Alessandra Madonna: Giuseppe Varriale condannato a 8 anni

Alessandra Madonna, giovane ragazza con la passione per la danza, venne uccisa la notte tra il 7 e l'8 settembre 2017 a Mugnano di Napoli

Giuseppe Varriale (29), ex fidanzato della ballerina Alessandra Madonna (24 al momento della morte), è stato condannato a 8 anni e due mesi di reclusione per omicidio preterintenzionale. Durante la lettura della sentenza, erano presenti i genitori della vittima. La madre di Alessandra Madonna è stata colpita da un malore una volta appresa la condanna di Varriale. Per la donna si è reso necessario l'intervento di un medico. La condanna nei confronti di Giuseppe Varriale è stata disposta dai giudici della Corte d'Assise di Napoli.

All'imputato erano stati comminati 4 anni e 8 mesi in primo grado, in quanto l'uomo era stato riconosciuto colpevole di omicidio stradale. Una sentenza da sempre contestata dai genitori di Alessandra Madonna, tanto da portare la madre della 24enne a minacciare di suicidarsi, mentre in aula veniva letta la sentenza. All'epoca, il sostituto procuratore generale aveva invece chiesto, in sede di requisitoria, una pena più severa per il giovane: 20 anni di reclusione per omicidio volontario. Un'accusa che tuttavia non è stata accolta neanche in secondo grado.

Alessandra Madonna trovò la morte a Mugnano (Napoli) la notte tra il 7 e l'8 settembre 2017. Al culmine di una lite, avvenuta sotto casa di Giuseppe Varriale, questi trascinò ed uccise la ragazza, mentre era alla guida del Suv di sua proprietà. Le ferite dovute all'impatto con l'asfalto si rivelarono fatali per la giovane. Alessandra, originaria di Melito, venne trascinata per diversi metri. Varriale aveva affermato all'epoca di non essersi accorto che la sua ex fosse rimasta impigliata nell'auto. Soccorsa dai sanitari del 118, la 24enne venne trasportata d'urgenza presso l'ospedale San Giuliano di Giugliano oramai in fin di vita. I medici della struttura ospedaliera dichiararono Alessandra morta poche ore dopo il ricovero.