Aggredisce poliziotti a colpi di chitarra: arrestato 38enne nigeriano

Brutta esperienza per alcuni poliziotti in servizio al centro commerciale Fiumara di Genova. Sono stati aggrediti a colpi di chitarra da un "musicista" nigeriano che, nel tentativo di scappare, è arrivato a morsicare uno di loro al polpaccio

Un nigeriano di 38 anni è stato arrestato per ricettazione al centro commerciale Fiumara, a Genova, venerdì mattina. Gli agenti del commissariato di polizia di Cornigliano lo hanno trovato in possesso di materiale di dubbia provenienza: tessere commerciali, una videocamera e un router con tre schede Sim, oltre a un cacciavite a stella e un tronchese. Denunciato anche per porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere, prima della perquisizione ha dato in escandescenze. Prima il nigeriano si è scagliato contro gli agenti provando a colpirli con una chitarra e poi, nel tentativo di divincolarsi, ha morsicato al polpaccio uno di loro.

Paura al centro commerciale Fiumara di Genova dove giovedì 11 ottobre, poco prima delle 10 di mattina, un uomo di origini nigeriane ha scatenato una colluttazione contro gli agenti del commissariato di polizia di Cornigliano. L'aggressore, in possesso di una chitarra, ha dato segni di agitazione al passaggio delle forze dell'ordine. Quando gli operatori lo hanno fermato per controllarlo, l'extracomunitario si è scagliato con violenza contro di loro provando a colpirli con lo strumento musicale. Immobilizzato dagli agenti di polizia, l'uomo ha tentato il tutto per tutto per divincolarsi e ne ha morsicato uno al polpaccio.

L'uomo, già con diversi precedenti penali, senza fissa dimora e senza permesso di soggiorno, è stato sottoposto a una perquisizione ed è stato trovato in possesso di oggettistica di dubbia provenienza: numerose tessere commerciali, di una videocamera e di un router con tre schede Sim, nonché di un cacciavite a stella e di un tronchese.

Nei suoi confronti è scattata una denuncia per ricettazione e porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere ed è stato affidato all'autorità giudiziaria.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Sab, 13/10/2018 - 12:02

L'uomo, già con diversi precedenti penali, senza fissa dimora e senza permesso di soggiorno...mandatelo a ventimiglia, così il sindaco gli da la cittadinanza!!

venco

Sab, 13/10/2018 - 12:29

L'immigrato NON deve avere precedenti penali.

cgf

Sab, 13/10/2018 - 12:39

senza SE e senza MA, espulsione. Non è razzismo, ma salvaguardare chi rispetta le regole, italiani e non.

Gianni11

Sab, 13/10/2018 - 14:12

Volo charter con altri suoi simili diretto in Nigeria subito! Cosa aspettiamo per cominciare a ripulire il Nostro Paese di questi elementi? Riportiamo la decenza all'Italia!

Reip

Sab, 13/10/2018 - 14:50

Della serie la polizia li arresta e i giudici li fanno uscire!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Sab, 13/10/2018 - 15:40

Se mi aggredisce con una Fender Stratocaster Custom Shop del 1975 mi lascio aggredire e poi me ne vado malconcio ma felice con la chitarra :-)

maxxena

Sab, 13/10/2018 - 16:01

..gli avevano detto :se ti prendono "suonali"..... A cantare ci penserà il solito magistrato che lo libererà dicendo che il poverino "morsica i polpacci dei polizitti per vivere"....

Ritratto di mailaico

mailaico

Dom, 14/10/2018 - 08:45

la risorsa era affamata. Stava diffondendo una melodia etnica al fine di poter rimediare patata da mangiare in tutta tranquillità. Invece le solerti forze dell'ordine hanno rimandato il concerto.