Adozioni gay, suor Teresa Forcades: "Conta l'amore maturo, non il sesso"

Ha lasciato la clausura per la politica. E ora parla anche di unioni civili e amore omosessuale. "Tutto dipende dall'impegno della coppia"

Un anno fa ha lasciato la clausra al monastero di Sant Benet a Barcellona, con una dispensa da parte del Vaticano che le ha permesso di dedicarsi alla politica. E ora la spagnola suor Teresa Forcades si lancia in una serie di dichiarazioni sulle adozioni per gli omosessuali che promettono di far rizzare i capelli in testa a più di un fedele.

La suora, teologa femminista, si fa intervistare da Repubblica e al quotidiano assicura che chi è contro le unioni civili teme solo "le differenze" e non tiene conto invece del fatto che "il valore fondamentale del matrimonio è un impegno per sempre". Insomma "dipende dal grado impegno che ci si mette".

L'apertura di suor Teresa è a tutto campo. Non soltanto quando si parla di unioni civili, ma pure sul delicato tema delle adozioni da parte di famiglie omosessuali, certa che "quello di cui i bambini hanno bisogno è un amore adulto, maturo e responsabile" e "il fatto di crescere con due donne o con due uomini non rappresenta nessun problema".

"La dottrina della Chiesa - affonda la Forcades - difende la dignità della persona e rifiuta la sua strumentalizzazione però in alcuni casi come nell'aborto, o per l'eutanasia, il principio di autodeterminazione della persona che è un principio riconosciuto e difeso dalla Chiesa, si scontra con la difesa della vita e con il riconoscimento della vita come dono di Dio".

Commenti

i-taglianibravagente

Mer, 10/02/2016 - 14:40

Che meraviglia...Sentivamo proprio il bisogno dell'ennesimo "teologo"/Battitore libero...tanto per fare un po' di casino in piu', che non ce n'e' gia' abbastanza. E Repubblica pare essere diventato l'"Osservatore Romano" di questi tempi....CUPI.

venco

Mer, 10/02/2016 - 14:46

L'amore va e viene,

Totonno58

Mer, 10/02/2016 - 15:20

Ah, com'erano belli i tempi in cui la Chiesa aveva la sua linea chiara, unica...magari si faceva a gara per disubbidire, (magari fregarcene...) però noi credenti avevamo un bel blocco monolitico a cui dar conto..ora non si capisce più niente, dove c'è democrazia, libertà di pensiero, non c'è più religione!:)

berserker2

Mer, 10/02/2016 - 15:36

e si vede che alla sorina gli ci piace la vongolina.....

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 10/02/2016 - 15:39

suora, femminista, politica. trovate voi l'estraneo

linoalo1

Mer, 10/02/2016 - 16:03

Per carità!!!!Ma chi è questa sconosciuta??Anche io ho la mia opinione in merito!!Nessuno,però,me la chiede come fosse una Verità Assoluta!!!!

bimbo

Mer, 10/02/2016 - 16:25

Ma..! Da adesso in poi (per motivi solo politici) per avere una adozione bisogna essere froci??

ben39

Mer, 10/02/2016 - 16:32

Il problema è unicamente quello di una Chiesa nello Stato laico e democratico e non viceversa, com'era in passato nello Stato Pontificio dove il potere era assoluto e del pontefice. Fatta questa distinzione problema risolto: i cittadini cattolici come me, pur avendo diritto a esprimersi a favore o contro, sono volenti o nolenti subordinati alle leggi vigenti in Italia e hanno il dovere di rispettarle, come chiarì più volte San Paolo nelle sue lettere bibliche.

ben39

Mer, 10/02/2016 - 16:50

Vorrei ricordare alla suora che per Gesù tutto quello che riguarda la carne (quindi anche il sesso che è fine alla riproduzione) è peccato, anche se non tra i più gravi e non per nulla ordinò ai discepoli di rispettare i dieci comandamenti e soprattutto quello dell'amore del prossimo e del perdono e non certo la versione carnale di esso. Certo è insito che ogni vivente è peccatore per ereditarietà, quindi anche l'omossessuale se ha contatti carnali ma sempre meno (in ordine di gravità) di un eterossessuale omicida.

berserker2

Mer, 10/02/2016 - 17:18

e gli ci hanno dato pure la dispensa per fare la comunista pro-froci....

venco

Mer, 10/02/2016 - 17:19

Questa suora di catechismo e dottrina della Chiesa ne sa come Bergoglio, cioè niente, niente.

rossini

Mer, 10/02/2016 - 17:30

Questa suora aveva sbagliato mestiere. Piuttosto quello che preoccupa è il Vaticano che le ha concesso una dispensa per lasciare la clausura e dedicarsi alla politica. Il risultato sono le str**zate che la "suora" va dicendo fregiandosi del suo titolo. Togliete l'8 × 1000 alla Chiesa Cattolica.

Ritratto di Imperatrice

Imperatrice

Mer, 10/02/2016 - 17:55

Cara sorella, non confondiamo l'amore e il sesso. L'amore è un sentimento che viene e può passare, il sesso è una modalità di esistenza dell'essere. Maschio e femmina due modalità imprescindibili per la riproduzione e conservazione della specie. L'amore tra gay: anche Madre Natura commette degli errori. Certo l'errore sarà temperato da un riconoscimento giuridico e attribuzione di diritti conseguenti, ma non dimentichiamo che sempre di errore si tratta.

i-taglianibravagente

Mer, 10/02/2016 - 18:16

Ma brava la suorina, "teologa" da bar....qualcuno le spiegherá (speriamo) che la veritá che dovrebbe portare agli altri, è Gesù e la sua parola e non le sue elucubrazioni da centro sociale.

Fossil

Mer, 10/02/2016 - 20:19

Tornatene in convento e vai a pregare davanti al Tabernacolo. Ne hai bisogno. Libera nos Domine!

java

Mer, 10/02/2016 - 20:43

scomunica immediata, se voglio sentire idee idiote di sinistra mi affido a dementi commentatori di questo giornale, non ammetto di sentirli dalla chiesa cattolica. Vade retro e torna laica.

joecivitanova

Mer, 10/02/2016 - 23:18

Cara sorella, dunque: nell'aborto sei tu che uccidi la vita di un'altro, anche se è nella tua pancia, ma la vita è innanzitutto la sua e non la tua; come era tua la vita che hai adesso e che tua madre ti ha dato. L'eutanasia è una scelta di morte della persona che ha la proprietà esclusiva della sua vita, sempre ovviamente in stato di coscienza, o tutt'al più se ha fatto un precedente testamento più o meno 'biologico'. A questo punto le adozioni omosessuali: amore, impegno, sono in questo caso parole generiche; amore è tutto, impegno anche può essere tutto; anche Lei la vede dal punto di vista principalmente di chi adotta e non di chi viene adottato, e non si mette nei suoi panni, coprendo tutto con le parole amore ed impegno. SEGUE

joecivitanova

Mer, 10/02/2016 - 23:18

SEGUITO Ma perché, cosa crede, che le famiglie eterosessuali non mettano amore ed impegno nell'educare un bambino adottato!? Certo, potranno commettere degli errori anche esse, come tutte, ma questo è inevitabile. Ciò che Lei non ha compreso, come tutti gli altri che si riempiono la bocca con 'diritti uguali per tutti', è che questi diritti uguali per tutti sono innanzitutto i diritti della vita di tutti i bambini soli, da adottare o da far nascere con assistenza solo in seguito a particolari problemi, e che sono gli unici ad AVERNE per quanto riguarda la vicinanza di un papà ed una mamma, come la natura ha così reso possibile la vita umana sulla terra; questo finché sarà attuabile. Gli altri che si cerchino dei nuovi giocattoloni, i soldi non gli mancano..!! G.

Alba16

Mer, 10/02/2016 - 23:25

La suora fa finta di non sapere che dietro le adozioni gay ci sono uteri in affitto, banca del seme, vendita di ovuli....violazione dei diritti del bambino che è ridotto merce da acquistare...ideologia gender cioè la creazione di un uomo senza valori e senza identità ... Governato solo dal denaro....come lei lo ignorano fanno finta di non sapere tutto questo anche i vari cantanti che a Sanremo hanno fatto propaganda a favore delle unioni civili e adozioni gay..

Ritratto di gangelini

gangelini

Gio, 11/02/2016 - 01:06

Allora chiamiamolo orfanatrofio con tanto amore, non famiglia.

Ritratto di vraie55

vraie55

Gio, 11/02/2016 - 01:13

.. si sa nulla di quel che pensa la suora rocchettara? .. ricordate? .. quella grassottella ... e Sanremo l'ha visto?

MOSTARDELLIS

Gio, 11/02/2016 - 01:53

Ma questa è matta. E meno male che è teologa, altrimenti chissà cosa avrebbe combinato...