Allarme violenza in Italia. La nuova sfida dei giovani: pugni in faccia agli sconosciuti

"Ko game": stendere uno sconosciuto con un solo pugno. La follia importata dagli Usa sta spopolando a Roma

Una "moda", se così la si può chiamare, ai limiti della follia. Prendere a pugni un passante, uno sconosciuto, e fuggire. L'assurda pratica si sta diffondendo tra gli adolescenti italiani che, complici l'alcol e la cannabis, si cimentano in questa prova tanto insensata quanto violenta. L'obiettivo è mandare al tappeto uno sconosciuto con un solo pugno. L'idea arriva dagli Usa, dove è nota come "ko game" ed è stata veicolata, almeno stando a quanto sostengono gli psicologi, da film in cui la violenza la fa da padrona, come "Fight Club" e "Arancia Meccanica". In Italia i primi casi si sono verificati a Favaro Veneto, in provincia di Venezia, dove un ragazzino di appena 13 anni è stato aggredito sotto gli occhi del padre davanti ad una pizzeria. Nessuna provocazione, nessuna spiegazione (se mai ce ne potesse essere una).

In questi giorni altri casi sono stati registrati a Roma, dove, nelle notti di "sballo" dei giovani capitolini, Trastevere è diventata teatro di aggressioni improvvise e violentissime. "Non passa sera senza vedere qualcuno che, colpito al volto, chiede aiuto in mezzo alla strada", racconta uno dei commercianti che gestisce un locale tra via del Cipreso e piazza Trilussa. I ragazzini sono giovanissimi, tra i quindici e i diciotto anni: "Se la prendono con chiunque, si muovo in gruppetti di quattro o cinque e il meccanismo è sempre lo stesso". Nel mirino ci sono persone di ogni età e ceto sociale, spesso sorprese mentre rientrano a casa dal lavoro o fanno una passeggiata. Lasciate sanguinanti a faccia in giù sull'asfalto.

Commenti
Ritratto di robergug

robergug

Dom, 30/03/2014 - 12:41

Io questo articolo non l'avrei mai pubblicato. Qualcosa non vi funziona, se vi sembra giusto rendere pubbliche certe notizie.

cgf

Dom, 30/03/2014 - 13:03

mi deve prendere al primo colpo, poi dovrò dimostrare che la mia è stato 'eccesso di leggitima difesa' ma è un problema minore che mi metto dopo, nel frattempo... R.I.P.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 30/03/2014 - 13:06

mi pare ovvio che la cd giustizia denoantri, la cialtrona prefettura, le forze dell'ordine debbano oramai organzzarsi per RIPULIREVLE CITTA' E SBATTERE IN GATTABUIA IN MASSA minori o non minori, e fargli venire un po di strizza basta col lassismo o il buonismo troppi cretini minorenni o no in giro per le strade a tutte le ore!! i minorenni devono stare a casa ad una certa ora se no si interviene sui genitori, punto. ma vogliamo che uno quasi colpito o che ha visto un suo parente vittima di queste cose si faccia giustizia da se' se becca l'imbecille delinquente???

Ritratto di lettore57

lettore57

Dom, 30/03/2014 - 13:07

dico solo che, se potessi devidere io, questi teppistelli una volta presi non lo farebbero piu ed anzi si farebbero promotori positivi verso gli amici.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 30/03/2014 - 13:14

Tanto scatta subito il buonismo idiota. Non gli fanno un caxxo. Li mandassero 2 anni ai servizi sociali a spazzare i cessi negli ospizi la voglia di fare cazzate gli passa.

Giacinto49

Dom, 30/03/2014 - 13:22

E non si potrà neanche invocare, in caso di reazione violenta, la legittima difesa. Saranno sempre in maggioranza i giudici disposti a perdonare e compatire il povero giovane ubriaco e spinellista di turno.

giottin

Dom, 30/03/2014 - 13:40

Ecco cosa significa non potere più dare un ceffone a codesti sbarbatelli, sia a casa che a scuola...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 30/03/2014 - 13:58

Certo che con i giudici del volemose bene può succedere di tutto.Però se dovesse capitare ad uno di loro la solfa sarebbe diversa..............................

Giuseppe Borroni

Dom, 30/03/2014 - 14:05

girare col bastone e dopo qualche testa rotta (poco male e se ne faranno una ragione!!) le cose torneranno alla normalita'

killkoms

Dom, 30/03/2014 - 14:16

la bella moda "made in usa"!e i noastri togati dormono(finchè non si beccherà un cazzotto uno di loro)!

Ritratto di Feldmaresciallo

Feldmaresciallo

Dom, 30/03/2014 - 14:45

In una società dove in nome della giustizia vengono inevitabilmente perseguiti i giusti, queste cose non hanno motivo di destare stupore. Del resto kabobo insegna e se nemmeno i diretti interessati si fanno giustizia da soli chi ci dovrebbe pensare, il togato di turno? Ma fatemi il piacere. PENA DI MORTE IMMEDIATA per chi uccide ignari passanti, violenta bambini e tortura animali. Per iniziare, ovviamente.

mbotawy'

Dom, 30/03/2014 - 15:07

Per questi giovani andrebbe bene che il Governo riaprisse la chiamata alla leva Militare.

nino47

Dom, 30/03/2014 - 16:00

@cgf: sarebbe la beffa oltre i ldanno! per avere a che fare coi nostri giudici, forse, meglio accontentarsi di un pugno in faccia!

angelal82

Dom, 30/03/2014 - 16:15

Sono d'accordo con cgf!!! Dopo mi faccio il problema!!!

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 30/03/2014 - 16:27

robergug lei ha ragione visto l'alto tasso di coglioneria da emulazione delle nuove generazioni, col cervello bruciato da droghe, alcool, cellulari e internet..ma lo dica anche a mediaset e rai, che a iosa hanno fatto servizi e filmati sul caso

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 30/03/2014 - 16:44

Fenomeno da stroncare immediatamente con SEVERISSIME SANZIONI. Qui si rischia molto con questo tipo di gioventù che se spaccasse pietre da mattina a sera non avrebbe il tempo di neanche pensare a questi atti da delinquenti. STRONCARE IMMEDIATAMENTE!!!!

Ritratto di massiga

massiga

Dom, 30/03/2014 - 17:08

Ma basta dire che e' una moda importata dagli USA. Vivo qui da 15 anni e non ne ho mai sentito parlare. E poi non ha un nome. KO game lo chiamate voi. Io vedo solo 4 dementi che hanno tirato un pugno in faccia a dei passanti.

Klotz1960

Dom, 30/03/2014 - 17:29

Perfetto. Da oggi a Trastevere girero' con un bastone. Che provino a farlo con me.

Anonimo (non verificato)

svevo

Dom, 30/03/2014 - 17:44

Commentando le azioni criminali commesse in Italia da immigrati, persone di diverse nazionalità, Ceche, Polacche, Romene, hanno espresso tutte lo stesso parere, e cioè: in quei Paesi se ti beccano a rubare ti massacrano di botte e ti rinchiudono per diversi anni senza tanti complimenti, nè giornali, tv, sigarette etcc.. Per questo motivo vengono tutti in Italia. Male che gli vada vivranno a spese dello stato con tutti i comfort.

dellemon

Dom, 30/03/2014 - 17:44

la giusta punizione per un atto tanto violento, inutile e fine a se stesso e di connotazione demoniaca (colpisco a caso), ritengo sia un colpo di pistola in testa.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 30/03/2014 - 17:47

Comunque la società informatica e il lassismo di una generazione di genitori debosciati oltre che delle istituzioni sta generando mostri..un po meno cellulari, internet e piu calci in culo..rimetterebbe le cose a posto..

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 30/03/2014 - 18:10

Tralasciando le analisi sociologiche che lasciano il tempo che trovano, il problema di coloro che si dovessero trovare in una situazione del genere è: cosa faccio? La risposta ovvia è colpire senza pietà questi aggressori, senonchè, come ormai sappiamo tutti quanti, scatta immediata la denuncia per eccesso di legittima difesa, con relative denunce dei genitori adirati perchè si è osato difendersi dai loro innocenti pargoletti, nel caso che il virgulto dovesse finire all'ospedale o addirittura al cimitero, sia pure involontariamente. Francamente non me ne importa un accidente di quello che avviene ad uno che cerca di colpirmi. Un pugno o una caduta possono uccidere altrettanto bene che un colpo di pistola, di conseguenza si deve attivare il massimo di difesa possibile, anche anticipando l'aggressione e senza farsi troppi scrupoli buonisti del piffero. So perfettamente che i giudici pretendono, assurdamente, una difesa dello stesso livello di chi ti aggredisce. Una cosa solo che assurda sia da stabilire, al momento, che impossibile da attuare se si è in svantaggio di forze, oltre che per la sorpresa dell'attacco che si subisce e della risposta da graduare in termini di NON persiero, perchè nessuno è in grado di fare valutazioni di nessun genere in un simile momento, è già tanto se riesce a difendersi istintivamente. Se non vogliono che le nostre strade si trasformino in un Far West incomincino a darsi da fare sia nel prenderli che nel condannarli seriamente, senza farsi troppi scrupoli, altrimenti ogni cittadino si sentirà libero di agire come crede. Tra l'altro ricordo ancora l'assurda condanna del ragazzo dell'Anagnina, del tutto innocente, a stare alle immagini video e alle testimonianze, ma che hanno trovato il modo di condannare per una colpa inesistente.

Paul Bearer

Dom, 30/03/2014 - 19:14

Colpa dell'alcol certamente...colpa delle droghe certamente...però bisogna anche essere degli stronxxi nati. E per quelli non c'è rimedio,solo un bel platano dove si vadano a spiaccicare.

Ritratto di rapax

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di sitten

sitten

Dom, 30/03/2014 - 20:14

Auguriamoci che sulla loro strada i tepistelli incontrano Giudici degni di questo nome.

Anonimo (non verificato)

ronin59

Dom, 30/03/2014 - 20:16

Un bastone è arma impropria, un calzettone robusto con dentro mezzo kg di monetine no, in fin dei conti gli spiccioli li metto dove voglio, al limite li piazzo anche nei denti di un coglione drogato, ubriaco o impasticcato adolescente che cerca un brivido dandomi un cazzotto..Certo non sono che un italiano incensurato, padre di famiglia, lavoratore, non uno zingaro pluripregiudicato, uno spacciatore magrebino, un pappone rumeno o nigeriano e manco un rivoluzionario da centro sociale, perciò di sicuro dovrò pagare un avvocato, perchè magari un giudice che "vorrà vederci chiaro" sul perchè ho mandato in ospedale uno stronzetto lo trovo....

curzio

Dom, 30/03/2014 - 21:04

Nell'articolo manca una cosa fondamentale. Dipende sempre da chi incontrano, possono trovare uno che gli infila due calci in faccia e due pugni che neanche se ne accorgono, e che se li ricordano per un bel pò di tempo. Ripeto non si mai chi incontri....

lento

Dom, 30/03/2014 - 21:52

Su certe cose i media dovrebbero tacere per non fare pubblicita'!Avvolte vengono suggestionati anche i giudici,nel dare una sentenza !!I cittadini onesti si dovrebbero armare tutti per legge !!

Klotz1960

Dom, 30/03/2014 - 23:22

E' la violenza senza nessuna ragione ispirata dai filmacci di quel malato di mente di Tarantino.

zingozongo

Lun, 31/03/2014 - 07:15

prima o poi colpiranno un metronotte o una guardia giurata che rispondera con la pistola, e poi via tutti a criticare la facilita conla quale rilasciano il porto d'armi

ancoraio

Lun, 31/03/2014 - 08:34

Secondo me invece, dovrebbe essere varata una legge che da 10 anni di galera, ai lavori forzati, a chi pratica questa stronzata. Se ci scappa il morto, ovviamente l'ergastolo.

gianpietro.camp...

Lun, 31/03/2014 - 09:24

Ora ho sessant'anni; quando ero ragazzo, andando in giro commettevo marachelle, mi accadeva di prendere sonori ceffoni da un adulto amico di mio padre, il quale dopo avermele suonate lo comunicava al mio genitore; nessuna querela dal fattaccio, il babbo mi raddoppiava la dose di ceffoni. Io non sono morto, ma mi sono educato alla vita civile. Gian Pietro Campani

ottabs

Lun, 31/03/2014 - 17:06

Ma cosa c'entra la cannabis????? se c'è una cosa che provoca la cannabis è proprio l'apatia. La cannabis rincoglionisce e non crea stati di violenza. Cazzo ma chi ve li scrive gli articoli, Giovanardi??? Ma per piacere...

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 31/03/2014 - 17:29

aspettate che la 'castagna' in faccia la prenda il figlio di un politico o di un magistrate e poi vedrete ... fino a che viene menato il signor rossi di turno non si fara' nulla.

macgyver

Sab, 12/04/2014 - 23:58

ALLARME VIOLENZA IN ITALIA. LA NUOVA SFIDA: LINCIAGGIO IMMEDIATO SU CHI VIENE BECCATO A DARE PUGNI IN FACCIA AGLI SCONOSCIUTI "Taglione game": massacrare di botte i deficienti che stendono (o tentano di stendere) gli sconosciuti con un solo pugno. La nuova tendenza parte dall'Italia e dilaga ovunque.