Alberto Angela spiega (senza freni) com'era il sesso al tempo dei romani

Alberto Angela nella puntata di "Ulisse, il piacere della scoperta" ha parlato senza freni del sesso ai tempi dell'Impero romano

Con la puntata di "Ulisse, il piacere della scoperta", andato in onda il 4 giugno su Rai3, Alberto Angela si è superato e ha affrontato il tema di "come amavano gli antichi romani".

Il conduttore ci ha riportato indietro nel tempo e ci ha fatto rivivere l'amore al tempo dei romani. Nonostante questa epoca sia stata molto studiata a scuola, i professori non hanno mai fatto cenno sui costumi sessuali dell'antica Roma. Per questo, Alberto Angela è deciso di venire in nostro soccorso e di affrontare il tema a brucia pelo.

Il conduttore di Rai Tre, come scrive Dagospia, ha toccato il tema della prostituzione femminile e maschile, della omosessualità perché per gli antichi romani l’amore era considerato un regalo degli dei e quindi un sentimento da vivere fino in fondo. Tanto per iniziare Angela si è chiesto come ci si baciava 2000 anni fa. E tutte le altre domande che per noi hanno una risposta scontata, ma all'epoca non era proprio così semplice.

Alberto Angela e la sua equipe hanno fatto un lavoro di ricerca completo e scrupoloso per penetrare nelle abitudini dell'amore ai tempi dei romani. Hanno consultato dati di laboratorio, testi antichi e studi moderni, hanno studiato reperti nei musei, affreschi, statue e graffiti delle due città simbolo dell'antichità, Pompei e Ercolano. E quanto è venuto a galla ha stupito tutti, compresi i ricercatori.

Quello che ha stupito è che i romani tenevano molto alla morale. Anche se non si direbbe. Non camminavano mano nella mano per strada, non si baciavano in pubblico e non si tenevano per mano, neppure se sposati. Ma, per legge, in casa la moglie doveva baciare il marito almeno una volta al giorno. L’obbligo del bacio si estendeva a tutti i parenti fino al secondo grado. Questo perché attraverso il bacio si riusciva a capire se la donna avesse bevuto e quindi, a causa dell’alcol, potesse tradire il marito perché priva di freni inibitori. Nel caso avesse tradito il marito, era consentito l'uxoricidio.

Nel programma si è parlato anche degli uomini ricchi che potevano pretendere sesso dagli schiavi (e senza dare scandalo) e delle donne che non potevano essere lesbiche (ma praticavano comunque sesso saffico).

Commenti
Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Lun, 06/06/2016 - 16:32

Ho visto la puntata e non ci ho trovato niente di "choccante". Se si vogliono conoscere i costumi di altre culture, si devono dire le cose così come sono state. Il resto e falso moralismo.

Ritratto di Rames

Rames

Lun, 06/06/2016 - 20:06

E quindi?