Agrigento, 52enne si trova un clandestino in casa e viene minacciato

Tornato a casa dopo aver trascorso qualche ora in campagna, l’uomo ha trovato l’extracomunitario nella propria cucina, intento a prepararsi da mangiare. Dopo avergli intimato di andarsene, il 52enne è stato minacciato di morte

Brutta esperienza per un 52enne di Sciacca (Agrigento) che, dopo avere sorpreso un extracomunitario all’interno della propria abitazione, è stato da questo brutalmente aggredito. La sua colpa? Avergli chiesto di uscire immediatamente dall’appartamento.

Stando a quanto riferiscono i quotidiani locali, l’uomo si era allontanato qualche ora da casa per recarsi in campagna, e lo straniero ha approfittato di questa occasione per introdursi illecitamente nell’immobile. Quando il legittimo proprietario è rincasato, ha quindi trovato ad attenderlo la spiacevole sorpresa.

Nella sua cucina c’era un extracomunitario che si stava servendo dalla dispensa, allestendosi un pranzo in piena regola. Superato lo choc iniziale, il 52enne ha chiesto spiegazioni, per poi intimare allo sgradito ospite di abbandonare subito l’abitazione.

Lo straniero, tuttavia, non ha voluto sentire ragioni. Deciso a rimanere nel rifugio che si era appena scelto, ha aggredito il padrone di casa, minacciandolo addirittura di morte. Quest’ultimo ha fortunatamente mantenuto il sangue freddo e si è affrettato a contattare le forze dell’ordine, denunciando l’intera vicenda.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione locale che, dopo una breve collutazione, sono riusciti a bloccare il malvivente per portarlo negli uffici della caserma. Il soggetto, identificato, è risultato essere un 43enne originario del Burkina Faso, senza fissa dimora e clandestino.

Una denuncia per violazione di domicilio, minacce e reintroduzione illegale nel territorio italiano è stata spiccata nei suoi confronti.