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Gio, 10/09/2015 - 02:52

spero sempre che capitino le stesse cose che capitano ai cittadini normali anche ai signori giudici che, nonostante l'evidenza della violenza sessuale di questo caso ma anche in altri casi, lasciano in libertà una simile bestia. fosse una loro moglie o figlia o sorella a essere violentata pensate che il delinquente lo lascerebbe in libertà?

mariod6

Gio, 10/09/2015 - 03:12

La procura arresta gli italiani, i rumeni e gli extracomunitari non si toccano. Anche i media non si sottraggono alla regola. Perché non pubblicano il nome dello stupratore e quello del procuratore che lo ha messo fuori?? Non mancano i delinquenti italiani , ma questi rifiuti che si sono inseriti nelle nostre comunità si distinguono sempre. Non passa giorno che qualcuno di loro non si faccia beccare a fare danni. Però tutto l'apparato statale li difende e li giustifica. Perché??

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 10/09/2015 - 06:01

ASPETTANO CHE COMMETTA QUALCHE ALTRO DELITTO, COSÌ DA FARE UN PROCESSO CUMULATIVO PER RISPARMIARE TEMPO. NEGRO, ZINGARO, KOMUNISTA: IN ITALIA PUOI FAREL'ACCIDENTE CHE TI PARE, LA MAGISTRATURA ROSSA TI SALVA SEMPRE.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 10/09/2015 - 07:28

Beh, se è libero solo il piede....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 10/09/2015 - 10:38

MA MICA è ITALIANO SOLAMENTE GLI ITALIANI VENGONO DENUNCIATI LUI è UN OSPITE

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 10/09/2015 - 11:24

Già solo da questo si vede facilmente in che fogna ci troviamo noi italiani. Crediamo di avere un Governo che esegue a nostro favore, crediamo di avere delle Istituzioni che fanno il loro dovere per legge, in realtà siamo in piena giungla. L'unica cosa he per ora ferma gli italiani dal reagire sono i soldi degli stipendi e delle pensioni che ci evolvono. Appena la cassa pagamenti sarà chiusa, scoppierà il casino, altro che Grecia!

sacrivalori

Gio, 10/09/2015 - 15:05

Probabilmente se ad essere aggredita fosse stata la figlia di uno di questi magistrati tanto "buoni", la sentenza sarebbe stata differente!