Acireale, beccati nuovi furbetti: 3 arrestati e 62 indagati

Blitz anti assenteismo nel catanese contro i dipendenti dell'amministrazione comunale

È in corso una vasta operazione della polizia, coordinata dalla Procura distrettuale di Catania nei confronti di 62 persone, dipendenti dell'amministrazione comunale di Acireale responsabili di truffa ai danni di ente pubblico e di falsa attestazione di presenza in servizio sul luogo di lavoro, attraverso l'utilizzo illecito dei badge personali che venivano "strisciati da dipendenti compiacenti e in accordo tra loro". Tre gli arresti ai domiciliari e dodici gli obbligi di firma. Tutti gli altri sono indagati a piede libero. Una blitz che colpisce il 10 per cento dei dipendenti del Comune di Acireale.

L'amaro commento del primo cittadino Roberto Barbagallo: "Un sindaco non può cogliere con piacere una simile notizia, ma bisogna essere severi nei confronti di coloro che adottano atteggiamenti che vanno contro la pubblica amministrazione. Attenzione a non fare di tutta l'erba un fascio, ciò nel rispetto dei dipendenti del comune di Acireale che giornalmente svolgono il loro dovere. Saremo rigorosi nell'applicare le leggi vigenti di competenza dell'amministrazione comunale previste per questo genere di reati". Il sindaco aggiunge: "Ci costituiremo parte civile negli eventuali procedimenti penali e confermiamo fin da ora la massima collaborazione con la Procura etnea e le forze dell'ordine, a cui forniremo subito tutti gli atti in nostro possesso necessari per le indagini. Confido nell'azione della magistratura e spero che gli impiegati coinvolti possano trovare ragioni per giustificare i fatti contestati".

Diversi sono i provvedimenti cautelari emessi dalla autorità giudiziaria e notificati in queste ore dagli agenti del Commissariato di Acireale ai dipendenti infedeli.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Ven, 12/02/2016 - 13:14

Gia' reintegrati dal giudice.....tranquilli....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 12/02/2016 - 13:34

E' una vita che scrivo che nel pubblico esiste un esubero che andrebbe sforbiciata, ma....a sfumatura alta. Hanno paura di perdere voti, è solo per quello che non licenziano ed anche il perchè non eliminano le Province.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 12/02/2016 - 14:39

Non solo reintegrati dal giudice, come scrive stenos, ma anche risarciti per i mesi senza lavoro, e probabilmente trasferiti a diverse mansioni con un incentivo. Tra un anno, guadagneranno più di oggi.

claudio63

Ven, 12/02/2016 - 15:00

acireale, sicilia, Caro crocetta, perche non un altra foto sulla spiaggia a simboleggiare come la sicilia lavora e produce.

venco

Ven, 12/02/2016 - 15:45

Abbiamo capito, nella Pa basta timbrare il cartellino per prendere un lauto stipendio garantito a vita.

bimbo

Ven, 12/02/2016 - 15:50

A volte mi domando chi cxxxo li gestisce sta brava gente???

euge50

Ven, 12/02/2016 - 16:31

Ci sono le immagini. Processarli per direttissima, licenziarli e pagare i danni alla P.A. Sarebbe opportuno mettere anche le telecamere in tutti gli uffici pubblici, Comuni, Regione, Catasto, Asl, ecc. e controllare bene se le persone lavorano. Ora hanno mangiato la foglia: sanno che possono essere filmati all'entrata, ma nessuno controlla se, quando sono alla scrivania lavorano o leggono il giornale. Controllare anche le uscite/entrate secondarie perche', timbrato regolarmente il "cartellino presenza" poi escono e rientrano da questi varchi "non controllati" ... (Visti personalmente!!!)

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 12/02/2016 - 16:31

SBATTETELI FUORI, MA E' UN SOGNO CONSIDERATO LA MAGITRATURA DEL LAVORO E IN GENERE LA MAGISTRATURA. E I SINDACATI CHE DICONO? SONO A MARE A PRENDERSI IL SOLE CON MEZZA GRANITA CON PANNA? SAREBBE META' CAFFE' E META' PANNA DI GRANITA

Tarantasio.1111

Ven, 12/02/2016 - 17:28

Vi ricordate gli insulti che Brunetta si prese quando anni fa voleva porre giudizio a questi mascalzoni? Bene ricorderete pure che proprio i politici del PD furono tra i primi a inalberarsi contro Brunetta...

routier

Sab, 13/02/2016 - 13:12

"Furbetti" ? Non mi pare. Visti i precedenti di Sanremo, Como e Acireale, uno che sia appena appena furbetto, mica ci prova più, sapendo che, nel merito, i carabinieri e le procure sono in allarme rosso. P.S. Ma i dirigenti che sovrintendono i vari uffici disertati dai furbetti, non dovrebbero essere indagati per mancato controllo?

franco-a-trier-D

Sab, 13/02/2016 - 13:19

li volete chiamare italiani? Io direi di no direi di chiamarli siciliani come piace a loro almeno non insudiciamo la Italia.

franco-a-trier-D

Sab, 13/02/2016 - 13:20

li volete chiamare italiani? Io direi di no direi di chiamarli siciliani come piace a loro almeno non insudiciamo la Italia.,