Alatri, migrante accoltellato in un centro di accoglienza

Ieri, nel "Cas Diaconia" di Alatri, in provincia di Frosinone, un migrante è stato accoltellato dopo una lite tra stranieri per futili motivi

Ennesimo caso di violenza all'interno di un centro d'accoglienza. Ieri, nel "Cas Diaconia" di Alatri, in provincia di Frosinone, un migrante è stato accoltellato dopo una lite tra stranieri per futili motivi.

Un ragazzo del Mali di 21 anni e uno della Guinea di 22, se la sono date di santa ragione. Ad avere la peggio è stato il secondo che è stato colpito con un coltello da cucina all’altezza dell’emitorace sinistro e che, nonostante il ferimento, è riuscito a chiamare i carabinieri di zona. Il diverbio tra i due sarebbe nato a seguito di una discussione sul vitto e da lì sarebbe sfociato in rissa. Quando i militari sono giunti sul posto hanno trovato il giovane ferito, hanno sedato gli animi, raccolto le informazioni necessarie e hanno trasportato il ragazzo all'ospedale San Bendetto di Alatri. Qui i medici lo hanno curato e dimesso con una prognosi di dieci giorni. Il ragazzo, come si legge su Casilinanews, non è dunque mai stato in pericolo di vita. I carabinieri di Alatri, dopo aver verbalizzato l'accaduto, hanno denunciato per lesioni aggravate il 21enne mailano e lo hanno portato in un'altra struttura del territorio nazionale.

Commenti

kennedy99

Sab, 29/06/2019 - 08:45

portato in un altra struttura del territorio nazionale. ma cari signori la piu bella struttura sta nel suo paese. ma chiudeteli ste benedetti centri e questi finti profughi rispediteli nei loro paesi. e questo sarebbe un fanale di altissimo sentimento di sicurezza nei confronti di tutti gli italiani.