Agente aggredito, l'ira della polizia: "Usare l'arma? Rischiava l'indagine"

A Viareggio poliziotto colpito con un mattone da un africano: frattura del cranio. La polizia: "Serve il Taser in tutta Italia"

Le dinamiche sono ancora da chiarire. La caccia all'uomo è aperta. Quando un collega viene ferito, scatta involontaria la solidarietà di chi spera presto di consegnare alla giustizia chi ha spaccato la testa ad un commilitone. Intanto, montano le polemiche. Si parla di Taser, di legittima difesa, di proporzione nella reazione. L'agente colpito alla testa da un nordafricano con un mattone avrebbe potuto estrarre l'arma e sparare? E perché non aveva ancora in dotazione la pistola elettrica?

"La gravissima aggressione avvenuta ieri a Viareggio riaccende, come benzina sul fuoco, l’ira di chi, come noi, rappresenta migliaia di poliziotti e continua, inutilmente, a lanciare allarmi che restano inascoltati", grida Valter Mazzetti, Segretario Generale dell’Fsp Polizia di Stato. Il poliziotto, 28 anni, era in borghese nel bel mezzo di un'operazione contro la droga nella Pineta di Ponente, nota zona di spaccio, quando è stato aggredito da un nordafricano. "È stato colto di sorpresa, forse alle spalle", fanno sapere fonti di polizia.

L'effetto è drammatico. L'immigrato lo colpisce con tanta violenza da spedirlo in ospedale con la testa spaccata. Codice rosso. Trasferito d'urgenza al reparto di neurochirurgia di Livorno, viene sottoposto a un delicato intervento per ricomporre la frattura al cranio e assorbire l'emorragia cerebrale. Dopo ore di apprensione, la notizia: l'agente è fuori pericolo di vita, ma ancora in prognosi riservata. I medici attendono il decorso post operatorio nelle prime 48 ore prima di sciogliere la riserva sulle sue condizioni. "Ho incontrato sia il poliziotto che suo padre, anche lui ispettore - racconta il sindaco di Viareggio, Giorgio Del Ghingaro - il ragazzo è lucido e presente: stando a quanto mi hanno riferito, è questione di giorni e dovrebbe essere trasferito all'ospedale Versilia".

Il governo, per voce del Sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, chiede "pene esemplari" per i delinquenti che si sentono "al di sopra della legge". Certo, per un soffio non c'è scappato il morto e si tira un sospiro di sollievo. Ma i problemi restano. "Il poliziotto - attacca Mazzetti - ha dovuto soccombere alle troppe difficoltà e ai troppi ostacoli nello svolgimento di un dovere per il quale il sistema non fornisce i necessari strumenti né predispone le necessarie condizioni". E i "necessari strumenti" non sono solo altri agenti nei commissariati "al collasso" come quello di Viareggio. È anche questione di armi.

"In questo caso il taser avrebbe permesso, senza contatti ravvicinati, di fermare l'aggressore che per poco non ha ucciso il collega", dice Stefano Paoloni, segretario generale del Sindacato autonomo di polizia (Sap). Tesi ribadita anche dall'Associazione Nazionale Funzionari di Polizia, che chiede "nel minor tempo possibile" la "distribuzione su tutto il territorio nazionale" delle pistole elettriche alla fine del periodo di sperimentazione voluto da Salvini. "Lo straniero era armato di pietre - aggiunge Paoloni - pertanto il collega non avrebbe potuto ricorrere all'arma in dotazione, altrimenti avrebbe rischiato la contestazione di mancata proporzionalità tra difesa e offesa. Per contro, è finito in ospedale con la testa rotta". Il paradosso della sicurezza italiana.

Commenti

dagoleo

Ven, 08/02/2019 - 13:17

Tranquilli. Se muove un poliziotto, bei discorsi, bei funeraloni di stato, condoglianze a parenti e vedove, medaglie e finisce lì. Se muore un delinquente in una operazione di servizio, Dio ci scampi e liberi. Ormai poliziotti e cc se vanno in OP cercano di farsi ferire, così evitano molti problemi.

Giorgio Colomba

Ven, 08/02/2019 - 13:33

Finchè non si estirpa il bubbone di una Giustizia post-togliattiana che vellica Caino e bastona Abele, sarà tutto inutile.

Manlio

Ven, 08/02/2019 - 13:35

A tutela di questi ragazzi che ci difendono i loro capi dovrebbero farli lavorare almeno in coppia

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 08/02/2019 - 13:49

Ha rischiato grosso perché in Italia si tutelano i delinquenti e si inquisiscono i poliziotti. Siamo così, estrosi...

frabelli1

Ven, 08/02/2019 - 13:50

Se un poliziotto, un agente, non può sparare per DIFENDERSI perché rischia un'indagine, allora c'è del marcio in questa (in)giustizia. Un poliziotto deve poter sparare, primo per difendersi, poi per fermare i criminali, se questi dovessero morire, non deve essere colpa del poliziotto, ma del criminale che ha commesso il reato e tenta di aggredire e fuggire.

venco

Ven, 08/02/2019 - 13:59

Servono magistrati onesti e patriottici non sinistri anarchici.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 08/02/2019 - 14:16

Noi non possiamo fare a meno di voi, dei delinquenti sì. Quindi forza.

Ritratto di ichhatteinenKam.

ichhatteinenKam.

Ven, 08/02/2019 - 14:23

San Benito Amilcare Andrea da Dovia e caporal del Carso proteggici Tu

effecal

Ven, 08/02/2019 - 14:30

Se gli sparava per difesa ti immagini i cattocomunisti cosa non facevano.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 08/02/2019 - 14:33

-a me tutta sta storia puzza di strano lontano un miglio-a meno che il comandante della caserma viareggina sia un inetto arrivato lì per raccomandazione-nel resto d'italia non è così che si opera coi luoghi canonici di spaccio che sono pericolosi come gabbie di tigri-si organizzano blitz ad hoc-l'altro giorno le forze dell'ordine hanno fatto un blitz a rogoredo(mi)-erano più di 50 uomini armati fino ai denti con unità cinofile ed elicotteri a seguito-chiaro come si agisce?-che ci fa invece un singolo sbirro e solo-in piena notte-pure in borghese-nella vasta pineta viareggina?-il bimbo nella tana dei leoni?-il sindacato poi mi dovrebbe spiegare dove cappero se lo mette uno sbirro in borghese il pistolone parabellum d'ordinanza e financo il taser coi vestiti civili senza dare nell'occhio-andiamo su-qui bisogna indagare o il capo della caserma se ha dato disposizioni così folli-o in subordine bisogna vedere che ci facesse li il poliziotto di sua iniziativa-e non dico altro

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 08/02/2019 - 14:41

La sinistra odia le forze dell'ordine, da sempre, perché difendono l'ordine costituito, ovvero la nemesi della sinistra, che sogna la sovversione, da sempre. La sinistra adora i delinquenti, da sempre, perché sovvertono l'ordine costituito, ovvero fanno il suo stesso gioco, sono il braccio della mente di sinistra. Tutto qui.

carpa1

Ven, 08/02/2019 - 14:44

I cittadini per bene esigono che i tutori dell'ordine siano i soli a poter decidere se consentito usare l‘arma in dotazione, in quanto sono i soli a trovarsi nelle condizioni di poter valutare il pericolo sia per se stessi che per eventuali altre persone presenti. La magistratura non deve poter mettere il becco perchè di disastri, con le sue sentenze pro criminalità, ne ha già combinati più che a sufficienza.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 08/02/2019 - 14:50

--Raperonzolo Giallo--allora quando si dice che il peccato originale del comunismo sia lo statalismo spinto è tutta una fesseria ? la più grande menzogna della storia?---ripigliati figliolo---swag

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 08/02/2019 - 14:57

Un consiglio ai poliziotti: meglio un brutto processo che un bel funerale!

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 08/02/2019 - 15:00

Ormai da tempo, in questo paese i delinquenti sono tutelati più dei metalmeccanici. Sarà per questo che ci sono sempre meno metalmeccanici e sempre più delinquenti, anche d'importazione?

killkoms

Ven, 08/02/2019 - 15:00

elpirl,il solito stantio!

Treg

Ven, 08/02/2019 - 15:13

Hahahaha, elkid. Ma come fai a rivoltare così le cose ? Il comunismo è sì per lo statalismo, ma il suo e non quello di noi borghesi capitalisti. Nei Paesi comunisti i delitti vengono brutalmente repressi. Ma purtroppo la gente muore di fame.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 08/02/2019 - 15:19

--killkoms--lo stantìo è lei che legge le notizie come un afasico--non le mette mai in discussione--non esercita mai la possibilità del dubbio---come un povero regista che registra tutto col fisso immagine--senza spostarsi per vederne tutte le angolazioni possibili ed immaginabili--

zadina

Ven, 08/02/2019 - 15:50

finalmente abbiamo per la prima volta un ministro dell'interno Salvini che difende le forze dell'ordine e il loro operato mi auguro che riesca dare la pistola elettrica TASER a tutte le forze dell'ordine che possono intervenire senza correre troppi rischi per essere INDAGATI e la propria incolumità, con governi della sinistra ci furono molte proposte di controllare la forze di sicurezza durante le manifestazioni violenti per denunciarli se si difendevano contro i manifestanti violenti, a scanso di male intesi sono un semplice cittadino comune che mai nessuno delle nostre generazioni ha partecipato alle forze dell'ordine.

zadina

Ven, 08/02/2019 - 16:07

Rispondo a (ELKID) si nota benissimo che LEI ELKID odia la polizia che ci difende sempre e in qualunque luogo e momento personalmente li ringrazio e stimo molto per tutto quello che fanno ( se LEI ha tanto ODIO contro la polizia avrà qualche motivo?....)

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 08/02/2019 - 16:12

Elkid, lo statalismo spinto del comunismo è la sua glorificazione DOPO la sovversione. Dipende da chi comanda. Dai, è facile.

mariolino50

Ven, 08/02/2019 - 16:41

elkid Le indagini si fanno in borghese e da soli, o in due o tre, senza dare nell'occhio, altrimenti cosa speri di trovare, le retate si fanno in 50, ma dopo che le teste più fini hanno dato le dritte. Si vede anche nei telefilm americani, e pure nei nostri, guardati Montalbano lunedi. Gli agenti in borghese mi risulta abbiano armi adatte al porto occulto, canna più corta e meno colpi. Un agente che fa in quel modo non può essere un "bimbo", altrimenti capisce poco lui e chi ce lo ha mandato, deve essere uno ben addestrato e col sufficiente pelo sullo stomaco, pronto anche a sparare. Le pietre e mattoni sono armi improprie mortali come le pallottole, basta un colpo dato bene.

rocchetti

Ven, 08/02/2019 - 16:57

Forse la legge è chiara, il poliziotto a scopo di difesa doveva munirsi di un mattone ma badate bene della stessa misura e consistenza di quello dell'aggressore e ingaggiare una lotta;però anche in questo caso se avesse vinto dando una mattonata in testa all'aggressore, non so se sarebbe scampato ai suoi guai con la legge. Credo che IL GOVERNO dovrebbe cambiare qualche legge, perché adesso stiamo giocando, purtroppo con la vita delle persone, con queste leggi è tutta una barzelletta solo che non c'è niente da ridere.Forse qualcuno dovrebbe svegliarsi (magari il governo del cambiamento???) e cambiare qualcosa.

Romalupacchiotto

Ven, 08/02/2019 - 17:22

Chiunque delinque deve marcire in galera , RIFORMA della GIUSTIZIA che in Italia non esiste c'è solo INGIUSTIZIA dalle sentenze favolette che emettono i giudici .....chissà come arrivano le sentenze barzelletta.

nopolcorrect

Ven, 08/02/2019 - 17:59

Con la magistratura di sinistra sempre a favore di ladri e dei cosiddetti "migranti" il poliziotto, se avesse sparato per difendersi, avrebbe rischiato un processo per eccesso di legittima difesa.Siamo ridotti a questo. Speriamo nel decreto sicurezza anche a favore di agenti e carabinieri e speriamo in leggi che limitino lo strapotere della magistratura e i suoi stra-stipendi.

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Ven, 08/02/2019 - 18:16

I Black Bloc hanno distrutto Genova. Chi è stato inquisito dalla magistratura? E anche se la morte di un ragazzo è sempre spaventosa, chi è stato fatto santo a Genova?

il nazionalista

Ven, 08/02/2019 - 18:20

Vediamo se c’ è ancora una volta il giudice clemente e misericordioso(ovviamente con il CRIMINALE straniero!) che rimette in libertà l’ ennesima M.RD.S. risorsa che ferisce- e in questo caso in modo GRAVISSIMO! - un Tutore dell ‘ Ordine, che se se si fosse difeso con le armi, forse, lo stesso giudice avrebbe.sbattuto di corsa in galera!! Ci può essere Salvini od un altro anche più severo, ma se NON si cambiano le leggi e si obbligano i giudici ad APPLICARLE, casi simili saranno la norma, come accade già da PARECCHI anni! !!!

paco51

Ven, 08/02/2019 - 18:20

la vera riforma urgente è per la più bella del mondo , eliminare il 99% degli articoli!

paco51

Ven, 08/02/2019 - 18:20

la vera riforma urgente è per la più bella del mondo , eliminare il 99% degli articoli!

paco51

Ven, 08/02/2019 - 18:20

la vera riforma urgete è per la più bella del mondo , eliminare il 99% degli articoli!

Algenor

Ven, 08/02/2019 - 20:08

Poliziotti e carabinieri dovrebbero avere licenza di sparare ai criminali che li aggrediscono o resistono all'arresto, altrimenti non possono esercitare la loro autoritá e far rispettare le leggi. Spero che una futura legislatura con maggioranza parlamentare leghista o Lega + FdI cambi le leggi buoniste che proteggono i criminali.

eccomicisono

Ven, 08/02/2019 - 20:26

Quando leggo i commenti del super tuttologo Elkid mi chiedo come mai commentare sia per forza gratis e non a pagamento...

CidCampeador

Ven, 08/02/2019 - 20:29

cambiare le regole d'ingaggio copiando quelle americane, necessita' questa delle societa' multietniche cosi tanto decantate dai buonisti che non possono avere tutto

Una-mattina-mi-...

Ven, 08/02/2019 - 20:38

FRA UN PO' LE "RISORSE" USERANNO CERBOTTANE CARICATE AL CURARO E MACHETE, MENTRE LE FORZE DELL'ORDINE LI CONTRASTERANNO... A COLPI DI LAPIS

carlottacharlie

Ven, 08/02/2019 - 20:38

E' arrivata l'ora di mettere a posto tutte le scelleratezze contro Polizia Carabinieri e tutti quelli che ci difendono, senza dimenticare il nostro diritto di poterci difendere da malavitosi d'ogni colore e specie. Togliere il potere, che gli han concesso i Rossi negli anni, alla Magistratura che mette becco nella politica rendendo da decenni il paese una fogna nera. Mai potremo migliorarci con Traditori e giudici intorno, saremo sempre poveri e sporchi zimbelli mondiali.

rosolina

Ven, 08/02/2019 - 21:09

polizia e carabinieri devono essere messi in condizione di fare il loro lavoro...poi ci saranno sempre anche quelli che ne approfittano, come in tutti i settori, ma lasciarli macellare non mi sembra la cosa più giusta

Ritratto di navajo

navajo

Ven, 08/02/2019 - 22:02

Il pallonaro itterico sparapalle meglio conosciuto come Elkid copia-incolla, in tutti e tre i suoi interventi non ha mai una parola di condanna per il criminale e per l'agente di polizia la sua solita ironia komunista da quattro soldi. Il vestire in borghese è richiesto per l'avvicinamento a questi soggetti che quando vedono una divisa scappano a gambe levate. Magari l'aggressore l'ha colpito prima che si qualificasse per rapinarlo. Ma questo i trinariciuti sempre in malafede non possono capirlo.

leopino

Ven, 08/02/2019 - 23:43

Questa magistratura rossa e buonista è oramai alla frutta! Valori etici ed istituzionali pari a zero.

Ritratto di zerodark

zerodark

Sab, 09/02/2019 - 08:53

E' vergognoso che la polizia abbia paura di sparare perché può rischiare un processo da parte di un magistrato ROSSO. La polizia DEVE sparare e senza problemi!

[_Raphaël_]

Sab, 09/02/2019 - 09:49

Dovrebbe scattare la violenza contro pubblico ufficiale, con tutte le aggravanti di rito (a prescindere dal numero delle persone). Il fatto che l'aggressione si sia consumata con una violenza per noi elevata, non esclude che invece sia "normale" per la realtà dell'aggressore (nordafricano o persona dedita alla violenza, magari con precedenti per omicidio o lesioni gravi alla persona). Circa la proporzionalità, l'attuale sistema giudicante e l'impianto normativo manca di tenere in dovuta considerazione che, per chi opera con persone dedite al crimine, il principio di proporzionalità non può richiamarsi a condizioni di ordinaria convivenza pacifica; specie se è in corso un'azione di repressione in un'operazione di polizia.

[_Raphaël_]

Sab, 09/02/2019 - 10:52

Naturalmente, credo che sia pacifico il Delitto tentato (art. 56 cp) con riferimento all'omicidio (art. 575 cp). Infatti la forza con cui è stata attuata l'aggressione e le modalità, mostrano una manifesta intenzionalità di offendere in modo grave. Ciò che genera perplessità è il fatto che se la polizia non è in condizione di garantire la propria sicurezza, come può garantire quella dei cittadini (che devono aver garantita la propria sicurezza, fondamentalmente, dallo Stato)? Inoltre, se con un militare o un poliziotto questi soggetti sono tanto aggressivi, è conseguente pensare che nei confronti di un giovane o di una persona lo saranno probabilmente in modo maggiore.

poli

Sab, 09/02/2019 - 11:32

Salvini siamo ancora alle chiacchiere!!!!!!!!!!!non e' cambiato nulla.

VittorioMar

Sab, 09/02/2019 - 11:56

..dovrebbe intervenire il Ministro della Giustizia a colmare queste NEFANDEZZE !!...c'è qualcuno al Ministero ??..no ha traslocato...!!