Alassio, torna armato per vendicarsi del buttafuori: preso magrebino

Lo straniero, con una lunga lista di precedenti ed un ordine di espulsione mai ottemperato, stava facendo ritorno al locale in cui gli era stato negato l'accesso per vendicarsi del responsabile della sicurezza

Bloccato dal buttafuori all'ingresso di un locale di Alassio (Savona), col quale aveva avuto un acceso litigio, ha deciso di recuperare un'arma da fuoco per vendicarsi dell'affronto subìto.

Il responsabile, un pluripregiudicato marocchino di 25 anni, è stato tuttavia notato da un carabiniere fuori servizio, che ha fatto scattare immediatamente l'allarme, comunicando quanto stava accadendo ai colleghi del reparto radiomobile.

Fermato quindi lungo l'Aurelia, prima che potesse raggiungere nuovamente il locale pubblico per rivalersi sul responsabile della sicurezza che gli aveva impedito l'accesso, il magrebino è stato subito sottoposto a perquisizione.

I militari del comando di Alassio hanno rinvenuto addosso allo straniero una pistola semiautomatica con un colpo in canna. Dai successivi accertamenti effettuati sull'arma si è scoperto trattarsi di una scacciacani alla quale era stato rimosso l'obbligatorio tappino rosso, e che presentava all'interno una cartuccia calibro 38.

Una volta raggiunta la caserma ed effettuate le consuete operazioni di identificazione, i carabinieri sono riusciti a risalire alla lunga lista di precedenti del nordafricano. Già incriminato per reati contro il patrimonio e contro la persona, lo straniero era inoltre stato colpito da decreto di espulsione, bellamente ignorato e mai ottemperato.

Trattenuto in una cella di sicurezza, lo straniero è stato denunciato e si trova ora in attesa di giudizio.

Commenti

killkoms

Dom, 21/07/2019 - 15:01

altro integrato!

cgf

Dom, 21/07/2019 - 15:10

espulsione, please. Non c'è guerra e nulla da cui fuggire in Marocco, solo la pena di morte se violenti ed uccidi turiste nordeuropee (e mi sembra il minimo indipendentemente dalla provenienza/etnia delle donne)

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Dom, 21/07/2019 - 16:11

durante l'attraversata sui gommini,è riuscita a salvare in ordine:lo smatphone,le cuffiette,i soldi pe rl'attraversata,e l'arma da guerra!!

maricap

Dom, 21/07/2019 - 18:28

Rifarsi su chi li ha importati a centinaia di migliaia, caricandoli sul magro bilancio dello stato italiano, ovvero impoverendo ulteriormente il popolo italiano. I taditori della Nazione,della propria gente, imperterriti seguitano a dare del fassista, rassista, xenofobo e nassista, a chi vorrebbe rimpatriare tutti i trogloditi che delinquono. Essi sono le quinte colonne dell'invasione, alla quale chi dovrebbe ostacolarla, per pura pavidità l'asseconda. Sed ferro recuperanda est patria. Le spade nel pugno, gli allori alle chiome, La fiamma ed il nome — d’Italia sul cor.....