Alice, uccisa a 16 anni dall'eroina gialla della mafia nigeriana

La chiamano eroina gialla ed è una nuova, micidiale droga venduta dalla mafia nigeriana nelle principali città del nord-est. Ultima vittima in ordine di tempo è Alice, una 16enne morta di overdose nei bagni della stazione di Udine

"Era bella, ma ingenua e per questo raggirabile". Alice, studentessa 16enne di Udine, è morta di overdose nei bagni della stazione della città. A stroncarla una dose letale di eroina gialla, una nuova micidiale sostanza stupefacente che negli ultimi mesi sta facendo diverse vittime nel nord-est - 18 dal 2017 secondo gli atti di un'inchiesta della Procura di Venezia - tutte di giovane età. Come Alice, entrata nel tunnel della droga il cui spaccio è gestito in regime di monopolio dalla mafia nigeriana. "Era bella, bella nei suoi 16 anni, l'età in cui tutto sboccia".

Termina con queste parole il racconto al Corriere della Sera di Mario Bros, assistente tecnico scolastico del liceo artistico dove studiava Alice. Studiava, perché Alice è morta di overdose nei bagni della stazione della sua città, Udine. Una morte tragica dovuta all'iniezione letale di eroina gialla, una droga dal micidiale grado di purezza che spesso viene assunta in un mix con altri farmaci e che, nel nord-est, ha già provocato qualcosa come 18 morti.

Il fidanzato di Alice, interrogato dagli investigatori della squadra mobile di Udine, ha raccontato le ultime ore di vita della ragazza. Lui, suo ex compagno di scuola che nel frattempo aveva lasciati gli studi, l'aveva incontrata fuori dal liceo artistico Sello. Avevano messo in preventivo di mangiare qualcosa - un trancio di pizza - prima di soddisfare il loro terribile vizio. Sono andati in stazione e sono entrati nei bagni pubblici per iniettarsi in vena la droga. Al ragazzo non è successo niente, mentre Alice ha perso conoscenza.

"Pensavo fosse svenuta", le parole di lui. Ma la ragazza era già morta, colpa di un doppio edema - cerebrale e polmonare compatibili con l'overdose - che non le ha lasciato scampo. Lui ha provato a discolparsi: "Era stata lei a procurarsi la droga", prima di raccontare i secondi successivi al momento in cui la fidanzatina è andata in overdose. "L'ho trascinata fuori dal bagno e le ho spruzzato un po' d'acqua per svegliarla". Ma il cuore di Alice aveva già smesso di battere.

Ma che cos'è l'eroina gialla? La sostanza prende il nome dal colore delle dosi e è fino a cento volte più pura di quella che si trovava in strada lo scorso anno. L'eroina viene utilizzata insieme ad altre sostanze. In questo caso sarebbe tagliata con un potentissimo analgesico a uso ospedaliero, il Fentanyl, con un'efficacia anche 500 volte superiore alla morfina. I trafficanti sarebbero nigeriani che, dopo aver tolto la piazza dello spaccio ai tunisini, avrebbero iniziato a vendere la nuova droga che ha un effetto devastante sull'organismo. E che ha fatto un'altra vittima, una ragazza di appena 16 anni.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Anonimo (non verificato)

gianfranco9385

Dom, 07/10/2018 - 11:40

tranquilli. le risorse africane coi proventi della droga e le marchette nigeriane ci pagano la pensione, Boldrini docet

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 07/10/2018 - 11:47

Ma il fanatico dell'immigrazione biancovestito, queste cose le sa?

Ritratto di mailaico

mailaico

Dom, 07/10/2018 - 12:17

sta gran ciuccianegri E' LEI CHE E' ANDATA A CERCARE LA ROBBA! QUINDI "chi è causa del suo mal pianga se stesso" In questo caso: UNA DI MENO!

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Dom, 07/10/2018 - 12:34

Che paese è quello che preferisce far morire propri giovani piuttosto che impiccare velocemente qualche lurido spacciatore? Ovvio: un paese in inesorabile declino.

venco

Dom, 07/10/2018 - 13:49

Povera ragazza mal allevata.

belmoni

Dom, 07/10/2018 - 13:49

Uccisa dalla sua imbecillita'...scusate eh.... chi l'ha obbligata a drogarsi? nessuno credo... chi è causa del suo mal pianga se stesso..

titina

Dom, 07/10/2018 - 14:57

uccisa dall'eroina che volontariamente ha comprato.

Alessio2012

Dom, 07/10/2018 - 17:42

GLI IDIOTI SONO IN ITALIA. TRAINI USA LA PISTOLA PER SPARARE, LORO USANO LA DROGA E NE ESCONO PULITI, PUR UCCIDENDO MIGLIAIA DI PERSONE.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Dom, 07/10/2018 - 17:49

Un pensiero se mai per i genitori della ragazza e nulla di più. Esiste la delinquenza, la prostituzione e lo spaccio come esiste il relativo consumo. Uno non si droga per ignoranza o poca conoscenza. Chi lo fa lo vuole fare punto e basta. Neanche perdo tempo a dire poveretta, se lo è cercato e lo ha trovato. Spacciatori neri, gialli o bianchi non centra nulla, esistono solo perché c'è qualcuno che cerca la merce che vendono. Amen.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 07/10/2018 - 18:12

Cosa direbbe un compagno giudice? Agivano per stato di necessità. Sarà meglio che dopo lo spaccio se qualcuno muore gli si dia l’ergastolo.

Altoviti

Dom, 07/10/2018 - 18:37

Basterebbe prendere tutti i nigeriani di Udine e rispedirli a casa loro dopo aver inniettato loro la loro droga gialla!

Altoviti

Dom, 07/10/2018 - 18:41

Non è colpa della ragazza come tanti dicono ma dei nostri politicanti del passato che hanno lasciato la società degradarsi, dei giudici che lasciano fuori i trafficanti, lei è una vittima. Chi traffica morte va rinchiuso ed espulso e se non capisce va eliminato dalla società tenendolo rinchiuso a vita.

Altoviti

Dom, 07/10/2018 - 18:42

Ci vogliono leggi speciali contro le mafie, anche la Ue è cpontro le leggi speciali!

MaxZiewsky

Dom, 07/10/2018 - 18:52

Non ho pietà per chi muore in questo modo. E' come buttarsi dal quinto piano sperando di beccare il tendone del negozio al primo

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Dom, 07/10/2018 - 19:32

Io sono padre di quattro e figli e nonno di una carrettata di nipoti... Ho sempre detto loro che avevano la massima libertà di autodeterminarsi etc. una cosa sola ho chiesto, di non portarmi in casa l'umiliazione umana della droga. Per il resto fate come credete meglio. Sono stato fortunato lo ammetto, ma non smetterò mai di credere che chi si droga lo fa per sua spontanea volontà. I disagi familiari e/o sociali possono influire, ma chi finisce in over dose ha messo la sua firma sotto la sua condanna a morte il primo giorno che ha pippato... Non ci sono altre chiacchiere.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Dom, 07/10/2018 - 19:36

Per continuare una riflessione... ma a 16 anni è già all'eroina? Prendendo per buona la escalation che tutti conosciamo, quando ha cominciato? All'asilo? Magari ha bruciato tutte le tappe, ma i famigliari dove stavano? Un eroinomane lo riconosci a vista... ma i genitori non guardavano la ragazza negli occhi? Boh... a me sembra strano che una ragazzina sedicenne faccia il botto con la gialla.

Reip

Dom, 07/10/2018 - 20:05

Ringraziate il Pd, la boldrini, del Rio le coop rosse e le ONg e tutti quei porci di sinistra che hanno permesso l’ingresso di queste bestie in Italia....

Alessio2012

Dom, 07/10/2018 - 20:10

QUESTI RAGAZZI SI DROGANO ANCHE PERCHE' SONO I COMUNISTI A SPINGERLI IN QUELLA DIREZIONE... SE NON FAI CERTE COSE NON SEI ABBASTANZA DI SINISTRA...

Tranvato

Dom, 07/10/2018 - 22:14

Mafia nigeriana? Spacciatori di morte per i nostri figli? Basta uccidere tutti i nigeriani ed il problema è risolto, alla radice. Tornerà la mafia marocchina? Stesso trattamento. E così fino alla totale pulizia etnica. Accogliamo ed integriamo tutti, i delinquenti, questi delinquenti, no!

GPTalamo

Dom, 07/10/2018 - 22:31

Posso capire i lettori che si indignano col nigeriamo, ma siamo onesti: questa e' gente che la droga se la sarebbe procurata comunque, anche da un italiano. La colpa, in fondo, non e' del nigeriano, ma della cultura di sinistra che ha trasformato i giovani (e meno giovani) in idioti atei materialisti senza valori reali nella vita, per cui tutto e' permesso e non esiste piu' il senso del peccato. Mi spiace per questa povera ragazza (e per i suoi genitori), ma non addossiamo al nigeriano 50 anni di sfacelo culturale e sociale italiano. Se non mi credete, chiedetevi perche' il 90% dei giovani italiani oggigiorno approva l'uso della marjuana.

Nick2

Lun, 08/10/2018 - 07:10

Il mercato della droga, in Italia, è nelle mani della 'ndrangheta. I nigeriani, tunisini sono spacciatori o poco più. Come in ogni articolo, avete sempre pronto il nome dei colpevoli da dare in pasto ai vostri lettori: gli stranieri e l'Europa. Le vere piaghe del nostro paese sono le mafie, l'evasione fiscale e la corruzione. Ma voi, guarda caso, siete i difensori di mafiosi, evasori, corrotti e corruttori...