Allarme tubercolosi: un immigrato malato è fuggito da un centro di accoglienza di Vicenza

A lanciare l'allerta il presidente del consiglio regionale del Veneto: il migrante affetto da tbc era ospite in una struttura d'accoglienza in provincia di Vicenza

Un immigrato affetto da tubercolosi è scappato da un centro di accoglienza in provincia di Vicenza, dove si stanno verificando diversi casi di tbc. In questo 2018, infatti, i casi registrati sono già quaranta.

A dare l’allarme ci ha pensato Roberto Ciambetti, presidente del consiglio regionale del Veneto. Il migrante malato e ora in fuga era alloggiato nell’ex albergo Virginia in località Sandrigo.

Il leghista, come riporta Il Gazzettino, denuncia e si dice preoccupato: "È grave sapere che un immigrato clandestino colpito da questa malattia si è dato alla fuga, diventando un potenziale veicolo infettivo. Non nascondo che l'isolamento degli spazi in cui è vissuto a Sandrigo e lo screening di coloro con cui l'ammalato è entrato in contatto siano misure sicuramente drastiche, ma utili anche per tranquillizzare la popolazione. Non sappiamo dove si trovi ora questo straniero, di certo nei giorni precedenti al suo allontanamento sarà rimasto a contatto con diverse altre persone presenti nella struttura".

Poi, come ricorda ancora l’esponente del Carroccio, nella provincia di Vicenza la maggioranza dei casi di tubercolosi si registra tra gli extracomunitari, ignari spesso e volentieri di essere malati e inconsapevoli, anxche, della gravità della patologia stessa: "Con il clandestino ammalato di tbc fuggito da Sandrigo abbiamo una ulteriore riprova di quanto abbiamo detto da anni: la cittadinanza è chiamata a pagare i costi non solo economici ma anche sociali e sanitari di politiche scellerate in cui c'è chi ha fatto i soldi a palate" chiosa Ciambetti.

Commenti

Luthien

Mer, 12/09/2018 - 10:26

Le "misure drastiche" , ovvero l'isolamento, cui si fa riferimento nell'articolo sono le medesime cui viene sottoposto qualunque cittadino di qualunque cittadinanza in caso di riscontro di TBC aperta, ovvero ad alto rischio di infettività. Le linee guida stilate dal Ministero della Salute recitano: "Nel caso in cui una persona sia affetta da una forma di tubercolosi contagiosa, non intenda sottoporsi alle terapie necessarie e rappresenti un pericolo per la Salute Pubblica, una volta espletate tutte le possibilità alternative, compresa la somministrazione di farmaci sotto osservazione diretta, se ne può disporre il ricovero ai sensi del T.U.LL.SS", ovvero con il Trattamento Sanitario Obbligatorio. Non capisco perché i migranti dovrebbero essere sottoposti a misure diverse da queste.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Mer, 12/09/2018 - 10:32

Prima o poi doveva succedere, nonostante le rassicurazioni e le precauzioni. La sicurezza al 100% non esiste negli ospedali, figuriamoci nelle strutture per i clandestini, che sono un colabrodo totale. Ai primi del 1900 ad Ellis Island in America i Medici del Servizio Immigrazione controllavano gli immigrati, che non erano clandestini. Sul vademecum che veniva consegnato a ciascuno era chiaramente scritto "... i deformi, i ciechi, i sordomuti e tutti coloro che soffrono di malattie contagiose, aberrazioni mentali e qualsiasi altra infermità sono inesorabilmente esclusi dal suolo americano". La differenza col nostro sistema allo sfascio è abissale.

lisanna

Mer, 12/09/2018 - 10:35

che ci sia qualche collegamento con l'epidemia di polmonite in Lombardia ? boh, ci dicono che non c' e' nessuna emergenza, che i migranti che arrivano sono controllati ( e visitati e curati a spese nostre) , ma in tanti anni non ho mai sentito cosi' tante "non emergenze". e da quando il batterio della polmonite e' nell'acqua? qualcuno puo' rispondere ?

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Mer, 12/09/2018 - 10:49

rintracciatelo e ricoveratolo nella sede del p.d. con primario Martina e direttore Renzi.

Calmapiatta

Mer, 12/09/2018 - 11:06

L'isolamento non esiste. A aroma vengono ricoverati decine di Romeni o Moldavi affetti da tubercolosi, endemica ancora in quei paesi. Dopo una o due settimane, si sentono meglio e spariscono mentre sono ancora altamente contagioso. Li potete incontrare i metro o sull'autobus o al lavoro. Alcune fanno le badanti o le donne delle pulizie. Eppure nessuno dice nulla.

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 12/09/2018 - 11:40

... e poi vengono a romperci i cog..oni con le vaccinazioni dei bambini !!!!! IL GUAIO E' CHE DI CASI SIMILI CE NE SONO MIGLIAIA E NESSUNO DEI LOSCHI POLITICANTI SINISTROIDI NE PARLA E TANTOMENO I SIGNORI DELLA SANITA' !!!!!

Ritratto di adl

adl

Mer, 12/09/2018 - 11:51

L'obbligo dei vaccini non è stato ancora esteso all'AFRICA che emigra ........waiting for LORENZINA's successor.

il veniero

Mer, 12/09/2018 - 12:05

un apio di anni fa sono passo in un reparto di medicina generale e vedo gli infermieri che corrono e vociano dietro a un nord africano in vestaglia appena fuori dalla sua camera . Mi informo e scopro che questo era malato di tubercolosi e aveva la brutta abitudine di sputare per terra e nei cestini ...

Giorgio5819

Mer, 12/09/2018 - 12:22

Arresto e condanna ai domiciliari a casa boldrini.

Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Mer, 12/09/2018 - 12:36

Che dire .... speriamo che vengano infettati solo i sinistroidi buonisti.

Romalupacchiotto

Mer, 12/09/2018 - 12:37

Mandatelo a casa dei pidioti che lo cureranno amorevolmente, e noi italiani sosteniamo tutti i costi sanitari per certa gente che non dovrebbe stare qui. Ci sono Stati che non si entra se non si è in possesso di assicurazione sanitaria. Quantificare i costi e chiedere il rimborso al loro paese di origine. Questa è la patria di Ridolini. E gli italiani non hanno neanche soldi per curarsi....Questa Italia è peggio dell'inferno.

Zizzigo

Mer, 12/09/2018 - 12:39

Ci guadagniamo moltissimo con questi clandestini... anche nel risorgere di malattie mortali e dimenticate. Ma a vaccinarsi... dobbiamo essere noi, bah!

jaguar

Mer, 12/09/2018 - 13:09

Chissà quanti clandestini contagiosi ci sono in giro per l'Italia, ma la colpa non è loro, è di quei disgraziati di sinistra che hanno riempito il paese di gentaglia.

Vostradamus

Mer, 12/09/2018 - 13:21

Perchè la magistratura non indaga su chi, facendo entrare clandestini appestati a centinaia di migliaia, sta trasformando l'Italia in un lazzaretto? O è proprio questo il fine ultimo dell'arrivo di tutti questi sfaccendati?

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mer, 12/09/2018 - 13:31

E' incredibile il progresso e la cultura che questi zombie africani ci portano. Se poi non fossimo rassisti come sostiene l'ONU, ce ne porterebbero ancora di più. Mai in vita mia avrei immaginato che il nostro paese sarebbe sceso così in basso, così in putrefazione, fisica e mentale.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mer, 12/09/2018 - 14:09

Non è la prima volta che la TBC ritorna in Italia grazie ai clandestini. Già all'inizio degli anni 1990, vi fu a Milano Romolo un'invasione di nordafricani che, clandestini, instaurarono una specie di kasbah in una vecchia fonderia. Sindaco socialista, naturalmente: lasciarono fare fino al momento in cui su quel terreno fu edificato il resto dello IULM; con una retata spettacolare, la vecchia fonderia fu sgomberata. Ma nel frattempo, gli abitanti della zona (un numero imprecisato) vennero contagiati dalla TBC e peggio. Maledetta sinistra affarista!, ha reso l'Italia un paese pericoloso e quando chiede il voto dice di voler proteggere le classi meno abbienti ...

maurizio50

Mer, 12/09/2018 - 14:11

Speriamo che corra a perdifiato da donna Laura Boldrini cosi' pronta a dare aiuto a tutti gli africani che scorrazzano in casa nostra!!!!

Razdecaz

Mer, 12/09/2018 - 14:29

Nessun paese serio permette che clandestini girino liberamente infetti! I preti la caritas e i centri a-sociali cattocomunisti buonisti fasulli. Se non si attua ora il blocco navale, con la crisi Libica, tra poco altro che invasione!! Un tempo anche abbastanza recente, c'era la QUARANTENA? Navi ferme lontane dal porto per 40gg. Era come la vaccinazione: una esigenza sanitaria. Perché oggi NO?

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 12/09/2018 - 16:07

Almeno infestasse tutti i PDocchi!

pastello

Mer, 12/09/2018 - 16:26

Io sulla vicenda Legionella qualche dubbio ce l'ho

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 12/09/2018 - 17:16

Contagiasse

maxxena

Mer, 12/09/2018 - 17:58

ma come? non sono tutti controllati ? noi stiamo a spaccarci le corna su vaccinazione dei bambini e autocertificazioni e i nostri buonisti ci hanno riempito il paese di persone che provengono da zone sicuramente non protette (tant'è che richiedono profilassi varie) e con la certezza assoluta che non siano vaccinate. Certo hanno giocato facile in un paese che si rivolge ancora a maghi e fattucchiere e non capisce la necessità delle vaccinazioni. Chi ha un po' di pratica delle problematiche relative alle infezioni su larga scala sa che qualche problemino lo avremo di sicuro..(naturalmente non lo diranno mai)

pumpernickel

Mer, 12/09/2018 - 18:13

Potesse trovare rifugio e accoglienza per qualche tempo in un centro sociale… Lui ci guadagnerebbe una maglietta rossa e noi molto di più.

lappola

Mer, 12/09/2018 - 18:40

Gironzolerà per l'Italia, appesterà dieci, cento, mille persone e quando lo troveranno (se lo troveranno) sarà ricoverato, ci costerà cento euro al giorno di sola degenza, altrettanto ci costeranno quelli che ha contagiato. e se lo rispediremo a casa sua - quattrini in tasca, biglietto aereo. BEL GUADAGNO arriva dai buonisti !

Gianx

Mer, 12/09/2018 - 18:49

Se mi passa vicino, lo stinco!

Renzo51

Mer, 12/09/2018 - 18:55

E quando ne scapperà uno affetto da ebola non ancora evidenziata metteremo fine a questa EU da operetta! Per il momento "accontentiamoci" di scabbia, tbc, febbre del Nilo, ecc. Non manca molto che arrivi qualche cosa di più serio....

bremen600

Mer, 12/09/2018 - 19:06

portatelo a casa di renzi nella nuova villa.