Maltempo: crolla tratto di circonvallazione in Calabria. Allerta in Sicilia

C'è una vittima per il maltempo che da ieri ha colpito la Sicilia. Intanto proseguono i nubifragi sull'Isola e sulla Calabria

C'è una vittima per il maltempo che da ieri ha colpito la Sicilia. Un uomo è morto annegato nella tarda serata di ieri, travolto da un torrente esondato dal fiume Platani, nel territorio tra Castronovo di Sicilia e Lercara Friddi. L'acqua ha invaso anche l'asfalto della Statale 189 e raggiunto la ferrovia, che collega Palermo con Agrigento. La vittima era nell'auto con altre tre persone quando il fiume Platani ha trascinato il mezzo. In tre sono riusciti a salvarsi, mentre per un quarto non c'è stato niente da fare.

Il suo cadavere stato rinvenuto dopo qualche ora dai Vigili del fuoco. L'uomo, che aveva 63 anni ed era originario di Campofranco, in provincia di Caltanissetta, come spiegano i soccorritori, era in auto con altre tre persone nei pressi di Castronovo di Sicilia, vicino al fiume Platani, quando un torrente è esondato all'improvviso trascinando la macchina su cui si trovavano i quattro. Gli altri tre sono riusciti a fuggire mentre l'uomo è stato travolto. Suole chiuse oggi a Catania e in molti comuni del messinese, a causa del maltempo che da ieri flagella la Sicilia. Ieri il sindaco di Catania Enzo Bianco, dopo una consultazione con gli esperti della Protezione civile, ha confermato l'ordinanza che prevede che l'attività didattica nelle Scuole di Catania oggi sarà sospesa a scopo precauzionale. Nell'ordinanza si dispone anche il divieto di circolazione dei mezzi a due ruote, che non potranno dunque transitare fino alle 24 di oggi. Chiuse anche le attività dell'ateneo. Scuole chiuse anche nel messinese, in particolare a Barcellona Pozzo di Gotto, Gioiosa Marea, Brolo, Ficarra, Sant'Agelo di Brolo, Patti, Piraino, Sinagra e Montagnareale.

Sprofonda tratto circonvallazione in Calabria

In provincia di Catanzaro, a Girifalco, a causa di una frana è sprofondato un tratto di circonvallazone. Per fortuna al momento del cedimento mon vi erano mezzi in transito ma soltanto un'automobile parcheggiata. Il tratto sprofondato è all'altezza del liceo scientifico, rimasto chiuso in previsione dell'allerta meteo (guarda le foto).

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 23/01/2017 - 13:10

ECCO L'ITALIA DA 7 ANNI IN MANO AI MASSONI CHE USANO I MAGISTRATI E LE SINISTRE PER DISTRUGGERVI E SOSTITUIRVI CON GLI AFRICANI CHE LAVORERANNO PER 200 EURO AL MESE

Rumore

Lun, 23/01/2017 - 15:34

bravo, Dragon!

27Adriano

Lun, 23/01/2017 - 15:41

Concordo con Dragon_Lord. I comunisti stanno democraticamente AMMAZZANDO gli Italiani come ai tempi delle purghe staliniane. Non hanno ancora raggiunto i 20 milioni di morti, ma si danno da fare per arrivarci quanto prima.

cianciano

Lun, 23/01/2017 - 16:29

Questo è solo il risultato della nostra "cultura" nel fare bene o non fare le cose come dovrebbero esser fatte. Non abbiamo nessun amor di paese ma solo amor del proprio tornaconto e per il resto o per gli altri chi se frega..... o se vogliamo, facciamo tutto "mafiosamente"....e questi sono, appunto, i risultati.

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 23/01/2017 - 17:19

STRADE COSTRUITE DALLA MAFIA, QUESTO E' IL RISULTATO.

Ritratto di rebecca

rebecca

Lun, 23/01/2017 - 18:10

le strade e i ponti in sicilia e calabria collassano anche quando splende il sole!!!!

VESPA50

Lun, 23/01/2017 - 18:38

Caro LANZI e Rebecca, quando si tratta di sparare a zero sul Sud ci andate a nozze. Guarda che a Genova ed altre zone del PROFONDO NORD, le strade non le aveva costruito la mafia, eppure anche lì ci sono stati morti e devastazione. Ma a certi pollastri quando si parla del Sud fà piacere trovare un capro espiatorio nella mafia