Allarme autobomba a Palermo

Il proprietario pare stesse guardando video che inneggiavano all'Isis

Ha creato il panico e subito sono scattate le indagini per un pacco sospetto trovato in un'auto (una Fiat Uno) parcheggiata nei pressi della Banca d'Italia a Palermo.

La strada è stata subito chiusa al traffico dalla polizia municipale per permettere ai carabinieri di effettuare i dovuti accertamenti. Fortunatamente un falso allarme.

Ma quello che poi è stato scoperto dopo è ancor più inquietante. Grazie agli abitanti della zona i militari hanno potuto risalire al proprietario dell'auto scambiata per un'autobomba. Proprio in quel momento, il proprietario, un palermitano, secondo alcune indiscrezioni stava guardando su un tablet alcuni video che inneggiavano all'Isis. È stato, quindi, portato in caserma per un interrogatorio e rilasciato dopo poche ore.

Come si legge su Il Giornale di Sicilia, non è il primo allarme bomba in città. Ce ne sono stati altri, nelle ultime due settimane. Quattro, per l'esattezza, di cui tre nello stesso giorno, con l'intervento degli artificieri.

Resta comunque alta l'allerta e la paura, nel cuore della Sicilia, dove la raffinatezza delle costruzioni arabe, che ripercorrono la storia, stride con gli orrori del moderno jihad.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 05/06/2017 - 17:54

Beh, ora si stanno moltiplicando a dismisura questi falsi allarmi, finchè capiterà il disastro. Forse intervenire prima? No? Lasciamoli fare?